Le spese pazze di Di Maio (superano quelle di Gentiloni) la casa dell’ex ministro pentastellata Trenta. Io quelli li conosco non hanno mai mangiato, ora si siedono alla tavola del governo, si abbufferanno e non si alzeranno più

Nel marzo 2018 avevo anticipato in radio (unitamente all’allora direttore de La Repubblica Mario Calabresi e al giornalista Jacopo Jacoboni de La Stampa) la futura alleanza del Movimento 5 Stelle con la Lega, non so quali fonti avessero Calabresi e Jacoboni (quest’ultimo l’ha poi spiegate in trasmissione), so le mie: semplice Matteo Salvini me l’aveva fatto capire sempre durante un’intervista gentilmente concessami (grazie Matteo prendi pure in giro molti elettori, ma non posso dire che hai mai preso in giro me).
Nell’aprile 2018 il Movimento 5 Stelle stava ancora trattando (con la Lega e con il Pd) la sua ascesa al governo, la collega prof.ssa Marika Cassimatis (co conduttrice della trasmissione) presentava a Milano il suo libro Polvere di 5 Stelle, io ero relatore unitamente al giornalista di Oggi Mauro Suttora, presenti fra gli altri Livio Loverso (camdidato sindaco di Milano per il Movimento 5 Stelle prima di essere giubilato) ed altri fondatori del Movimento milanese, anch’essi fuoriusciti o cacciati. Come al solito feci un intervento misto: storico e comico (qualche politico sostiene che io sia più preparato dei grillini e sia più comico di Grillo, va beh ma ci vuole poco…). Ricordai una frase del vecchio leader socialista Pietro Nenni: “attenzione a fare i puri c’è sempre qualcuno più puro che vi epura” (la casa dell’ex ministra Trenta e tanti altri fatti danno oggi ragione non a me al vecchio Pietro Nenni) e, infine, concludevo il mio intervento citando il vecchio sindacalista Ferdinando Santi, riferendomi ai 5 Stelle: “io quelli li conosco, non hanno mai mangiato, ora si siederanno alla tavola del governo si abbufferanno e non si alzeranno più”. Luigi Di Maio con il suo staff ha speso molto più del premier Gentiloni, sia chiaro bisogna verificare se questa notizia è vera, come sappiamo i 5 Stelle sono vittime di un complotto della stampa comunista, dei poteri forti, della magistratura e di un complotto demo pluto giudaico massonico.

Vi aspetto con Marika Cassimatis con L’angolo della scuola mercoledì 20 novembre alle ore 13 su Radio Blu Italia.

Chiudo parafrasando Francesco Guccini ed Angelica Balabanoff. Francesco Guccini ne L’avvelenata cantava: “ho tante cose ancora da raccontare per chi vuole ascoltare, fanculo tutto il resto”. Angelica Balabanoff, al fianco di Lenin nella rivoluzione russa, esule, ricercata da tutte le polizie del mondo, antinazista, antifascista ed anticomunista, nel 1947 rientrò in Italia ed aderì al Psli di Giuseppe Saragat, i puristi e demagoghi di estrema sinistra le tirarono oggetti addosso e le diedero epiteti scurrili, la Balabanoff non si scompose e replicò: “se qualcuno crede di spegnere la voce che mai nessun regime ha spento e che nessuna polizia ha messo a tacere, si sbaglia di grosso”.
Naturalmente la Balabanoff fece poi in tempo a litigare anche con Saragat allontanandosi dal Psli non condividendone la linea troppo governativa. Ormai vecchia si ritirò a vita privata. Riapparve in pubblico, a sorpresa, al congresso di Londra dei socialisti europei, in quel momento stava parlando Clement Atlee, leader dei laburisti inglesi, Atlee interruppe il suo discorso e rivolto agli oltre 400 delegati disse: “alziamoci e applaudiamo in quest’aula è entrato il socialismo.”

Vi aspetto con Marika Cassimatis con L’angolo della scuola mercoledì 20 novembre alle ore 13 su Radio Blu Italia.

Per ascoltarci cliccate

http://www.radiobluitalia.net

Le radio che mandano in onda L’angolo della scuola
Radio Free Live lunedì ore 17,30

http://www.radiofreelive.com

Radio Blu Italia mercoledì alle 13
http://www.radiobluitalia.net

Radio Regione 100 venerdì alle 21
http://www.radioregione100.it

Radio Hemingway sabato alle 22
http://www.radiohemingway.net

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...