Sanremo 2020 I giovani in gara stasera: Gabriella Martinelli e Lula

Marika Cassimatis docente genovese, leader della lista civica Base Costituzionale, già candidata sindaco di Genova per il Movimento 5 Stelle votata regolarmente dalla base ma sfiduciata da Beppe Grillo con metodi dittatoriali: “non va bene meglio un altro, fidatevi di me…” minaccia un esposto nei confronti di Amadeus e della Rai se sul palco dell’Ariston salirà Junior Cally.
Antonio Signore, di Focene, 28 anni, in arte Junior Cally, reo di avere scritto brani sessisti, dal canto suo, dichiara: “E’ assurdo, per quattro strofe di una canzone di tre anni fa, Strega. Sono scosso… Mi sono svegliato una mattina e mi sono trovato sbattuto in prima pagina con parole come “pedofilo”, “misogino”. Sui social mi hanno massacrato: messaggi come “tua madre dovrebbe vergognarsi di avere partorito un essere diabolico come te”, “ci auguriamo che tua madre venga stuprata”. E potrei continuare… Il brano che porto a Sanremo è contro l’italiano medio.. Canto di una politica che non esiste. Di una tutela che non c’è”.
Abbiamo ascoltato il suo brano, in esso vi è una critica a Matteo Salvini e a Matteo Renzi, Junior Cally ha ammesso di avere votato per i 5 Stelle e che ora voterebbe per le sardine, e qualcuno ironicamente minaccia un altro esposto nei suoi confronti per questo… Il suo brano è ultra rap, ha toni anti populisti, critica i luoghi comuni, non ci sarà da stupirci se fra qualche mese Junior Cally, come molti ex elettori di sinistra, poi 5 Stelle, voterà per Giorgia Meloni…
Da martedì 4 febbraio ogni giorno alle ore 18 andremo in onda con Cantando Sanremo su Radio Regione 100 e alle 20 su Radio Hemingway, si inizierà oggi con ospite Marco Sentieri (che presenta un brano con tema il bullismo), le previsioni di “cavallo pazzo”, Marco Fiore dei Reclame ci presenta i giovani, Massimo Emanuelli presenta i 12 Big. Nella puntata in onda mercoledì 5 febbraio ospite Enrico Nigiotti, intervento di Marika Cassimatis (Junior Cally salirà sul palco e partirà l’esposto), lo stilista Rizieri farà le pagelle del look, e ci porterà Le Vibrazioni, Emanuelli e “cavallo pazzo” ribadiranno il nome di colui che vincerà Sanremo: cronaca di una vittoria (non) annunciata.
Vi aspettiamo tutte le sere alle 18 su http://www.radioregione100.it
e alle 20 su http://www.radiohemingway.net

Ascolta il promo

CHI SONO GABRIELLA MARTINELLI E LULA

di Cesare Borrometi

GABRIELE MARTINELLI LULA (2)Gabriella Martinelli nasce a Roma nel 1986, ma si stabilisce presto in provincia di Taranto con la famiglia. La madre la avvìa all’ascolto dei cantautori impegnati anni ’70. Nella città ionica pugliese ella frequenta i corsi del Conservatorio “Giovanni Paisiello”, imparando a suonare alcuni strumenti (il preferito dei quali si rivela la chitarra) e si occupa di recitazione, tanto che nel 2005 vince una borsa di studio che le permette di frequentare i corsi dell’Accademia “Corrado Pani” di Roma, gestiti dai fratelli Insegno, passando poi all’Officina delle Arti “Pier Paolo Pasolini”. Proprio durante quel periodo ella si scopre cantautrice e decide di farsi ascoltare piazzandosi con la chitarra acustica a tracolla sotto i palazzi delle case discografiche e delle radio romane e milanesi, intenta ad esibirsi in alcune sue composizioni. Prima o poi, qualcuno dovrà apprezzare il suo stile originale: hanno così inizio le partecipazioni a concorsi vari e a “talent shows” televisivi, come “X Factor” e “The Voice of Italy”. Del 2014 è il successo al Premio “Musicultura” di Recanati e nel 2015 ecco il primo disco, l’album “Ricordati di essere felice”. Segue un giro europeo come artista di strada. Del 2018 è il suo lavoro più noto, “La pancia è un cervello col buco”, otto storie musicali di donne che brillano per originalità e freschezza. Una curiosità: Gabriella chiude le sue serate eseguendo sempre “A muso duro”, la splendida canzone di Pierangelo Bertoli nel cui testo ella si riconosce.
Lula (vero nome Lucrezia Barker Di Fiandra) nasce a Roma il 21 aprile del 1995 e consegue la maturità classica al Liceo Aristofane. Oltre a giocare a pallacanestro nella squadra femminile del quartiere di Montesacro, si dedica alla musica: dopo aver appreso alcune linee di basso elettrico e acustico dal fratello maggiore, studia canto e batteria presso la scuola “Percento Musica” . Scrive canzoni da qualche anno, dopo aver militato in alcuni complessi giovanili. Attualmente Lucrezia è anche percussionista del quartetto “cover” femminile “Female Singers Tribute”, attivo nella Capitale e capeggiato dalla cantante-chitarrista calabrese Simona Colonnese.
A Sanremo Gabriella Martinelli e Lula eseguiranno una loro canzone di denuncia sociale, “Il gigante d’acciaio”, sul tema degli stabilimenti industriali dell’ILVA di Taranto e dei tanti decessi avvenuti in zona a seguito dell’amianto cancerogeno.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...