Governo, Zingaretti: “Non esistono ipotesi di cambio di maggioranza”. Zingaretti (e Sala) benissimo anche Azzolina lavoriamo per la riapertura delle scuole. “Milano non si ferma”

“Non esiste un’ipotesi di cambio di maggioranza, di cambio nel governo o di coinvolgimento nel governo di Forza Italia”. E’ quanto afferma il segretario del Pd, Nicola Zingaretti, aggiungendo: “Di fronte a quanto sta accadendo dobbiamo limitare lo spazio delle polemiche e degli scontri e ritrovare, almeno sulle scelte fondamentali, un’unità del Paese. Serve una collaborazione con tutte le opposizioni”. Zingaretti sottolinea quindi che “i primi a dire” che non esistono ipotesi in questo senso “sono quelli di Forza Italia”. In ogni caso, secondo il leader del Pd la pandemia e le difficoltà, sanitarie ed economiche, che ne derivano rendono indispensabile “limitare scontri ed egoismi di partito, e ritrovare una collaborazione con tutte le opposizioni, per fare scelte condivise, che sono più forti”. E questo significa “pensare al bene comune del Paese: con centinaia di morti al giorno bisogna collaborare per salvare l’Italia. Si deve anteporre il bene comune al resto”. Zingaretti conclude quindi dando atto che “Berlusconi e FI, a differenza di altri partiti, hanno accettato questo confronto. Ma poi non devono esserci dietrologie”. (fonte Tg com 24) Il sindaco di Milano che aveva suggerito a Zingaretti di entrare nel governo e aveva definito la ministra Azzolina incompetente ora ha cambiato idea: non si pronuncia più su Zingaretti ed ha sposato la linea di Azzolina che lavora per la riapertura delle scuole, oltre a strizzare l’occhio ai 5 Stelle per avere il loro sostengo (nel caso di eventuale ricandidatura) degli stessi 5 Stelle al ballottaggio, anche se i suoi ultrà (che non prendono in considerazione una eventuale non ricandidatura di Sala per sua scelta) già annunciano la vittoria di Sala al primo turno… In merito a Forza Italia è l’unica forza politica nazionale (parole di Marco Bestetti) che non prenderà nemmeno un caffè con i 5 Stelle (così è sempre stato) potrebbe si collaborare con il governo per salvare l’Italia (come dice Zingaretti) ma a Milano sono previste grandi sorprese. Dubito che Forza Italia possa appoggiare Sala, però qualcuno ipotizza una corsa solitaria di Forza Italia in quel di Milano, o, altra ipotesi, Forza Italia apparentata ad una lista civica milanese, lista non civetta ma indipendente che una leggenda metropolitana che gira per la città narra fosse stata la causa della sconfitta di Parisi (o della vittoria di Sala). Fantapolitica sia chiaro. E poi chi arriverà al ballottaggio? Indubbiamente Sala ma con chi? Con il candidato di Lega e Fratelli d’Italia (a questo punto Sala dovrebbe rivolgersi o ai 5 Stelle oppure a Forza Italia e alla lista civica), se invece arrivassero al ballottaggio il candidato di Forza Italia e di Lega/Fratelli d’Italia (quasi impossibile ma mai dire mai) saranno Forza Italia e la lista civica a chiedere aiuto a Sala? Tutte illazioni, fantapolitica, in questo momento (concordo con il sindaco) non è il momento di pensare alle alleanze, Milano è ancora la capitale del covid (nonostante molti anche a livello istituzionali sminuiscano e pensino a riaprire tutto) e sarebbe utile spostare le elezioni (previste per aprile maggio 2021) a dopo il Covid.

L’angolo della scuola, la prima (ed unica) trasmissione radiofonica interamente dedicata al mondo della scuola. Siamo in onda dal 1990, Il prossimo ospite (dopo la tradizione introduzione di Cesare Borrometi e Vincenzo De Luca) sarà l’avvocato Stefano Pillitteri. Nel corso del mese di dicembre saranno ospiti alcuni ex sindaci di Milano che conosco personalmente: Carlo Tognoli, Paolo Pillitteri e Gabriele Albertini, estenderò l’invito anche all’attuale sindaco Beppe Sala (dopo Paolo Pillitteri il sindaco che ho conosciuto meglio di tutti). Io scherzo e tutti stanno allo scherzo, anche Sala, anche se mi dicono, ultimamente non ride. Chiaro sarà per la grossa responsabilità che ha, per il covid, perchè stanco e forse non si ricandiderà (forse potrebbe anche ricandidarsi non ha ancora sciolto la riserva). Non penso che gli manchino le mie battute anche se qualcuno dei suoi ultrà sostiene che è proprio per le mie battute che non ride più il sindaco. Ma che esagerato questo ultrà. Per tranquillizzare il sindaco gli ricordo che Emanuelli non va mai preso sul serio, meglio i 5 Stelle, loro sono seri… Se il sindaco è teso sarà per il covid, comunque spero che accetterà (compatibilmente con i suoi gravosi e molteplici impegni istituzionali) il mio invito ad intervenire in radio magari per la puntata prenatalizia così farà gli auguri ai milanesi. Caro Beppe capisco il momento terribile se sei teso ti dico: Beppe stai sereno. Beppe è una battuta, vediamo se intervieni di riuscire a farti divertire con altre battute…. Sia chiaro di Beppe Sala come persona non posso che dire bene, poi posso discutere su certe scelte che non condivido (siamo entrambi democratici) e poi lui lo sa che sono un mattacchione…

Sabato 21 novembre alle ore 22 saremo in onda su Radio Hemingway

per ascoltarci cliccate

http://www.radiohemingway.net/?fbclid=IwAR3ZrMlK8P0-WMcf9KjC2BEhHNID1P64LyU-xw5f9jyq24hJfuZ6B5aYjdw

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...