Didattica a distanza anche in Basilicata, Azzolina arriva allo scontro anche con il governatore lombardo sostenuta da sindaci che guardano ai loro interessi elettorali e non alla salute dei cittadini

Anche la Regione Basilicata opta per la didattica a distanza, ormai sono tantissimi i Presidenti di Regione che hanno optato (chi in forma parziale limitatamente alle scuole superiori, chi in misura totale, sempre per sole sole scuole superiori) per tale scelta. La strada è stata aperta dal governatore campano Vincenzo De Luca, l’unico finora a prendere decisione drastiche anche se sofferte. Il governatore De Luca è stato intimidito dalla ministra Azzolina e da alcuni genitori che non sanno educare i propri figli e li parcheggiano a scuola, che non sanno che ragazzini asintomatici (95% secondo un virologo) infettano gli stessi genitori, i nonni, i passeggeri degli autobus, il personale della scuola). Il Tar però ha dato ragione a De Luca il quale non ha negato alcun diritto all’istruzione (che prosegue in remoto) ma ha salvaguardato la salute dei suoi corregionali, che viene prima di ogni cosa.

La ministra non ne ha indovinata una. dapprima ha pensato ai banchi a rotelle (peraltro non arrivati in alcune scuole), non si è preoccupata di parlare con la sua collega dei trasporti.. Ha insistito su un concorso per i docenti quando poteva assumere i precari evitando di fare spostare da una regione all’altra 64.000 docenti (molte cattedre sono scoperte ad un mese e mezzo dall’inizio della scuola… mai successo…). Inoltre la ministra sciorina dati sui contagi nelle scuole che non coincidono con quelli dei Presidenti di Regione. O mentono tutti i Presidenti di Regione (di destra e di sinistra) o mente la ministra. La ministra vincitrice di concorso per dirigente scolastico quando era deputata 5 Stelle e membro della Commissione Istruzione e Cultura della Camera, che per Statuto si occupa di concorsi scolastici (conflitto di interessi) ha secretato poi gli atti. Il Presidente della Commissione prof.Arcangeli dichiara che Azzolina prese insufficiente in inglese e zero in informatica non rispondendo alle domande. Sempre secondo il prof. Arcangeli, che chiede le dimissioni del ministro, Azzolina se l’è cavata solo in diritto.

Per i suoi capricci, la sua incompetenza, le sue bizze, l’essersi fissata, si mette a repentaglio la vita di tante persone. La ministra vuole ora arrivare allo scontro con il governatore lombardo Fontana, arriverà a scontrarsi anche con gli altri Presidenti di Regione? Si è arrivati al paradosso di governatori coraggiosi (De Luca e Fontana) che si sono scontrati con i propri leader di partito a salvaguardia dei propri corregionali. Nel caso di De Luca lo scontro è stato con il segretario del Pd Zingaretti, che non esterna l’incompetenza di Azzolina pubblicamente, ma lo fa con gli intimi e che, come Presidente della Regione Lazio opta per la didattica a distanza. Nel caso di Fontana lo scontro è con Matteo Salvini che attacca la ministra strumentalmente ma poi ne sposa la linea della didattica in presenza… A confondere ancor più le idee ci sono sindaci che per ragioni elettorali (per avere il voto dei genitori degli studenti) oltre a mettere a repentaglio la vita dei cittadini, a non avere rispetto degli operatori della sanità e a non risolvere il problema dei trasporti vogliono le scuole aperte. Venerdì riunione in remoto dei sindaci con il Presidente Fontana. Ma perchè i sindaci non si riuniscono in una scuola con tanti bravi ragazzini in un’aula di dieci metri quadrati arrivandoci con mezzi pubblici? Infine è veramente scandaloso che alla Camera si pensi di fare riunioni in remoto poichè li si estendono i contagi (15 deputati contagiati) di fare riunioni in remoto. Ma perchè no fanno le riunioni in un’aula di dieci metri quadrati come a scuola? Recandosi alla Camera su mezzi pubblici? Altra cosa paradossale è che uno di questi sindaci aveva sempre definito incompetente Azzolina, ora la difende, per calcoli elettorali o per avere una poltrona nazionale. Oppure per volere di un partito che lo sostiene? Il Pd si è pronunciato tardivamente contro il concorso di Azzolina (solo la sera prima dello svolgimento del concorso). Secondo il Pd l’ostinazione di Azzolina in una situazione di escalation della pandemia è «gravissima». Una vera e propria «forzatura portata avanti contro ogni buon senso e contro ogni ragionevolezza». Per i dem la ministra si sta assumendo « una responsabilità enorme, mettendo a rischio la salute di oltre 60mila partecipanti, del personale impegnato nello svolgimento delle prove, delle loro famiglie». Anche Graziano Del Rio ha lanciato un avvertimento al premier Conte. “Nella prima fase ci siamo sentiti più forti perché il Paese si è stretto intorno al governo. Non vorrei che questa seconda fase portasse alla sfiducia nelle istituzioni, a un minore senso di affidamento e protezione. Io vorrei che lei, presidente, sentisse il sostegno convinto del Pd ma anche che non dimentichi la fragilità, l’angoscia, l’impazienza e la rabbia che sta montando nel Paese. Serve un ascolto operoso per meglio organizzare i trasporti, i tracciamenti, tempi di prenotazione dei test e refertazione adeguati. Dobbiamo mettere in campo uno sforzo ancora maggiore, senza guardare ai sondaggi”. A quali misure pensa Del Rio? Senz’altro più severe, perdendo certo consensi da parte di qualcuno ma garantendo la salute delle persone. Ma attenzione potrebbe essere l’ennesima sceneggiata della politica italiana che coinvolge tutti i partiti, di maggioranza e di opposizione.

Torneremo sull’argomento a partire da sabato 24 ottobre alle ore 22 su Radio Hemingway ospite sarà il prof. Paolo Bosisio con il quale parleremo di teatro, cultura, scuola, Università, de Il collegio e, inevitabile ahimè, di covid e scuola.

Vi aspettiamo sabato 24 ottobre alle ore 22 su Radio Hemingway per ascoltarci cliccate

http://www.radiohemingway.net


Radio Free Live lunedì  ore 17,30

Homepage

Martedì alle 13 su Radio Musica Mozzello

http://radiomusica.mozello.it/chat/

Radio Regione 100 martedì alle 19,30

http://www.radioregione100.it/embed/#?secret=URYDko1CN9

 mercoledì alle ore su Radio Blu Italia

per ascoltarci cliccate

http://www.radioblutialia.net

Radio Hemingway sabato alle 22
http://www.radiohemingway.net

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...