TeleBoario

TELEBOARIO

 

L’emittente iniziò la sua attività nel 1978 a Darfo Terme con il nome di Tele Radio Valle Camuna, da una costola dell’emittente radiofonica Radio Valle Camonica, per iniziativa di Eugenio Fontana, Angelo Farisoglio e Armando Piccinelli, la sua zona di copertura va dalla Valle Camonica al Lago d’Iseo. Nel 1979 l’emittente assume la denominazione di Tele Valle Camuna, nel 1980 quella definitiva di TeleBoario con l’acronimo Tb che compare sullo schermo e sui cubetti dei microfoni. Sempre nel 1980 la sede viene trasferita a Boario Terme in piazza Medaglie d’Oro.  TeleBoario propone un tg, al quale lavora, fra gli altri Emanuele Tirelli, oggi corrispondente del Corriere della Sera da Brescia e addetto stampa della Provincia di Brescia. Oltre al tg, punto forte dell’emittente negli anni ’80 e ’90, TeleBoario propone incontri di calcio e servizi su manifestazioni sportive varie, film e telefilm. Il salto di qualità, con ampliamento del bacino di utenza, dei macchinari e del palinsesto lo si ha nel 2000 quando l’emittente viene acquistata dal giovane imprenditore Pierluigi Alborghetti. Le edizioni del tg, dirette da Paola Cominelli, raddoppiano, aumentano i servizi, partono rubriche sportive e varie, TeleBoario amplia i propri studi e va su internet, molti sono i progetti del dinamico imprenditore che fa aumentare il radicamento dell’emittente ed amplia il bacino di utenza. Ma il 14 giugno 2002 Pierluigi Alborghetti muore in un incidente stradale, in segno di lutto l’emittente ha sospeso per un giorno le trasmissioni. Per una tragica ironia della sorte proprio qualche giorno prima della morte dell’editore aveva iniziato una campagna sulla scarsa sicurezza sicurezza della Statale 110, la strada dove Pierluigi Alborghetti ha perso la vita.  Il 14 giugno 2002 appare soltanto il mondoscopio “Teleboario oggi si ferma per l’improvvisa scomparsa del suo Editore Pierluigi Alborghetti, alle 12,30 e alle 18,50 in diretta trasmetteremo i telegiornali in forma ridotta.  “Siamo tutti costernati per la scomparsa nostro editore – ha affermato addolorata Paola Cominelli, direttore responsabile dell’emittente – Pierluigi Alborghetti era un uomo vulcanico pieno di vita e di idee, aveva ribaltato la nostra emittente televisiva, portando numerosissime novità, quali l’apertura di una nuova sede dislocata ad Edolo. Era fermamente intenzionato ad aprirne un’altra ad Iseo. Ci aveva detto che l’avrebbe fatto presto. Intanto c’era stata la ristrutturazione della sede centrale con i nuovi uffici, i nuovi spazi, e il nuovo portale, perché diceva che la nostra televisione doveva arrivare sul territorio fra la gente. Pierluigi non si fermava mai, aveva sempre tanti progetti e credeva in quello che faceva”.

Con la morte dell’editore l’emittente viene rilevata dalla figlia Emanuela che gestisce l’emittente con i soci del padre dalla fine del giugno 2002 fino al giugno 2004, è un momento di crisi e di stagnazione per TeleBoario, nel giugno 2004 l’emittente viene acquistata da Rolando Pellegrinelli, imprenditore del settore degli impianti televisivi ed attuale editore dell’emittente che la rilancia investendo in tecnologia e in risorse umane.

Oggi TeleBoario ha due edizioni del tg (una alle 12,30 con replica alle 15,30;  ed una alle 19,00 con replica alle 23), durante la notte (dalle 00,00 alle 7,00) viene replicato il meglio del tg. TeleBoario presenta anche una rassegna stampa della durata di 15 minuti (TB PRESS) ogni mattina, poi replicata alle 12,45.  Il direttore della testata è Francesco Guizza che dal 2004 sostituisce Paola Cominelli, al servizio di Guizza ci sono dodici giornalisti fra i quali Claudio Lippi, non lo storico conduttore, ma un omonimo trentaseienne giornalista milanese.

Tutte le mattine dalle 11 alle 12,20 va in onda CHIARAMENTE DI MATTINA, programma condotto da Chiara Giacomelli. TeleBoario punta molto anche sullo sport:  oltre all’appuntamento quotidiano di cinque minuti in coda al tg delle 19 (TG SPORT), l’emittente segue tutti gli sport: volo a vela, barca, equitazione, tiro al piattello, sport per i disabili.  Ogni lunedì alle 19,45 viene mandata in onda una partita di calcio, il martedì sera va in onda il talk-show politico BOTTA E RISPOSTA.  L’appuntamento del venerdì sera è con L’OSTERIA DELLA CANTADA, da un teatro della zona Giacomo Melotti (cantastorie e fisarmonicista) e la sua spalla Giannino Batticchia invitano il pubblico ad esibirsi. Il giovedì sera va in onda la rubrica a cura del C.S.I (Centro Sportivo Italiano), altro programma cult è DILLO A BEPPE, programma condotto da Beppe Rota, che va in giro a fare domande alle persone sui temi più disparati.  Il sabato sera è invece dedicato alle repliche del meglio delle rubriche andate in onda nel corso della settimana.  Dal 30 giugno 2006 va in onda GRANDHOTEL EXCELSIOR.

La domenica alle 8 del mattino TeleBoario manda in onda la Santa Messa, registrata il sabato sera in una parrocchia della zona: “la Messa televisiva dura 45 minuti – dice Francesco Guizza, direttore dell’emittente – ciò è concordato con i parroci che ci tengono molto alla messa in onda”. Molto seguita è anche la rubrica del sabato LA PAROLA DEL SIGNORE, curata da Padre Natale, un padre francescano.

Ha esordito su TeleBoario Belen Rodriguez. La zona di copertura è dal passo del Tonale fino in Val Cavallina, la zona di Clusone, Sarnico-Villongo sulla sponda bergamasca del lago.  I dati Auditel hanno registrato 150.000 telespettatori al giorno per TeleBoario. TeleBoario è molto attrezzata dal punto di vista tecnico: ha una regia mobile e con i ponti realizza molte dirette televisive, ad esempio in occasione delle varie fiere dell’Expo, della Messa di Pasqua, di varie manifestazioni sportive, come, ad esempio, il recente campionato mondiale di trial.  Nell’estate 2006 TeleBoario propone FORZA AZZURRA, dedicato ai mondiali di calcio. Nel 2009 l’emittente è stata premiata da Millecanali, nel 2011 ha allargato la propria area di copertura anche a Brescia città.  Con l’avvento del digitale terrestre l’emittente aumenta la propria offerta ed è oggi visibile tramite il mux che comprende Teleboario 1, TeleBoario Enti e Comuni, Teleboario Sport e Comuni, Teleboario Sport e News, Teleboario Storia (poi chiuso) oltre alle emittenti esterne: Brescia Tv, Super Tv, Telepontedilegno e Antenna 2 di Clusone.

Nel gennaio 2017 l’emittente è stata acquistata da Agostino Rabizzi, editore di Super Tv.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...