Maxi festa abusiva fuori da un liceo milanese, i politici che non mettono piede da anni in una scuola e che parlano di “gioventù devastata dalla dad”. Mercoledì 27 settembre alle ore 13,00 siamo regolarmente in onda su Radio Blu Italia con L’angolo della scuola

Maxi festa (abusiva) fuori dal liceo scientifico Leonardo da Vinci di Milano in pieno centro di Milano. L’appuntamento, ribattezzato “Leo fest” e spinto dal passaparola tra gli adolescenti, ha attirato oltre duemila giovanissimi, molti dei quali arrivati anche da altre scuole. Tra norme anti covid totalmente ignorate, musica e alcol a fiumi, in più momenti si sono registrati attimi di tensione. Le testimonianze social raccontano infatti di aggressioni, scontri tra gruppi rivali, scippi, giovanissimi derubati e addirittura qualche sassaiola. Molte macchine dei residenti di zona sono state danneggiate, con i parabrezza sfondati probabilmente soltanto per divertimento da qualcuno che era alla festa. 

In più, i sanitari del 118 hanno dovuto soccorrere alcuni ragazzi – tra i 14 e i 15 anni – che evidentemente avevano esagerato con l’alcol. Una adolescente è finita in ospedale anche per essere rimasta ferita dopo essere caduta, mentre una sua amica ha poi rifiutato il trasporto in pronto soccorso. A notte inoltrata, quasi all’alba di domenica, i giovani – che si erano “allargati” fino al tribunale e a piazza cinque giornate – hanno poi lasciato la festa. 

Tutto questo durante una pandemia, troppi politici hanno parlato a vanvera sulla scuola (non ci mettono piede da anni, provino a lavorarci sette ore al giorno per una settimana), alcuni hanno anche parlato di “giovani devastati dalla dad” con il chiaro scopo di avere il consenso di genitori che non sanno educare i propri figli e di forze politiche che credevano di sistemare tutto con i banchi a rotelle… Poi vero ci sono stati comitati anti dad (organizzate da persone politicizzate, docenti che da anni sono imboscati in politica, promesse mai mantenute, e mille altre disfunzioni. Quali erano i politici che si dichiaravano contraria alla dad in piena era covid? Senz’altro non Vincenzo De Luca, Presidente della Regione Campania, egli ha da sempre privilegato il diritto alla salute (che viene prima di ogni cosa, articolo 32 della Costituzione) e ha fatto riferimento a “sindaci che parlano a capocchia” contrari alla dad e silenti sulle movide dei giovani in pieno covid… Chi organizzava comitati anti dad strumentalizzando (a fini politici) alcuni studenti. In pieno covid ne abbiamo viste di tutti i colori, c’era di tutto, di più. Ecco alcune perle (fra le tante): “Se chiudono le scuole io i figli dove li metto?” (un genitore), “sono contrario alla didattica a distanza, si  dovrebbe alternare didattica a distanza e in presenza” (un amministratore locale che si è intrufolato in questioni non di sua pertinenza), E, ancora, docenti che non insegnano da anni e sono imboscati nelle istituzioni, ed altre cose raccontate da settembre 2020 in poi in trasmissione.

Su 13 candidati sindaco di Milano (sono 13 non due) ne ho intervistati o sentiti sei, uno non rilascia dichiarazioni (suo diritto non le rilascia a nessuno e non era presente nemmeno venerdì scorso al confronto fra candidati all’Unione Commercianti), tre non hanno risposto, due hanno gentilmente declinato l’invito, da uno attendo risposta. Dei 6 intervistati cinque non hanno parlato a vanvera sulla scuola, uno solo ha ammesso di non mettere piede in una scuola (vivendola ogni giorno da anni) ed è incespicato proprio sulla scuola. Mi auguro che il prossimo sindaco di Milano monitori le scuola (di concerto con altre autorità preposte) qualcosa si doveva già fare non solo dall’avvento del covid ma anche prima, evidentemente o non è stato fatto, o non è stato fatto in maniera efficace.

Saranno la prof.sa Diana De Marchi (docente al Liceo Vittorini di Milano) e Giulia Pastorella (responsabile milanese di Azione, il partito di Carlo Calenda) le ospiti della terza puntata della trentunesima stagione della trasmissione radiofonica L’angolo della scuola in onda lunedì 27 settembre alle ore 17,30 su Radio Free Live.

Replica mercoledì 29 settembre alle ore 13,00 su Radio Blu Italia

http://www.radiobluitalia.net

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...