E’ morto Lando Fiorini

LANDO FIORINI

LANDO FIORINI 2

Lando Fiorini (nome d’arte di Leopoldo Fiorini, Roma, 1938, nasce da una modesta famiglia trasteverina, ultimo di otto figli, i genitori lo affidano ad una famiglia Montanari di Modena, vive per due anni a Disvetro di Cavezzo in provincia di Modena, a seguito della scomparsa della madre quando Lando ha solo 14 anni. Tornato a Roma fa il barbiere, poi si mette a riparare biciclette. Nel 1959 fa il facchino ai Mercati Generali di via Ostiense a Roma e non perde occasione per intonare canzoni moderne. Sempre nel 1959 partecipa ad un concorso per Voci Nuove e si classifica tra i primi tre su tremila partecipanti. Nel 1961 partecipa al Cantagiro classificandosi al terzo posto, dietro Adriano Celentano e Don Backy. Fiorini viene quindi scritturato per la rivista Rugantino si fa conoscere in tutta Italia e all’estero (interpreta il cantastorie romano che canta Ciumachella di Trastevere), in America lo definiscono “il nuovo Claudio Villa”.  Tornato in Italia è ospite ed animatore del programma radiofonico Arciroma, in televisione partecipa a Dizionarietto musicale, Il paroliere questo sconosciuto, Ciao mamma. Nel 1963 pubblica l’album Roma mia, partecipa quindi LANDO FIORINIalla trasmissione tv Adesso musica presentando Chitarra romana che gli aveva già fatto vincere un concorso del Radiocorriere Tv. Escono gli album Passeggiate romane (1965), Roma sei sempre tu (1966). Dopo avere partecipato a a manifestazioni popolari come Canzonissima e Un disco per l’Estate, partecipa al programma E adesso musica con  Chitarra romana, è attore nel film Storia di fifa e di coltello – er seguito der più con Franco Franchi e Ciccio Ingrassia, parodia di Er più – storia d’amore e di coltello di e con Adriano Celentano. Nel 1968 fonda il Puff, nel cuore di Trastevere, ancora oggi uno dei più famosi cabaret italiani. Fra la fine degli anni ’60 e la prima metà del decennio successivo Fiorini pubblica i long playing: Disco italiano (Perdona) (1969), Bella quanto te fece mamma tua (1970), nel 1972 registra la serie televisiva in quattro puntate Ciao, torno subito, partecipa ad altre trasmissioni televisive: Come quando fuori piove, interpreta la canzone Cento campane (1971, sigla dello sceneggiato televisivo Il segno del comando, proposta inizialmente con minor successo da Nico) seguono gli album: Roma ieri e oggi (1973), Roma ruffiana (1974). Nel 1974 appare in televisione nello spettacolo “Girovacanze” la canzone “Er monno”, canzone che porta in finale a Un disco per l’Estate.  Prende parte, inoltre, a “Canzonissima” nel girone folk con la canzone “Barcarolo romano”, seguita da “Pupo biondo” e da “Ponte mollo”.   Nel 1975, torna a Un disco per l’Estate con So’ stato er primo a fatte dì de sì ed incide l’album Souvenir di Roma (1975). Nel 1976 gli viene assegnato il Premio Chianciano e il Premio Simpatia, in Campidoglio, sempre nello stesso anno esce il long playing Na preghiera pe’ Roma sparita, sempre nel 1976 conduce insieme a Maria Rosaria Omaggio la trasmissione televisiva Er Lando furioso. Inoltre scrive il testo della canzone “Un sogno di marmo” composta da Stelvio Cipriani, tratta dalla miniserie televisiva Il fauno di marmo. Conosce poi Erminio Macario e viene da lui scritturato come “attor giovane”. Fiorini accetta con entusiasmo e parte alla volta di Milano, dove