Rosanna Vaudetti

rosanna vaudetti altra fotoRosanna Vaudetti nasce ad Ancona il 19 dicembre 1937, figlia di Vito un agente cinematografico e di Erislia De Felice, una casalinga diplomatasi maestra, durante a guerra la famiglia Vaudetti è sfollata a San Ginesio. Nel dopoguerra Rosanna torna ad Ancona dove frequenta le scuole dell’obbligo, quindi si iscrive al liceo ed inizia recitare nella compagnia filodrammatica Entramba diretta da Livio Arena, la grande occasione arriva con la commedia Autunno di Gherardo Gherardi, Rosanna è la protagonista dello spettacolo. Quindi è la volta di Sogno di una notte di mezza estate in occasione dell’inaugurazione del Teatro Sperimentale di Ancona. Laureatasi in scienze politiche sogna di fare la giornalista, inizia infatti a collaborare con La Voce Adriatica, testata per cui si occupa di moda, recensioni letterarie e cronache d’arte. Inizia quindi a collaborare con Radio Ancona, in qualità di annunciatrice prima e di attrice poi nel settimanale regionale di varietà, nel giro di un anno e mezzo la sua voce diventa famgiliare agli abitanti dell’aconitano e delle Marche. Nel 1960 Rosanna partecipa ad un concorso per annunciatrici indetto dalla Rai moltissime ragazze selezionate, ma pochissime vengono selezionate. Vinto il concorso frequenta un corso di perfezionamento a Firenze con una borsa di studio di 60.000 lire al mese “si sgobbava sodo per otto ore al giorno, dovevamo studiare, fra le altre materie, quattro lingue straniere, più la pronuncia di altre dieci”.

“Alle selezioni conobbi Anna Maria Gambineri, Aba Cercato Nicoletta Orsomando e Mariolina Cannuli, al corso Gabriella Farinon e Nives Zegna. Mie insegnanti furono Evi Maltagliati e Maria Luisa Boncompagni: “io volevo fare l’annunciatrice radiofonica ad Ancona, fu Maria Luisa Boncompagni a convincermi di continuare la selezione per la tv: “sei antiquata – mi disse – la radio si faceva ai miei tempi, ora il futuro è della televisione”.  Sotto la guida di Evi Maltagliati oltre a Rosanna Vaudetti ci sono: Graziella Antonioli, Gabriella Farinon, Maria Grazia Picchetti, Anna Maria Xerry De Caro, Mariolina Cannuli e Laura Efrikian.   Rosanna Vaudetti  vince il concorso, unitamente a Gabriella Farinon, e nel 1961 entra in Rai con un contratto a tempo indeterminato.  Rosanna Vaudetti dà battesimo, dagli studi di Torino, l’allora Secondo canale Rai. sesto nel 1962 presenta l’incontro internazionale di cori universitari da Torino.

rosanna vaudetti prima fotoAnnunciatrice del secondo canale Rai incarico che manterrà fino alla pensione, Rosanna Vaudetti inizia anche a condurre a partire dal 1964: presenta infatti sul programma Le tre arti, rassegna di scultura, pittura e architettura.  Sempre nel 1964 presenta in radio la ima edizione di Un Disco per l’Estate, già nel 1964 Rosanna è così popolare che le viene dedicata una copertina del Radiocorriere Tv, in occasione delle elezioni amministrative indette per il 22 novembre 1964  è scelta come testimonial per invitare gli italiani a recarsi alle urne: “per ciascuno di noi il voto non è soltanto un diritto, ma un dovere sociale”.

Nel 1965 Rosanna viene trasferita dalla sede Rai di Torino a quella di Milano, qui incontra il suo futuro marito: il regista Antonio Moretti, quindi conduce Parata Disney, L’amico libro (esperienze che si ripete anche nel 1966), Circo di Moira Orfei e Quindici minuti con Torrebruno (in onda fino al 1969). Dal 1966 al 1968 presenta la Mostra del Film per ragazzi, nel 1968 è la volta del Festivalbar (esperienza che ripeterà nel 1970) e il Recital Lirico del Soprano Elena Suliotis.   Nel 1969 Rosanna Vaudetti si sposta definitivamente nella sede Rai di Roma, sempre a partire dal 1969, in alternativa con altre annunciatrici, compare ad Oggi al Parlamento e a Che Tempo Fa (esperienze che dureranno fino all’inizio degli anni ’90), ancora nel 1969 presenta il Recital Lirico di Margherita Rinaldi.

