Homo Sapiens

di Fabio Rosati

 

Nati nel 1966 nei dintorni di Firenze come I Tarli, nel 1971 cambiano il loro nome in Homo Sapiens. La formazione iniziale vede al basso il cantante e leader Marzio Mazzanti, affiancato dal chitarrista Rodolfo Maltese, poi passato al Banco del Mutuo Soccorso e sostituito da Maurizio Nuti, dal tastierista Robustiano “Roby” Pellegrini e dal cantante e batterista Claudio Lumetta. Nel 1972 propongono una cover di Un’estate fa di Michel Fugain con testo di Franco Califano.
Considerati tra i gruppi più rappresentativi della canzone melodica italiana, nel 1974 si fanno notare con il brano Oh Mary Lou con il quale partecipano a Un disco per l’estate. L’anno seguente raggiungono il successo internazionale con Tornerai tornerò incisa in ben 56 versioni e in 6 lingue. Dopo i successi dei singoli Lei lei lei e Pecos Bill, nel 1977 vincono il Festival di Sanremo con Bella da morire, che rimane uno dei loro pezzi più famosi ed apprezzati. Curiosamente il brano doveva essere eseguito da Mal che però dovette rinunciare alla partecipazione al festival a causa degli impegni professionali seguiti al clamoroso successo della canzone Furia.

Dopo aver pubblicato 6 album e 12 singoli, tra cui le hit Due mele, Voglio amarti di più, Firenze sogna e Acapulco Mexico, nel 1982 si sciolgono, anche a causa della crisi della discografia italiana. Ritornano nel 1990 con il tastierista Stefano Vincenti in sostituzione di Roby Pellegrini. Negli anni duemila rimaneggiano più volte la formazione con l’inserimento di nuovi elementi come la vocalist Simona Cerrai e Alessio Mosti. La formazione attuale è composta da Mazzanti, Nuti, Lumetta, Vincenti, Novi e Petti.

Nel 2017, in occasione dei 40 anni di Bella da morire, viene pubblicato un cofanetto con tutti i successi del gruppo, seguito, l’anno successivo, da una nuova versione del brano.
Il gruppo attualmente è molto attivo nel circuito delle serate dal vivo con uno spettacolo molto coinvolgente che ripercorre 30 anni di storia della musica italiana e internazionale. Nel 2019 è prevista la partecipazione di Maurizio Nuti, uno dei componenti storici del gruppo, al programma radiofonico Stile italiano la storia della canzone italiana raccontata dai suoi protagonisti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...