Le bugie di Grillo su Fabrizio De Andrè, rinviato a giudizio il figlio di Grillo, l’ennesima idiozia di Di Battista e il “caso Morra”

Scrivono Il Secolo XIX e Marika Cassimatis. Genova: chiuse le indagini sul figlio di Beppe Grillo, Ciro, e tre suoi amici si va verso il processo. Cosa dirà il ministro Bonafede? Pardon ministro Bonanotte come lo chiama Vincenzo De Luca. Si arriva al dunque, Ciro e i suoi amici saranno rinviati a giudizio per una accusa gravissima. In stile genovese ( il manager con lo stesso vizietto). Papi Grillo è scomparso, medita sul triste destino da Sant’Ilario? Facesse almeno mea culpa sulla disastrosa fine del M5s sarebbe più empatico. La vicenda di Ciro mi evoca dei versi del grande Fabrizio De Andrè: “appena sceso alla stazione del paesino di Sant’Ilario tutti si accorsero con uno sguardo che non si trattava di un missionario”. Intanto il viaggiatore per il mondo che viveva di espedienti ed ora vive con gli emolumenti parlamentari Alessandro Di Battista scrive in un post su facebook:

“Moltissimi esponenti del Pd non si limitano al loro, proverbiale ed ipocrita, silenzio di fronte a conclamati episodi di malaffare come quelli che travolgono, ciclicamente, Forza Italia. No, cercano in ogni modo di riabilitare il berlusconismo. Delrio si augura collaborazione con Forza Italia per “un’unità nazionale sostanziale”. Gualtieri addirittura fa un appello a FI chiedendone i voti in Parlamento. Tendono la mano a FI, parlano di “ascoltare le idee dell’opposizione”. Ma di quali idee stiamo parlando? Del Lodo Alfano? Del legittimo impedimento? Delle leggi ad-personam?Di Ruby nipote di Mubarak? . Stare lontano dall’immoralità è un dovere morale perché l’immoralità è come il letame. Si tratta con la pala. Non con il cucchiaino d’argento”, attacca.

Anche in questo caso mi è venuto alla mente un altro verso di De Andrè, Di Battista parla di letame, contrario all’inciucio Pd-5 Stelle sogna un ritorno con la Lega dei diamanti e dei 49 milioni, parla di letame: “dai diamanti non nasce niente dal letame nascono i fior”.

Beppe Grillo nel corso delle elezioni europee del 2014 osò nominare Fabrizio De Andrè asserendo che sarebbe stato con il Movimento 5 Stelle, Dori Ghezzi, da me intervistata smentì, troppo comodo far parlare i morti. Fabrizio De Andrè era un anarchico non sarebbe mai stato in un partito dittatoriale come il Movimento 5 Stelle. E ora cacceranno anche Nicola Morra: “che fai? Mi cacci?”

Sabato 21 novembre alle ore 22 saremo in onda su Radio Hemingway

per ascoltarci cliccate

http://www.radiohemingway.net/?fbclid=IwAR3ZrMlK8P0-WMcf9KjC2BEhHNID1P64LyU-xw5f9jyq24hJfuZ6B5aYjdw

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...