registra due puntate della trasmissione televisiva Macario più. Pubblica gli album Passa la serenata (1977), Co’ amore e co’ rabbia (1978). Su RadioUno presenta Voi ed io 79, programma nel quale oltre a fare gli onori di casa con gli ospiti illustri che si alternano nella trasmissione, presenta le sue più belle canzoni e i sonetti di Belli e Trilussa. Sempre nel 1979 partecipa allo spettacolo televisivo Una valigia tutta blu con Walter Chiari. Fra la fine degli anni ’70 e l’inizio del decennio successivo Fiorini prende parte a molti incontri cittadini: con i ricoverati dell’ospedale psichiatrico S.Maria della Pietà e con i detenuti del carcere di Rebibbia, realizza uno spettacolo televisivo per Rai1 ispirato all’opera di Trilussa Roma in Saccoccia, e incide gli album Noantri (1980), Mozzichi e baci (1982). Negli anni ’80 partecipa a numerose trasmissione radiofoniche della Rai, tra cui “Il guastafeste” e “Musica e parole per un giorno di festa” su testi di Marco Di Tillo.Anche durante gli anni ’80 Fiorini continua a pubblicare album di successo: Momenti d’amore (1984), Tra i sogni e la vita (dieci canzoni scritte per lui da Luciano Rossi, 1985), e un cofanetto contenente 54 canzoni romane ed alcune nuove incisioni (1987), E adesso… l’amore (che raccoglie alcuni brani scritti per lui da Franco Califano, Amedeo Minghi, Luciano Rossi, Memo Remigi, Rodolfo De Angelis, Renato Rascel, Carlo Rustichelli, Armando Trovaioli ed altri, 1989). Fiorini ha interpretato molti pezzi tradizionali romani Pupo biondo, Ponte Mollo, Barcarolo romano, Ciumachella de Trastevere, Cento campane, E’ grande sta città, De notte a Roma, Er barcarolo romano, Ponte mollo, Roma nun fa la stupida stasera;  ha compiuto numerose tournèe all’estero, ha fatto televisione e radio, sempre sul filo di una storia di LANDO FIORINI 3Roma ottocentesca e mai perduta, Fiorini è un pezzo di storia di Roma. Ancora sulla cresta dell’onda negli anni ’90 presenta gli album E adesso l’amore (1991), Puff… Lando ed altri successi (due cofanetti del 1993), partecipa al Festival di Sanremo del 1994 con la Squadra Italiana con Una vecchia canzone italiana, Squadra italiana raggruppa undici artisti, in omaggio alla Nazionale di calcio nell’anno defi Mondiali, oltre a Lando Fiorini ci sono: Giuseppe Cionfoli, Jimmy Fontana, Rosanna Fratello, Wilma Goich, Mario Merola, Gianni Nazzaro, Wess, Toni Santagata, Manuela Villa, Nilla Pizzi. Nel 1995 Lando Fiorini incide Una voce e una città (2 cd antologici, 1995), Ci sarà pure un grande amore (1996). Nel 2000 esce Roma un sogno dentro una canzone, nel 2001 Forza Roma, nel 2002 Sonetti di Trilussa e canzoni di Lando Fiorini Fra la gente.  Nel 2003 a causa di una malattia Lando è inattivo professionalmente, nel 2005 torna ad incidere questa volta è l’album Così è la vita, nel 2007 esce 100 campane 100 canzoni.   Nel 2008 lo storico locale il Puff compie 40 anni. Per l’occasione Lando e suoi portano in scena “La risata fa 40” assieme agli attori Camillo Toscano, Loretta Rossi Stuart e Costanza Noci.  Il Puff è stato una fucina di iniziative, da li sono passati personaggi del calibro di Lino Banfi, Gianfranco D’Angelo, Enrico Montesano, Leo Gullotta, Toni Ucci.  Nel 2010 esce Ti presento Roma mia.

Dopo una lunga malattia Lando Fiorini ci ha lasciato il 9 dicembre 2017.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...