Pietro Barbella dei Santo California ospite di Stile italiano su Stazione Universo, Radio Hemingway, Radio Blu Italia, Onda Radio

Da venerdì 3 dicembre alle ore 19 su Stazione Universo Pietro dei Santo California sarà ospite della trasmissione radiofonica Stile italiano. la storia della canzone italiana raccontata dai suoi protagonisti. Replica nei giorni successivi sulle altre emittenti del circuito. 

I SANTO CALIFORNIA

di Cesare Borrometi

i santo california torneròFormatisi in provincia di Salerno (tra Nocera Inferiore ed Angri), il pianista e cantante Pietro Barbella, il batterista Donato Farina, il bassista Mimmo Aiello, il tastierista e chitarrista Gianni Galizia e il chitarrista Massimo Caso incominciano con il nome de “La Nuova Frontiera” e si esibiscono nei locali della Costiera Amalfitana, finchè nel 1974, in occasione di una festa patronale di piazza a Nocera Inferiore, il padre di Donato li invita a fare da apripista ad Iva Zanicchi, ospite d’onore della serata. Fortuna vuole che proprio in quell’occasione vengano notati dal produttore Elio Palumbo, che li fa scritturare da una nuova etichetta in parte romana e in parte napoletana, la YEP. Giunti a Roma, conoscono Claudio Natilli, uno dei fondatori dello storico complesso dei “Romans”, il quale li ribattezza “Santo California” e scrive per loro alcuni brani. Poco prima delle feste natalizie del 1974, essi debuttano con il 45 giri “Tornerò”, storia di un ragazzo che, in partenza per il servizio militare, cerca di tranquillizzare la sua bella. Il disco viene lanciato alla grande nel marzo del ’75 (anche con un passaggio televisivo al Teatro della Fiera di Milano, in occasione del programma musicale preserale del mercoledì “Alle sette della sera”, condotto da Christian De Sica e ideato da Maurizio Costanzo) ed entra in classifica, rivelando questa formazione che propone un pop melodico all’italiana, con incisivi coretti in falsetto che fanno praticamente scuola. Il bello è che la fama di “Tornerò” varca le Alpi e il disco si classifica bene in Germania, dove i “Santo California” diventano popolarissimi, e in Francia, grazie alla versione in lingua di Mireille Mathieu, oltre a farsi notare nelle Americhe, là dove la nostra comunità è assai ricca e non mancano le stazioni radiofoniche in lingua italiana che trasmettono anche le nuove canzoni provenienti dal nostro Paese. Anche il trombettista torinese Nini Rosso ne incide una versione strumentale un po’ più ritmata, che incontra i favori degli ascoltatori tedeschi e giapponesi. Molto più tardi, nel 1984, Mal ne inciderà una versione inglese con il titolo “Coming home”. Alla fine, di “Tornerò” si conteranno oltre venti milioni di dischi venduti nel mondo.
A “Tornerò” è abbinato il primo LP del gruppo, il cui titolo riunisce le due canzoni del succitato singolo d’esordio, “Se davvero mi vuoi bene… tornerò”: l’album include la rivisitazione di un classico napoletano, “Fenesta vascia”, che uscirà due anni dopo in formato 45 giri.
Nell’autunno del 1975, i Santo California pubblicano il 45 giri “Un angelo”, che entra regolarmente in classifica, e il 33 giri dal medesimo titolo. Si ripetono sia nell’estate ’76 con “Dolce amore mio”, ottima hit che è praticamente l’unico inedito di un album antologico dal titolo“Hits in the world”, sia nel successivo autunno con la drammatica “Ave Maria, no, no !”. Nel 1977 arrivano terzi al Festival di Sanremo con “Monica”: indi pubblicano altri due 45 giri che sono la già ricordata versione moderna di “Fenesta vascia” e “Gabbiano”.
In quegli anni, in sala d’incisione, familiarizzano con una bambina molto carina con cui, nelle pause di registrazione, giocano volentieri. E’ la figlia di un compagno di scuderia, Juli (ossia Giulio Todrani, che fa coppia in quel periodo con la palermitana Angela Cracchiolo in arte Julie: il duo “Julie and Juli” ha enorme successo in quel periodo), e si chiama Giorgia: da grande diventerà una delle cantanti italiane più note e di successo.
Nel 1978 ha un buon riscontro il 45 giri “Manuela, amore”,ma poco dopo vi è la rottura con il produttore Elio Palumbo, che non ha mai trattato bene i singoli componenti il complesso, pagandoli poco e male. Questo è il motivo per il quale, nel 1979, il singolo “Venezia” e l’album “Venus Serenade” hanno scarso successo. In più, il chitarrista Massimo Caso abbandona il gruppo e si stabilisce a Milano, ove aprirà più avanti una sala d’incisione. L’anno successivo ecco “Ti perdono, amore mio”, singolo e 33 giri più fortunati all’estero che non in Italia, e un’antologia di successi messa in circolazione da una piccola etichetta romana, la MIA Records. Un’analoga raccolta sarà pubblicata nel 1983 dalla RCA, che ha rilevato nel frattempo il catalogo YEP, nella famosissima collana economica “Lineatre”. Proseguono intanto le nuove pubblicazioni a 45 giri: ecco nel 1982 “Amore fragile” e “Questa melodia”, nel 1983 “Lassù” e nel 1984 “Maledetto cuore”. Da non sottovalutare le tournèes all’estero: tra le tante esibizioni in terra straniera vale la pena ricordare quella tenuta al “Madison Square Garden” di Nuova York, in occasione di una serata dedicata ai nostri immigrati negli Stati Uniti d’America, con la partecipazione, tra gli altri, di Rosanna Fratello e Massimo Ranieri.
Nel 1990 esce dalla formazione Gianni Galizia per completare gli studi universitari di Ingegneria Meccanica e Industriale. Nel 1994 viene pubblicato, dopo qualcosa come quattordici anni, un nuovo album di inediti, “1994 – Per un mondo migliore”.
Oggi il gruppo mantiene tre dei fondatori originari (Pietro, Mimmo e Donato), con in più il giovane chitarrista Pako Sasso. Pietro Barbella è fra gli interpreti della canzone Stile Italiano uscita nel 2016, sigla della trasmissione radiofonica Stile italiano la storia della canzone italiana raccontata dai suoi protagonisti condotta da Massimo Emanuelli.

Massimo Emanuelli e Cesare Borrometi vi aspettano a partire da venerdì 3 dicembre alle ore 19 su Stazione Universo con Pietro Barbella dei Santo California per ascoltarci cliccate

https://www.mixcloud.com/live/stazioneuniverso/?fbclid=IwAR3lGqm6O7opKZ_OJXH0rjUEJ-OdUgkUZZGjw81cINdMh2F6tNZxCpTRW58

Repliche

Domenica 5 dicembre ore 16 su Radio Hemingway

http://www.radiohemingway.net

Lunedì 6 dicembre ore 11 su Stazione Universo

https://www.mixcloud.com/live/stazioneuniverso/?fbclid=IwAR3lGqm6O7opKZ_OJXH0rjUEJ-OdUgkUZZGjw81cINdMh2F6tNZxCpTRW58

Martedì 7 dicembre ore 12,00 su Radio Blu Italia

http://www.radiobluitalia.net

Giovedì 8 dicembre ore 13,30 su Onda Radio Firenze

https://www.ondaradiofirenze.com/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...