Gazebo

gazeboPaul Mazzolini, così si chiama all’anagrafe, è un tarchiato romano d’adozione nato da madre americana (una cantante) e padre romano (un diplomatico), nasce a Beirut (in Libano) il 18 febbraio 1960, studia a Copenhagen e al conservatorio di Parigi. Si cimenta in vari generi musicali: jazz, rock e punk rock. Arrivato in Italia alla fine degli anni ’70 spopola la disco music, conosce Paul Micioni che gli fa produrre con la Baby Record di Freddy Nagiar il singolo Masterpiece che spopola nelle classifiche italiane e mondiali. Nell’estate 198 bissa il successo con I like Chopin che rimane in testa gazebo i like chopinalle classifiche europee diverse settimane, pubblica quindi un album che contiene altri due 45 giri di successo: Lunatic e Love in your eyes.  Gazebo si può considerare l’inventore della italo disco degli anni ’80. Scrive anche il resto del brano Dolce vita interpretata da Ryan Paris, canzone che sarà in testa alle classifiche di diversi Paesi europei.  Nel 1984 Gazebo pubblica l’album Telephon mama, seguono altri album che però non hanno il successo dei primi: Univision (1986), The Rainobw Tales (1988), Sweet Life (1989).  Come molti degli altri protagonisti degli anni ’80, non solo canori, sarà spazzato via dai plumbei anni ’90, che in un mio libro ho già definito “anni della gogna, del terrore, e degli ingiusti processi sommari di piazza ai protagonisti degli anni ’80 che avevano dato gioia, benessere e allegria agli italiani”.  Negli anni ’90 Gazebo intraprende l’attività di produttore ed arrangiatore, pur continuando ad incidere album: Scenes From The News Broadcast (1991), Portrait (1994), Viewpoint (1997).  Nel 2001 riappare in tv partecipando alla trasmissione La notte vola, gara musicale fra i più famosi brani degli anni ’80, presentando I like Chopin. Nel 2006 lancia il singolo Tears for Galileo con il quale torna dopo anni in testa alle classifiche, nel 2007 pubblica Ladies! The Art Of Remixage, cui segue, nel 2008, The Syndrone. Nel 2013 per festeggiare i 30 gazebo fotoanni di carriera propone il doppio cd live I Like… Live!, registrato in Europa durante un tour. Nell’estate 2013 interviene come ospite alla trasmissione radiofonica Stile italiano la storia della canzone italiana raccontata dai suoi protagonisti, per ripercorrere le tappe delle sua carriera Nel 2015 pubblica Reset, nel 2018 canta per la prima volta un brano in italiano, La Divina, contenuto nell’album Italo by number. Così Gazebo presenta il brano che a partire dal 19 marzo viene proposto dalle radio “E’ un brano nato da un incontro speciale, ma del tutto casuale. Passeggio, mi chiamano, mi giro ma non c’è nessuno, anzi, c’è il vecchio barbone Alberto seduto sul predellino di una roulotte, abbandonata come lui. Guardo meglio e mentre mi avvicino la mia mente viaggia nel tempo quando quell’uomo era un brillante tenore e io uno qualsiasi alla ricerca del segreto del bel canto… nell’aria risuonavano le note di Madame Butterfly con il timbro inconfondibile della Divina, La Diva… La Dea.”  Nell’album Italo by numebers vengono inoltre proposte alcune hits della italo disco degli anni ’80: Easy Lady di Spagna, la sua I Like Chopin, rimasterizzata, come del resto Masterpiece, Selfa control di Raf, Tarzan boy di Baltimora, Happy Children di P.Lion, Lunatic, Another life di Kano, People from Ibiza di Sandy Marton, Survivor di Mike Francis, La dolce vita di Ryan Paris, e Passion, un brano firmato con Bobby Orlando. 

LE ESTATI CANORE ITALIANE RACCONTATE DA MASSIMO EMANUELLI E DAI OSPITI

Podcast della puntata con Gazebo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...