Tele Scandiano

tele scandiano

L’emittente nasce via cavo nel marzo 1973 per iniziativa di Romano Giuliani, in quel di Scandiano, in provincia di Reggio Emilia. Romano Giuliani, allora titolare di un negozio decise di aprire l’emittente per promuovere fiere ed eventi vari nella provincia di Reggio Emilia. Su Tele Scandiano troverete alcune testimonianze sul sito cliccarimini che fa riferimento a due articoli, uno de IL RESTO DEL CARLINO (edizione di Reggio Emilia) del 17 marzo 1974, ed uno de IL GIORNALE DI REGGIO di Nicolò Rinaldi.
“TeleScandiano” è un’emittente fondata nel 1973 da Romano Giuliani, infaticabile organizzatore di manifestazioni ed iniziative fieristiche presso la Cittadina del Boiardo. La rete era in funzione soltanto durante il periodo della Fiera di San Giuseppe, evento che ancor oggi si svolge ogni anno a Scandiano per una quindicina di giorni; all’inizio, i programmi erano emessi via cavo, ma dal 1974 si passò alla trasmissione via etere. L’esperienza di TeleScandiano si concluse nella seconda metà degli anni ’70; un’esperienza breve ma intensa, che seppe guadagnarsi un favore più che discreto da parte del pubblico. (In occasione della legge Mammì l’emittente presentò inutilmente domanda di concessione, N.d.R.).
(…) da “Il Resto del Carlino – Reggio” di domenica 17/03/1974 (…) un articolo inerente TeleScandiano che fornisce grandi informazioni sulla copertura e sulle caratteristiche tecniche dell’emittente.:

“La fiera in casa. Ce la porterà Romano Giuliani con il suo centro di produzione tv, spezzando l’isolamento in cui l’austerità automobilistica minaccia di stringere Scandiano.
Come nelle edizioni degli anni scorsi, anche stavolta Giuliani è stato il protagonista di un grosso sforzo tecnico ed organizzativo per assicurare alla Fiera di S. Giuseppe un organico programma di trasmissioni televisive. Quest’anno, niente cavo (come è noto una legge molto discussa lo ha proibito), ma una vera e propria trasmissione in antenna con uno speciale trasmettitore giapponese piazzato sulla Rocca.
Le immagini diffuse da TeleScandiano potranno essere ricevute senza difficoltà da tutti i televisori sul secondo canale, regolando opportunamente la sintonia. Per i tecnici si può aggiungere che il canale utilizzato è il 27 C.C.R. della UHF che utilizza, per l’audio la frequenza di chilocicli 5224,750 e per il video quella di megacicli 519,250.
Sarà possibile captare le trasmissioni anche da Reggio, eventualmente dirigendo l’antenna verso Scandiano”.

La sigla “RTC” della ditta di Giuliani è il bizzarro acronimo di “Radio Tele Scandiano – Circuito chiuso”; questo perchè, come detto, TeleScandiano è nata non via etere, ma via cavo. Non esisteva, in realtà, una emittente radiofonica collegata alla tv di Giuliani; la parola “Radio” venne comunque inserita perchè il cavo, oltre ad immagini, trasmetteva ovviamente anche suoni, musiche e parole.
All’inizio, la ditta RTC si occupava solamente di televisione (all’epoca Giuliani gestiva principalmente un’altra attività commerciale, ossia il negozio “Casa del Lampadario”); tuttavia, terminata l’esperienza di TeleScandiano, il proprietario decise di orientare la RTC verso altri ambiti professionali, ossia l’organizzazione di fiere, saloni e Festival presso la Cittadina del Boiardo…”

Dopo la sentenza della Corte Costituzionale che liberalizzava le trasmissioni in ambito locale, Tele Scandiano si converità all’etere irradiando i suoi programmi dal canale uhf 27  (vicino alla seconda rete della Rai e sulla stessa  frequenza di Telecapodistria).  Questo il primo palinsesto della rete: ore 10 collegamento diretto per l’inaugurazione ufficiale della mostra. Nel pomeriggio: “Speciale Tony Ryal” con Franco Dani; trasmissione dallo Studio A (sala biblioteca). Segue una visita di Franco Dani alla mostra. Ore 19 “Flash su Scandiano”. Ore 19.20 “Il vino si fa con l’uva (inchiesta). Ore 20.30 “Telegiornale”. 20.50: “Il vino si fa con l’uva (inchiesta – 2.a parte). Segue “Film”. L’esperienza prosegue negli anni con altre interessanti trasmissioni d’inchiesta come “Parlano i contadini”, “Il grana e la grana” e trasmissioni per i ragazzi.

Tele Scandiano cessa di trasmettere all’inizio degli anni ’80 anche se continua ad esistere giuridicamente, compare infatti negli elenchi del Corecom dell’Emilia Romagna nella seconda metà degli anni ’90 (sede in via Concia 3). Rtc è il nome della società di Romano Giuliani che organizza fiere.

TV LOCALI DEL PASSATO

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...