E’ morto Antonio Megalizzi credeva nell’Europa nella radio come medium. Stasera ci fermiamo per dieci minuti per ricordarlo

Aveva solo 29 anni, era cresciuto con Erasmus, con i valori europei, credeva nell’Europa e nella radio come mezzo di comunicazione. Aveva studiato e dal Sud si era trasferito al Nord cambiando per motivi di studio e di lavoro diverse città. Si dava da fare per avere un curriculum, per fare esperienze professionali che aveva fatto e stava facendo. Pieno di valori e di ideali, così lo ricordano gli amici e i colleghi. Nulla a che vedere con altri giovani (e non solo giovani) che non hanno voglia di lavorare e si aspettano redditi di cittadinanza o interventi dello Stato. Antonio è morto sul campo vittima del terrorismo islamico. Come educatore e come radiofonico sono rimasto basito nell’apprendere la notizia del suo decesso. Sono rimasto esterefatto nel leggere in rete i commenti di elettori di alcuni partiti che inneggiavano alla guerra contro l’Islam e alla vendetta. Antonio era un pacifista, sono allibito nel constatare che qualche politico ha subito speso parole retoriche e di incitamento all’odio. Promettendo demagogicamente cose irrealizzabili e diffondendo l’odio sociale in molti disoccupati queste persone capipopolo hanno diffuso via rete (e non solo) un’odio nella popolazione. Antonio non credeva in questi demagoghi, cercava di reagire a tutte le difficoltà (innegabili) con lo studio, il lavoro, ideali. All’odio non si risponde con altrettanto odio, anche se una soluzione andrà trovata sia nei confronti dei terroristi islamici, sia nei confronti di cloro che seminano odio nel nostro Paese. “E se tutti facessimo un po’ di silenzio, forse riusciremo a capire”. La frase che il grande Federico Fellini fa dire a Roberto Benigni nel finale del film La voce della luna, si addice ad una serata triste come questa. Questa sera prima di andare in onda su Radio Regione 100 con Stile italiano la storia della canzone italiana raccontata dai suoi protagonisti, ospite preannunciato Federico Monti Arduini in arte Il Guardiano del Faro, faremo dieci minuti di silenzio per ricordare Antonio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...