Le scuole diffondono i contagi, il ministro Bianchi riconosce la validità della Dad, intanto genitori irresponsabili (il più famoso è Fiorello) vorrebbero alimentare la pandemia

Da settembre il virologo Massimo Galli, le docenti Marika Cassimatis ed Eleonora Melidoni, e ad altri voci isolate dal coro, avvertivano la pericolosità della riapertura delle scuole in presenza. La ministra Azzolina, ed altri politici in cerca di voti, negavano l’evidenza. Ora il nuovo ministro Patrizio Bianchi, con onestà intellettuale e competenza, che erano totalmente mancate ad Azzolina e ai demagoghi in cerca di consenso, ammettono che è più che mai è necessario tutelare la salute pubblica, “in particolare quella dei nostri bambini, e preservare la piena funzionalità del sistema sanitario”. Le varianti – continua il ministro – sono portate da bambini e ragazzini asintomatici, dando ragione al prof. Massimo Galli che sosteneva tale tesi fin da settembre. Il ministro riconosce la validità della dad anche in futuro. Intanto si muovono alcuni genitori irresponsabili che non sanno educare i propri figli, che vedono la scuola come parcheggio. Il noto virologo docente ed esperto Fiorello al Festival di Sanremo si fa portavoce dei genitori e degli adolescenti. Lo stesso Festival ha registrato infetti e porterà la Liguria in zona rossa. Il Festival non si doveva svolgere o andava spostato al termine del covid. Non contento Fiorello da Sanremo parla a sproposito.

Mina, Lucio Battisti, Giorgio Gaber, all’apice del successo decisero di uscire di scena e sono entrati nel mito. Mina, unica vivente, ancora oggi non si fa sentire e vedere, ma è presente. Oggi ci sono tante persone che non ha nulla da dire ma vogliono a tutti i costi apparire. Fortunatamente un provvedimento governativo ha impedito la presenza a Sanremo di molte persone che negli ultimi anni apparivano per farsi selfie con gli artisti, è stata bocciata la folle idea di una nave da crociera con pubblico e sedicenti critici musicali ammassati, è stato fortunatamente impedito l’accesso al pubblico. Purtroppo non hanno annullato o spostato il Festival. Nonostante i controlli già sono 7 i positivi fra artisti e persone presenti a Sanremo. Fiorello, non contento, unitamente ad Amadeus e agli artisti di alimentare indirettamente la pandemia con lo svolgimento del Festival, ha usato Sanremo per un’uscita infelice. Riferendosi alla figlia adolescente “costretta alla didattica a distanza ha detto: “Abbraccio gli adolescenti, perchè molti di loro torneranno in dad e so che non è facile”, in conferenza stampa ha raccontato la “sofferenza per i sacrifici per i sacrifici imposti ai ragazzi come sua figlia”. “Non è un dolore ma di più, non me ne faccio una ragione. Ho una figlia in età adolescente e vedo in lei tutti i ragazzi della sua età costretti davanti ad uno schermo, a un computer. E provo ancora più dolore perchè si stanno abituando”. Fiorello, a differenza di Mina, Battisti e Gaber, non vuole uscire di scena, sarebbe stato meglio, sarebbe entrato nel mito. Partecipando a Sanremo, ‘peraltro strapagato (pensi agli adolescenti con genitori poveri che però fanno sacrifici per salvare loro la vita) e facendo infelici sortite, perde la grandezza, a livello artistico, che aveva. Io abbraccio i ricoverati in terapia intensiva, i medici, gli infermieri, i sanitari in trincea, gli infetti, i morti, i parenti delle vittime del covid. Queste sono le persone che soffrono, non gli adolescenti a cui non manca nulla, adolescenti viziati, spalleggiati da genitori che non li sanno educare, ai quali si chiede, visto il momento drammatico, di studiare online a casa propria. Sofferente era Anna Frank, erano i giovani che durante la seconda guerra mondiale non avevano nulla e per un ideale combatterono o nella Resistenza o nella Repubblica Sociale Italiana. Evidentemente Fiorello preferisce vedere gli adolescenti in una scuola a chiacchierare, socializzare e diffondere la pandemia, gli piace forse vedere le persone nelle bare? Show must go on. Fiorello ha inscenato lacrime  “Mi viene il groppo in gola se ci penso. Ho una figlia adolescente e mi fa dolore perché è l’età più importante e bella della nostra vita. Si stanno perdendo delle cose che non torneranno”. Il groppo alla gola dovrebbe venirgli pensando ai morti, agli infetti, ai ricoverati in terapia intensiva, alla terza ondata causata da genitori irresponsabili e ad un Festival che non doveva essere svolto. Non torneranno in vita i morti questo è il vero dolore.

Grazie Fiorello, grazie Amadeus, alimentiamo ulteriormente la pandemia. Boicottate Sanremo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...