Covid 7332 casi impennata il numero più alto di sempre. Lombardia e Milano il top (i pazienti arrivano a getto continuo nei pronti soccorso). Nessuno prende decisioni l’economia prima della vita delle persone

Aumentano le terapie intensive, le terapie intesive, i ricoverati, i contagiati. Secondo alcuni virologi le misure del governo sono troppo blande, secondo alcuni dementi “il covid non esiste, è stato inventato per vendere mascherine, per metterci a tacere”. Secondo quasi tutti i politici, l’economia viene prima di tutto, in secondo luogo la scuola. Strano per chi ha sempre da 25 anni a questa parte completamente dimenticato il mondo della scuola e fatto incredibili danni al sistema scolastico e sanitario con drastici tagli. Destra, sinistra e 5 stelle cercano solo il proprio consenso elettorale, incuranti del parere di virologi non ideologizzati politicamente. Del resto un virologo osannato da una parte politica aveva previsto la fine del covid e l’assoluta impossibilità di un ritorno, di una seconda ondata, annunciando un virus ormai debole. Il governo nazionale ha usato (con un paio di settimane di ritardo) a marzo misure restrittive che hanno permesso all’Italia di uscire dal tunnel, salvo poi allentare tutto sperando nel buon senso dei cittadini. Ora si torna a misure blande o a misure tardive. L’economia e la scuola prima di tutto. Poltici di tutti gli orientaenti che avrebbero dovuto dare il buon esempio a marzo hanno fatto dichiarazioni insensate e irresponsabili usando comportamenti irresponsabili. Anche se, a onor del vero, qualcuno ha poi chiesto scusa, altri, incuranti hanno continuato e continuano nel fare dichiarazioni avventate.

Ma il governo nazionale cade in contraddizione dalle misure drastiche (che però si sono rivelate salutari) a misure troppo permissive anche se, dall’opposizione eredi di partiti dittatoriali o inneggianti ai pieni poteri, ora parlano di “dittatura governativa”. Una confusione generale nella quale ogni leader politico cerca soltanto il proprio consenso e tornaconto incurante dei cittadini. Eccezion fatta, a parer mio, di quattro politici che usano il buon senso (uno di Leu, uno della Lega, uno ex Pd, e un 5 Stelle, ma voci isolate dal coro dei rispettivi partiti). E i vari ultrà dei vari partiti le sparano ancora più grosse. Ormai persone senza titoli di studio, ignoranti (nel senso di ignorare), sono medici, virologi, docenti, giornalisti, economisti e intervengono su tutto lo scibile umano. “La rete ha dato parola agli imbecilli” sosteneva giustamente Umberto Eco. Mi auguro (utopia) che la classe politica e i cittadini usino il buon senso e ascoltino il parere di virologi non schierati ideologicamente in questo delicatissimo frangente. Poi logico torneranno finita l’emergenza Covid le divisioni ideologiche fra destra, sinistra e 5 stelle, ma almeno in questo frangente si lavori per la salute delle persone, e non si pensi ai tornaconti elettorali, come tutti stanno facendo.

P.S.: Mentre finivo l’articolo anche il politico di Leu ha sparato la sua cazzata. Ora ad usare il buon senso son rimasti in tre (il leghista, l’ex Pd e il penstellato) chissà se entro sera anche loro si adegueranno alle sciocchezze. Come cantava Domenico Modugno: “siam rimasti in tre, tre somari e tre briganti sulla strada di Girgenti, solo tre”.

Ulteriore aggiornamento: “un politico del Pd (uno solo) non parlamentare ma presidente di Regione sta usando il buon senso, Lega (anche un governatore leghista ragione) e Pd 1 a 1.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...