rosanna vaudetti giulio marchettiAll’inizio degli anni ’70 presenta il Concerto della Banda dei Carabinieri (esperienza che ripeterà per tantissimi anni), il 26 agosto 1972 è il primo volto trasmesso a colori dalla televisione italiana durante le prove tecniche realizzate in occasione dei Giochi olimpici di Monaco. sempre nel 1972 conduce Sinfonie d’Opera, nel 1973 è la volta di Protagonisti alla ribalta e del Concerto di fine estate. Dal 1971 al 1975 presenta Giochi senza frontiere e Giochi sotto l’albero (1971, 1972 e 1973).rosanna vaudetti tv sorrisi e canzoni Nel 1974 è la volta di Concerto della Banda del Corpo delle Guardie di Pubblica sicurezza e dell’EuroFestival (esperienza che ripeterà nel 1979 e nel 1985), seguiranno: Canti e Danze dell’Ucraina (1976), Prime Donne (1976), Domenica In (dal 1976 al 1982 in alternata alle altre annunciatrici), A tu per tu (1977), Spaziolibero (1977-1990, alternata alle altre annunciatrici), Un circo sotto la stella (Rete 1, 1978), Concerto della Fanfara dei Bersaglieri (1978). Pur continuando a fare l’annunciatrice anche negli anni ’80 e ’90 non rinuncia alla conduzione: Il Pollice (1981-1985), Premio Chianciano della Critica Televisiva (1982 e 1988), Concerto della Banda dell’Esercito Italiano (1982 e 1991), Concentus Antiqui (1982), Un’isola da trovare (Rete 1, 1982), sempre nel 1982 compare nel film-tv Morto Troisi, viva Troisi! per la regia di Massimorosanna vaudetit tele sette (2) Troisi (1982), quindi è la volta del Premio Ischia internazionale di giornalismo (1982 1983-1984), Abetonissimo (1983), Il giorno prima – speciale Festival dei Due Mondi di rosanna vaudetti intimitàSpoleto (1983), XXVI Festival dei Due Mondi di Spoleto (1983), Spoleto in mostra (1983), Concerto in Piazza (1983), Viaggio nella maglia (1983), Colonna sonora (1984-1986). Concerto della Banda musicale della Polizia di Stato (1985, 1987-1988, 1994-1995), Le Ragioni della Speranza (1986), David di Donatello (1986, 1988, 1992-1994), Premio Navicella (1986, 1990), Fortunissima (1987-1994), CaniGatti & C (1988-1989), Concerto del quintetto di ottoni Rossini (1992). Meteo 3 (1992-1999, alternata alle altre annunciatrici), Gli italiani ridevano con… (1995), Fermata d’autobus (1998). Nel 1998 va in pensione, dà il suo ultimo annuncio in qualità di ospite della trasmissione Carramba che sorpresa condotta da Raffaella Carrà.

rosanna vaudetti figurine sorrisi e canzoniPer quasi quarant’anni Rosanna Vaudetti è entra nelle case degli italiani come “signorina buonasera”, nel 1998 le viene è riconosciuta l’onorificenza di Commendatore Ordine al merito della Repubblica Italiana da parte dell’allora Presidente della Repubblica Italiana, Oscar Luigi Scalfaro. Anche dopo il pensionamento non ha rinunciato ad apparizioni televisive: Su e giù (Rai1, 1999), Un secolo di domande (Sat2000, 1999-2000), Souvenir d’Italie (Telemontecarlo, 1999-2000), Concerto per la Pace (Sat2000, 2000), L’Italia a Tavola (Sat2000, 2001), Casa Alice (Alice, 2003), La Domenica di Alice (Alice, 2008), La prova del cuoco (Rai 1, 2011-2012) nel ruolo di giurata, Incantesimo 10, serie TV (Rai1, 2008), Dieci cose (Rai1, 2016).  Il 25 settembre 2019 compare come ospite della trasmissione Vieni da me per parlare della sua nipotina, il 9 novembre 2019 è apparsa nel programma Le ragazze in onda su Rai3 per raccontare la sua storia.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...