Andrea Camilleri, bollettino medico. Un Camilleri inedito

andrea camilleriSono stazionarie le condizioni di salute di Andrea Camilleri ricoverato ieri in gravi condizioni per un arresto cardiaco all’ospedale Santo Spirito di Roma, la prognosi resta comunque riservata. Lo scrittore, uno dei più grandi intellettuali italiani contemporanei è nato a Porto Empedocle, in provincia di Agrigento, il 6 settembre 1925, dopo avere studiato al liceo classico Empedocle di Agrigento, nel dopoguerra vive ad Enna, si laurea in lettere presso l’Università degli Studi di Palermo, quindi si trasferisce a Roma. Scrive un romanzo di fantascienza con uno pseudonimo, quindi lavora come sceneggiatore teatrale e frequenta l’Accademia di Arte Drammatica Silvio D’Amico. Dopo avere partecipato ad un concorso per funzionari Rai nel 1954, Camilleri entra a far parte dell’azienda radiotelevisiva di Stato nel 1957. L’esordio mercoledì 28 agosto 1957 sul programma Nazionale (attuale Rai1) dal Teatro della Pro Civitate Christiana di Assisi va in onda Odore di terra due tempi di Siro Angeli, regia di Andrea Camilleri con Elena Cotta, Renato De Carmine, Giuliana Lojodice, Sandro Pellegrini, Elio Bartolotti.
1959 in radio Lidia Motta La fiera dell’Impruneta di G. Bucciolini, regia di Andrea Camilleri. Nel 1960 su Radio 3 va in onda Recitazione del caso di Pagolo Boscoli e di Agostino Capponi, di Luca della Robbia, regia di Andrea Camilleri, con Giorgio Albertazzi, Gualtieri Tumiati, Ugo Pagliai, Franco Scandurra. Nel 1961 sul terzo canale radiofonico va in onda per la serie Teatro Italiano del Novecento Raffaele, un prologo e tre atti di Vitaliano Brancati, regia di Andrea Camilleri con Turi Ferro, Franco Nicotra, Raffaele Scarnacca, Vittorio Sanipoli, Rosalba Neri. Camilleri sarà quindi delegato di molte produzioni Rai fra le quali ricordiamo gli sceneggiati Le avventure di Laura Storm con Lauretta Masiero, Il Tenente Sheridan con Ubaldo Lay e Le avventure del commissario Maigret con Gino Cervi .
Andato in pensione dalla Rai, negli anni ’70 insegna presso l’Accademia d’arte drammatica Silvio D’Amico, scrive quindi per diverse riviste italiane e straniere e tornerà alla letteratura.
Camilleri diventerà personaggio nazional popolare con Le avventure del commissario Montalbano il cui primo romanzo , La forma dell’acqua, uscirà nel 1994, ma sarà solo con la fiction interpretate da Luca Zingaretti per la regia di Alberto Sironi, la cui prima serie andò in onda nel 1999.
Nell’estate 2018 Camilleri porta in scena Conversazione su Tiresia ripercorrendo la via dell’indovino cieco e collegandola alla sua sopravvenuta cecità.  Poco prima di essere colto dal malore Camilleri stava effettuando le prove per uno spettacolo da portare in scena alle Terme di Caracalla.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...