Puntata prenatalizia L’angolo della scuola ospite Barbara Marchand

 

angolo della scuola barbara marchand puntata prenatalizia

La puntata sarà replicata sabato 22 dicembre alle ore 22,00 su Radio Hemingway

per ascoltarci cliccate

http://www.radiohemingway.net

barbara marchand rmcA partire da lunedì 17 dicembre alle ore 17,30 su Radio Free blue christmas(replica mercoledì 19 dicembre alle ore 13 su Radio Blu, giovedì 20 dicembre su Radio Italia Stoccarda Musica Italiana, sabato 22 dicembre alle ore 22 su Radio Hemingway) puntata prenatalizia della trasmissione L’angolo della scuola con ospiti Barbara Marchand (storica speaker di Radio Montecarlo e Radio Rai, ancora oggi in onda) e l’avvocato Raffaella Bonsignori, autrice di un libro natalizio (Blue Christmas. Un magico Natale) lcui lettura consigliamo. Con Barbara e Raffaella parleremo di scuola, ma, soprattutto, di musica, di radio e del Natale.

Radio Free lunedì 17 dicembre ore 17,30
Radio Blu Italia mercoledì 19 dicembre alle 13

Radio Blu Italia – Sul lungomare del mondo la tua web radio…


Radio Italia Stoccarda Musica Italiana giovedì 20 dicembre alle 18
http://www.radioitaliastoccarda.de
Radio Hemingway sabato 22 dicembre alle ore 22
http://www.radiohemingway.net

A metà settembre 2018 è iniziato il ventottesimo ciclo del L’angolo della scuola, programma per studenti, genitori, insegnanti e per tutti coloro che amano ricordare i tempi della scuola. In onda dal 1990 su emittenti locali milanesi, e, successivamente, varesine, quindi di valenza regionale, con l’avvento del web la trasmissione è diventata nazionale ed internazionale. In onda attualmente su Radio Free, Radio Regione 100, Radio Hemingway, Radio Blu Italia e Radio Italia Stoccarda Musica Italiana, queste ultimi due emittenti seguitissime radio delle comunità italiane all’estero. Sono oltre 1000 le persone intervistate dal conduttore Massimo Emanuelli in ventotto anni di trasmissione. Fra gli ospiti ricordiamo Sergio Zavoli, Paolo Villaggio, Elda Lanza (la prima presentatrice della televisione italiana), Massimo Cacciari,

Fabrizio De Andrè, Sttefano Benni, Don Luigi Ciotti e tanti altri. Hanno esordito a L’angolo della scuola persone non conosciute che hanno ricordato i tempi della scuola e poi sono diventate famose, fra di essi ricordiamo Matteo Salvini (attuale ministro dell’Interno), Giovanni Caccamo (poi vincitore del Festival di Sanremo), Marika Cassimatis, che dal 2013 spesso co conduce la trasmissione. Tutti hanno raccontato i propri ricordi dei tempi della scuola che restano i migliori. Nel corso della trasmissione dopo avere parlato di scuola l’intervistato parla della sua attività attuale.

