Nuovo governo toto ministri, colpo di scena all’Istruzione?

miurContinua sui giornali il toto ministri. Per il dicastero dell’Istruzione in questi giorni sono stati fatti diversi nomi: Paola De Micheli, Anna Ascani e Lorenzo Fioramonti. Nelle ultime ore altre al nome di Nicola Morra, già avanzato in precedenza, vengono fatti anche quelli di Lorenzo Fioramonti, Vincenzo Spadafora e Gianni Cuperlo. Ricordo che Nicola Morra è stato ospite della trasmissione nel corso della prima puntata della stagione 2013/2014, nel caso Morra sia ministro replicheremo spezzoni della puntata, i docenti (ma anche genitori, studenti ed operatori del mondo della scuola) sapranno giudicare se alle promesse seguiranno i fatti.

Del nuovo ministro parleremo nel corso della prima puntata del nuovo ciclo della trasmissione radiofonica L’angolo della scuola lunedì 16 settembre alle ore 17,30 su Radio Free, con Marika Cassimatis ed Eleonora Melidoni. Altri argomenti della prima puntata saranno: la carenza dei docenti di sostegno, l’annoso problema dei diplomati magistrali, l’educazione civica. Fra le novità di questo nuovo ciclo di trasmissioni, il trentesimo, un referendum fra i docenti italiani, “quale è stato, a parere di chi la scuola la vive ogni giorno, il miglior ministro della Pubblica Istruzione?”. Per quel che mi riguarda per ragioni ahimè di anagrafe, in oltre trent’anni di insegnamento e di trasmissione, ho visto passare tantissimi ministri, dal 1994 in poi non saprei scegliere chi sia stato il migliore, semmai il meno peggio… La scuola pubblica italiana è stata martoriata dai ministri che si sono succeduti riforma dopo riforma, ricordo che nella prima Repubblica la scuola pubblica italiana era eccellenza mondiale, indubbiamente il miglior ministro lo ritrovo nella prima Repubblica, se non altro per l’entusiasmo di uno dei miei primi anni di insegnamento e del primo anno di trasmissione, allora in onda su una radio locale milanese: anno scolastico 1989/1990 ministro era il democristiano Sergio Mattarella. Vedremo cosa emergerà da questo referendum e dalle aspettative dei docenti italiani. E’ meglio un politico o un tecnico? A volte (non solo in fatto di scuola sia chiaro) i tecnici hanno lavorato peggio dei politici.

Vi aspettiamo lunedì’ 16 settembre alle ore 17,30 su Radio Free

http://www.radiofree.it/l-angolo-della-scuola-lunedi-dalle-17-30/

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...