Roberto Poletti in Rai: ed è subito polemica. Lo difende Enrico Mentana

Lunedì 17 giugno alle ore 17,30 su Radio Free nell’ambito della trasmissione radiofonica L’angolo della scuola ascolteremo Roberto Poletti: dalle scuole elementari all’approdo in Rai.

La puntata con Roberto Poletti e Marika Cassimatis sarà replicata
giovedì 20 giugno alle ore 18,40 su Radio Regione 100 http://www.radioregione100.it
sabato 22 giugno alle 22 su Radio Hemingway http://www.radiohemingway.net

 

Ormai è ufficiale Roberto Poletti condurrà l’edizione estiva di Uno Mattina. Ma ancor prima della conferma ufficiale da parte dell’interessato e della Rai scoppiano polemiche. Michele Anzaldi del Pd chiede l’intervento della Corte dei Conti, accusando Matteo Salvini di avere fatto assumere in Rai il suo biografo. Che Poletti abbia scritto una delle prime se non la prima biografia di Salvini è certo, ma il buon Ansaldi non conosce la storia di Poletti (gli consiglio di leggersi L’Italia in piazza con Roberto Poletti da me scritto, si io sono il biografo del biografo di Salvini, a questo punto accuseranno anche me… ahah). Roberto Poletti scrive i primi pezzi a 13 anni per la redazione bellunese de Il Gazzettino, nasce professionalmente a Radio Feltre, poi inizia a collaborare in Veneto con L’Indipendente, un’estate in quel di Cortina incontra Vittorio Feltri che lo definisce: “il mio miglior corrispondente a Feltre” (era l’unico ahah). Succesivamente sarà assunto a L’Indipendente. Poi parte per il Sudamerica dove collabora con un’emittente televisiva brasiliana ed è corrispondente dal Brasile per diversi quotidiani nazionali. Non si sa quali siano state le ragioni della rottura con L’Indipendente, fatto sta che Poletti a colpi di scena e cambi di testate ha abituato amici, lettori e telespettatori. Credo che una delle ragioni sia la sua indipendenza. Rientrato in Italia partecipa alla fondazione di Radio 24, quindi dirige la neonata Radio Padania. Matteo Salvini allora era solo uno sconosciuto consigliere comunale milanese, noto soltanto noi cronisti ultralocali di Palazzo Marino (io stesso gli feci una delle prime interviste in assoluto per una radio locale). Poletti resta a Radio Padania poco, giusto il tempo per litigare con Umberto Bossi, e magari con lo stesso Salvini che forse era allora solo un conduttore volontario dell’emittente leghista… Passa a Telelombardia di Sandro Parenzo, emittente che gli concede totale libertà, suo maestro è il grande Daniele Vimercati, oltre al grande Gianfranco Funari. Poletti con Funari (e il sottoscritto in radio…) è il primo a stare dalla parte de “aggente” come diceva Funari, inventore del parlare colorito (quelli che sono venuti dopo non hanno invento un bel niente). Poi un trasmigare da tv locali a tv locali: da Telelombardia ad Antenna 3 Lombardia, da 7 Gold al ritorno ad Antenna 3 Lombardia, inventa il salotto televisivo locale, trasmissioni di intrattenimento poi copiate da network nazionali e ancora oggi in onda. E’ sempre Poletti quindici anni fa a raccogliere fax e mail di cittadini indignati contro tutti i politici. Nel 2006 colpo di scena: Poletti si candida con i Verdi, è eletto in Parlamento ma (a differenza di tanti politici che predicano rigore e castità e poi si abbuffano) si dimette anticipatamente da parlamentare rinunciando ai vitalizi e alla pensione… Lunga è la carriera di Poletti il quale anche se ha scritto nel 2015 un libro su Matteo Salvini (non è certo un reato) ha fatto mille cose e non può essere bollato come leghista. Populista? Dipende dal significato che si vuole dare al termine, se si intende stare dalla parte della gente con totale indipendenza è stato anticipato solo da Gianfranco Funari, Matteo Salvini e i grillini sono venuti dopo… Se attaccare da una parte e tacere dall’altra (casi Fazio, Lerner ecc) da parte del Pd fa parte del nuovo corso dei dem, il partito del volenteroso Zingaretti è destinato a nuove sonore sconfitte. Il più grande giornalista televisivo italiano Enrico Mentana, dimenticandosi che anch’egli aveva pensato a Roberto Poletti come giornalista allorquando diventò direttore del Tg de La7 prende le difese di Poletti scrivendo fra l’altro: “Qui si è criticato e rampognato più volte ogni politico che attaccava in modo mirato e squilibrato chi fa il lavoro di informatore. Negli ultimi tempi lo ha fatto molte volte Salvini, ma in tanti prima di lui si sono distinti in quest’opera poco benemerita, soprattutto in zona Rai. Ma non accettabile che i diritti e le libertà – sacrosanti – valgano per Fazio o Lerner, e poi vengano dimenticati o addirittura aboliti per Poletti. Chi è Roberto Poletti? A quanto si legge sarebbe stato messo sotto contratto per la prossima stagione di Uno Mattina. Apriti cielo! “Il biografo di Salvini”, “l’ex direttore di Radio Padania!” Non conosco Poletti, l’ho visto spesso comparire nei programmi di Del Debbio, sono andato a vedere quando è stato direttore di Radio Padania, e fu per un biennio vent’anni fa, e quando ha scritto il libro su Salvini, quattro anni fa. Oltre a questo, dal 1991 ha fatto sempre il giornalista, anche quando divenne deputato per i Verdi, tredici anni fa. Ecco. Non faccio nomi, ma se Poletti non può lavorare in Rai ne conosco almeno un altro paio di centinaia che dovrebbero lasciarla entro domani, approdati nell’azienda, non vent’anni, ma un giorno dopo aver finito di lavorare in giornali o emittenti di partito, o, direttamente nei loro uffici stampa e in gran parte si tratta di validi professionisti, come alcuni ottimi giornalisti tornati in Rai dopo essere stati prestati alla politica. Magari Poletti si rivelerà una delusione, ma il fuoco di sbarramento preventivo, fatemelo dire, sa un pò di doppio standard…”
Non posso che condividere le parole di Mentana, potrei aggiungere altro per confermare l’indipendenza di Poletti, e comunque, conoscendo da anni Roberto Poletti, da lui c’è da aspettarsi di tutto…

CHI E’ ROBERTO POLETTI

La puntata con Roberto Poletti e Marika Cassimatis sarà replicata
giovedì 20 giugno alle ore 18,40 su Radio Regione 100 http://www.radioregione100.it
sabato 22 giugno alle 22 su Radio Hemingway http://www.radiohemingway.net

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...