E’ morto il Mago Gabriel, icona delle tv locali

mago forrest gialappa'sE’ morto a Torino, all’età di 79 anni, il Mago Gabriel, al secolo Salvatore Gulisano, un operatore esoterico palermitano ma immigrato a Torino negli anni Sessanta: ha vissuto a lungo in viale Mughetti 25 alle Vallette. Mago Gabriel è stato  un personaggio a metà tra il cabarettista e l’imbonitore, che giocava sulla sua cultura limitata, con modi di dire assurdi tipo “le palpebre della dita”, “pinotismo” (al posto di ipnotismo). Aveva lavorato sulla tv locale Rete 3 Telemamila, Tf9 ed altre tv locali. La sua trasmissione più famosa fu Gabriel e le mira-bolanti meraviglie. La forza comica del personaggio consisteva soprattutto nelle sue storpiature grammaticali (famose quelle come «le palpedre delle dita» o «stupentemente»), per gli improbabili poteri esoterici e l’espressività facciale. Mago Forrest è stato un divertente personaggio che si abbandonava ai rituali esoterici, all’astrologia e ai luoghi magici di Torino e dintorni. Il “pinotismo” e il “paragnottico” divennero subito i suoi cavalli di battaglia, insieme alle sue buffe espressioni facciali (specie quando esercitava la facoltà di vedere gli gnomi) e ai celebri intercalari come “di cui” e “stupentemente”.

Era assurto alla popolarità nazionale grazie alla parodia che di lui farà la Gialappa’s Band a MAI DIRE TV, Famosa la sua telefonata a Emiliano Mondonico, all’epoca sulla panchina del Torino: “Pronto, è Mondoni?” “No, ha sbagliato numero” risponde perplesso l’allenatore dall’altra parte del telefono. E in sottofondo il commento della Gialappa’s tra una risata e l’altra. Ora siamo sicuri che Mago Gabriel e Mondonico siano riusciti a parlare, di persona, da vicino. E da lassù stiano sorridendo ripensando a quella telefonata.

Mago Gabriel per due anni fu ospite fisso alla trasmissione Buona Domenica condotta da Maurizio Costanzo e ha partecipato anche ad alcune edizioni del Festival di Sanscemo. Attivo ancora negli anni duemila in diverse trasmissioni targate Mediaset. In queste trasmissioni era solito pronosticare i risultati di Juventus e Torino, in realtà mai azzeccati, e fare esperimenti della “paragnottica”, come definiva l’arte dell’esoterismo. Negli ultimi anni, prima di ammalarsi, era stato ospite di Scalo 76 e di Mattino Cinque.

L’agenzia che in passato ne ha curato le comparsate televisive lo ricorda così: “Purtroppo ci ha lasciato un artista a cui eravamo molto affezionati. Una figura fuori dagli schemi tradizionali, ma con un grande cuore! Riposa in pace Gabriello, ti vogliamo dare l’ultimo saluto con il nome affettuoso con cui ti abbiamo sempre chiamato”, scrivono Renato, Alex ed Ezio D’Herin.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...