Quest’anno sono stati come al solito anche affrontati problemi scottanti inerenti il mondo della scuola e non solo. Massimo Emanuelli e Marika Cassimatis sono sempre stati critici con tutti i governi che finora si sono contraddistinti per tagli e danni alla già tanto martoriata scuola pubblica italiana. Per coloro che se lo sono scordati o non lo sanno è bene ricordare che fra il 2013 e il 2016 è stata fatta una campagna contro la “buona scuola” renziana, che di fatto resta anche con il governo Lega e 5 Stelle. Coloro che oggi plaudono ai demagoghi Salvini e Di Maio sono gli stessi elettori che (senza conoscere direttamente i politici e le loro falsità) prima votavano Berlusconi, Prodi, Di Pietro, Renzi… Hanno sempre bisogno di un profeta in cui credere, profeta demagogo naturalmente. Nel corso delle puntate andate in onda da settembre a settimana scorsa è emerso dal mondo della scuola quanto segue: se i precedenti governi facevano cose turpi e le rivendicavano con orgoglio, l’attuale governo ha promesso (5 Stelle) l’abolizione della scellerata “buona scuola renziana” salvo poi confermarla e sotto certi aspetti luciano cecchinpeggiorarla. Anche per quanto riguarda i pensionamenti (non solo della scuola) grandissima preso in giro da parte di Matteo Salvini ematteo salvini lavoratori precoci Luigi Di Maio ai lavoratori che si aspettavano l’abolizione in toto della legge Fornero.  Nel corso di due puntate abbiamo ospitate due rappresentanti del comitato lavoratori precoci 41 per tutti (Luciano Cecchin e Francesca Lemma) scoprendo cose atroci. Intanto la quota 41 per i precoci promessa in campagna elettorale non si farà (ammissione dello stesso Salvini) e i lavoratori precoci sono stati fregati.  Avendo già fra i 39 e i 41 anni di contributi andranno in pensione con la tanto odiata riforma Fornero e, in alcuni casi, Salvini e Di Maio peggiorano la legge Fornero visto che i precoci dovranno aspettare il compimento dei 62 anni (quindi andranno in pensione dopo 45/47 anni di lavoro)…. Anche per quota 100 (nonostante gli slogan) fregature, da quota 100 senza se e senza ma, a quota 100 se si sono compiuti 62 anni ma bisogna avere 38 anni di contributi, inoltre per intoppi burocratici dell’Inps si potrà percepire la pensione dopo un anno, il governo del cambiamento ha poi posto ulteriori finestre e così quota 41 diventerà quota 104. Francesca Lemma, rappresentante del Comitato Lavoratori uniti 41 per tutti è anche consigliera a Torino per il Movimento 5 Stelle (sua ammissione) si dichiara convinta che “i ragazzi lavoreranno benissimo”, chi doveva rappresentare gli interessi dei lavoratori rappresenta invece i 5 Stelle, la Lemma infatti potrebbe anche vivere con quanto guadagna con i 5 Stelle e dimettersi prima dal lavoro. Luciano Cecchin, molto più prudente della Lemma, espertissimo di pensioni. ma totalmente ignorante quando (con la tipica mentalità pentastellata) sconfinava in altri settori (esempio scuola, media ecc.) rimediava figuracce. Inoltre si risentiva e si spaventava quando annunciava che Luigi Di Maio avrebbe ricevuto lui ed altri esponenti del comitato, il conduttore diceva che l’incontro sarebbe slittato perchè Di Maio e alvini erano impegnati in quei giorni per la Rai (spartizione del potere e lottizzazione), naturalmente l’incontro è tato spostato proprio a causa della Rai, la priorità del “governo del cambiamento” infatti non sono i lavoratori come vogliono fare credere….  L’incontro tenutosi poi in data 22 ottobre evidentemente si è concluso con un nulla di fatto visto che quota 41 non è passata e che Cecchin da quel giorno non scrive più nulla. Durante le due settimane degli scoop sono arrivate minacce, tentativi di censura ed altro da parte di attivisti pentastellati per avere rilevato i retroscena via radio (ma non è la prima volta che i 5 Stelle, ai quali era dato spazio con loro rappresentanti oggi nazionali quando tutti li ignoravano) cercano di porre censure e bavagli. Ad ogni modo molti lavoratori precoci si sono accorti come Matteo Salvini (i cui ultrà almeno non minacciano in rete e non pongono censure) e Luigi Di Maio abbiano preso in giro i lavoratori stessi e di come (definizione di un precoce che per sua ammissione ha votato Lega e non rifarà) il comitato lavoratori sia una succursale del Movimento 5 Stelle. Sono anche intervenuti in trasmissioni in altre puntate Ettore D’Aleo (rappresentante dei diplomati magistrali truffati dal Movimento 5 Stelle) è stata letta una lettera di Carla Traverso (rappresentante dei dm) a Matteo Salvini, la Traverso (che rappresenta tantissimi colleghi e famigliari) si è sentita usata da Matteo Salvini al quale ha portato tantissimi voti. Sono inoltre intervenuti Pardo Fornaciari (docente in pensione, collaboratore del giornale satirico Il Vernacoliere di Livorno, chansonnier), il giornalista de La Stampa di Torino Jacopo Iacoboni ed altri, tutti a ricordare i tempi della scuola. Nel corso dell’ultimo mese abbiamo lasciato spazi agli “altri partiti”, ingiustamente dimenticati dai grandi media. Gli italiani di buon senso delusi da chi governa oggi e da chi ha governato prima dovrebbero sapere dalla tv pubblica (ormai si di regime come dicono i 5 Stelle, ma di regime appunto Lega e 5 Stelle) delusi da Pd, Forza Italia, Lega e 5 Stelle dovrebbero conoscere che esistono anche altri partiti che non hanno fatto alcun danno alla scuola pubblica italiana e al Paese. Abbiamo sentito le opinioni del Partito Liberale Italiano, di Grande Nord, di Energie per l’Italia e di Rifondazione Comunista, al di là di differenti posizioni ideologiche abbiamo ascoltato cose di buon senso, buon senso che manca ai demagoghi che governano e alle opposizioni non credibili.

In occasione della puntata prenatalizia non si parlerà di politica, non saranno affrontati temi sociali, torneremo ad occuparcene con la ripresa della trasmissione lunedì 7 gennaio 2019 (fra i primi ospiti l’educatore Emilio Misani, il commercialista Giovanni Cappella, il Presidente e Fondatore del Movimento Disabili Italiani Gianni Cafaro ed altri).

angolo della scuola barbara marchand puntata prenatalizia

A partire da lunedì 17 dicembre alle ore 17,30 su Radio Free (replica mercoledì 19 dicembre alle ore 13 su Radio Blu, giovedì 20 dicembre su Radio Italia Stoccarda Musica Italiana, sabato 22 dicembre alle ore 22 su Radio Hemingway) puntata prenatalizia con ospiti Barbara Marchand (storica speaker di Radio Montecarlo e Radio Rai, ancora oggi in onda) e l’avvocato Raffaella Bonsignori, autrice di un libro natalizio (Blue Christmas. Un magico Natale) la cui lettura consigliamo.

La puntata sarà replicata sabato 22 dicembre alle ore 22,00 su Radio Hemingway
per ascoltarci cliccate
http://www.radiohemingway.net

 

Repliche

Radio Blu Italia mercoledì 19 dicembre alle 13

Radio Blu Italia – Sul lungomare del mondo la tua web radio…


Radio Italia Stoccarda Musica Italiana giovedì  20 dicembre alle 18
http://www.radioitaliastoccarda.de
Radio Hemingway sabato 22 dicembre alle ore 22
http://www.radiohemingway.net

La puntata sarà replicata sabato 22 dicembre alle ore 22,00 su Radio Hemingway
per ascoltarci cliccate
http://www.radiohemingway.net

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...