La voce di Benedetto Croce filosofo liberale e quella del Papa durante la dittatura fascista. Buon 2021 tutti ottimisti tranne alcuni “squilibrati”, le stecche nel coro

Il 2020 è stato un anno drammatico per l’Italia e per il mondo, l’anno più difficile dal dopoguerra ai nostri giorni. Il covid 19 ha fatto vittime. Il nostro Paese è stato il primo Paese occidentale ad essere colpito, durante la prima fase vi sono stati decine di migliaia di morti, e milioni di infetti. Epicentro la Lombardia ed altre regioni del Nord Italia. Dopo la sofferta decisione del lockdwon totale per tutte le attività grazie al senso di responsabilità degli italiani, che quando vogliono trovano il meglio di sé, i casi erano scesi eravamo rispetto agli altri Paesi U.E., e agli Usa, con il minor numero di contagiati e decessi. L’Organizzazione Mondiale della Sanità ci aveva elogiato, altri Paesi avevano usato il sistema Italia. Si è poi passati da un eccesso all’altro e le forze governative incuranti delle previsioni dei virologi che prevedevano la seconda ondata del covid hanno dapprima ignorato tali avvertimenti, successivamente hanno giocato, e giocano, a chiudi, apri, apri e chiudi. Siamo ormai il terzo Paese al mondo per numero di contagiati, infetti e ricoverati in terapia intensiva, i numeri non scendono. Da febbraio al 29 dicembre si sono registrati in Italia 2.007.000 infetti e 73.029 decessi, ma ben pochi lo hanno scritto, il 60% dei casi è stato nel corso della seconda ondata.

I media non fanno più vedere immagini come i carri armati che trasportavano i cadaveri in quel di Bergamo, cimiteri senza posto, infermieri medici e sanitari allo stremo, persone ricoverate in terapia intensiva. I politici giocano ad apri e chiudi, chiudi ed apri, le persone reclamano libertà, sono finiti i tempi di “andrà tutto bene”, l’opposizione critica demagogicamente il governo. Tutti (salvo qualche rarissima eccezione) sminuiscono il covid, vi è anche chi, per consenso elettorale, gioca con la vita dei cittadini, ignorando il diritto alla salute (sancito dall’articolo 32 della Costituzione) e preferendo altri diritti (mai però attuati) quali, ad esempio, il diritto alla cultura, all’istruzione, vi è anche chi (in Italia tante teste, tante feste e tante tempeste scriveva il filosofo Bertrando Spaventa) parla di diritto al divertimento, di attentato alla libertà dei cittadini… Chi parla di giovani generazioni rovinate perchè private del diritto alla socializzazione (che viene prima di quello dell’istruzione….) persone che non mettono piede in un’aula scolastica da 10/20/30 anni, chi invece parla di diritto all’istruzione che è più importante del diritto alla salute evidentemente, chi infine, un elettore di un determinato partito così si è proclamato, un perdigiorno privato della libertà di viaggiare per il mondo essendo abbiente. Egli ha scritto in rete: “io sono dalla parte dei giovani quando avevo 35 anni ho fatto l’Univerisità con ventenni eccezionali, l’Italia è un paese gerentocratico largo ai giovani spero che infettino tutti i vecchi”. Ora un sindaco ha il potere, di concerto con due medici, di ordinare il tso, ma il sindaco di questo cittadino (suo elettore) è in altre faccende affacendato, non certo per tutelare i suoi cittadini, ma in cerca del consenso magari anche di questo elettore…

I virologi parlano di terza ondata, vi è però ottimismo da parte del governo, il premier Conte annuncia trionfalmente la riapertura delle scuole, la ministra Azzolina occulta i dati dei contagi e nega che la causa della seconda ondata sia stata la riapertura delle scuole, si prevede il “liberi tutti” dopo il 7 gennaio. L’opposizione critica demagogicamente il governo ma poi è compatta con esso nel “liberi tutti”.

Un messaggio positivo da parte del governo, l’opposizione critica, si meglio messaggi positivi per il prossimo anno, c’è il vaccino (ma anche qui i sanitari avvertono che deve scendere il numero dei contagiati per potere somministrare il vaccino). Vi sono poi polemiche sulla tempestività della somministrazione del vaccino e poi su a chi dare la priorità dopo i sanitari, vi sono anche alcuni casi (isolati per fortuna) di sanitari che dichiarano di essere contrari al vaccino. Si discute sull’obbligatorietà o meno dei vaccini, su quali categorie privilegiare, alcuni hanno proposto di privilegiare i carcerati poiché stanno male, altri gli over 80, altri ancora gli over 70, altri gli under 50, altri chi svolge lavori socialmente utili e a rischio, altri ancora “riapriamo tutto che importa anche se muore qualcuno”. “In Italia troppe teste, troppe feste, troppe tempeste”…

Non essendo né un medico, né un indovino non so se fidarmi dei politici (ho l’onore/onere di conoscerne molti personalmente e quindi non mi fido, proprio perchè li conosco…), dei medici, o dei “so tutto io” della rete (persone senza alcun titolo di studio che si sentono depositari dello scibile umano), da anarchico liberal socialista ho il dubbio nel mio Dna.

Spero che nel 2021 ci lasceremo il covid alle spalle (anche se alcuni virologi parlano della fine dell’anno, altri ancora dell’inizio del 2022), non credo (spero di sbagliarmi) che a febbraio 2021 sarà tutto finito come pensano alcuni politici che hanno varato provvedimenti senza alcuna prudenza.

Mi auguro di sbagliarmi la speranza è quella di un buon 2021 per tutti gli italiani e gli abitanti del pianeta, io però avrò sempre idee originali controcorrente (anche sconfitto il covid) per fortuna che in Italia vi è ancora una democrazia e vi è la legge Basaglia, qualcuno vorrebbe rinchiudermi in manicomio. Se sarò vivo a febbraio faremo un bilancio e vedremo se avrò avuto ragione io (e alcuni virologi, gufi li chiamano), se avremo torto cambiate la legge ed internateci in manicomio.

“In questa Italia che è diventata una prigione di silenzio, soltanto due voci si sentono: quella del Papa e la mia” (Benedetto Croce anno 1944).

“In questa italiana che è diventata una prigione di silenzio soltanto tre voci si sentono: quella del Papa, quella del Partito Liberale e la mia

Buon 2021 a tutti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...