E’ morta Raffaella Carrà

E’ morta Raffaella Carrà, a darne il triste annuncio è stato Sergio Japino:  “Raffaella ci ha lasciati. E’ andata in un mondo migliore, dove la sua umanità, la sua inconfondibile risata e il suo straordinario talento risplenderanno per sempre”.  E’ difficile riassumere la carriera di questa straordinaria artista che ha segnato la storia dello spettacolo italiano, un’icona, una persona entrata fin dagli anni ’70 nelle case di tutti gli italiani. Raffaella Maria Roberta Pelloni era nata a Bologna il 18 giugno 1943, aveva iniziato la propria carriera nel cinema negli anni ’50 e ’60, dopo avere assunto il nome d’arte di Raffaella Carrà (dal pittore Carlo Carrà) aveva poi esordito in radio nel 1969 con Raffaella con il microfono a tracolla incontri casuali con celebrità e gente della strada ambientate in situazioni particolarmente curiose, la Carrà realizza una serie di interviste. Quindi il passaggio in televisione con il primo grande successo Io, Agata e tu con Nino Taranto e Nino Ferrer. Il top negli anni ’70: due edizioni di Canzonissima al fianco di Corrado (1970, con le sigle di apertura Ma che musica maestro, Chissà se va, Maga Maghella, Tuca tuca, Din Don dan), , Milleluci, l’edizione 1974/75 di Canzonissima, Ma che sera. Negli anni ’80 Fantastico 3, Pronto Raffaella? il primo programma della Rai in onda a mezzogiorno con il “gioco dei fagioli, Buonasera Raffaella. Nel 1987 il passaggio alla Fininvest per poi tornare in Rai nel 1990. Bisogna poi ricordare alcune sue hits canore, oltre a quelle già citate: A far l’amore comincia tu, Forte forte forte, Fiesta, Tanti auguri. Lo show del ritorno in Rai fu Raffaella venerdì sabato e domenica. E saranno famosi, quindi sarà la volta di Ricomincio da due, Cuando calienta el sol, un’atra edizione di Fantastico con Jonny Dorelli. Successivamente spopolò in Spagna su Tve1 e Telecinco. E’ ancora la Carrà, nella seconda metà degli anni ’90, a risollevare le sorti dello show abbinato alla lotteria di Capodanno con Carramba che sorpresa/che fortuna, quindi conduce un’edizione del Festival di Sanremo, infine Sogni, Amore, The voice of Italy, Forte forte forte, A raccontare comincia tu. Raffaella Carrà è stata un pezzo di storia del costume, del varietà e della televisione.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...