Si moltiplicano i contagi causati soprattutto dai giovani nei luoghi di vacanza, manca circa un mese dalla riapertura della scuole e si prevede una quarta ondata, la variante Delta colpisce i giovani

Si moltiplicano i contagi causati soprattutto dai giovani nei luoghi di vacanza. Movide, assembramenti, soprattutto dei giovani, ma anche di alcuni adulti nelle notti magiche dopo Italia-Inghilterra (vinse non l’Italia ma il covid…). La variante Delta colpisce soprattutto i giovani che si assembrano, fanno movide e varie cose, si infettano e infettano a loro volta persone già vaccinate ben due volte, la variante Delta infatti può infettare anche i vaccinati.

Chissà cosa accadrà quando riapriranno le scuole, molti genitori che parcheggiano i propri figli a scuola e che protestavano contro la dad (“che uccide”, uccide il covid non la dad che ha salvato tante vite) ora li lasciano in ferie ad infettarsi e a diffondere la pandemia. Rileggete I promessi sposi, anche oggi (2021) ci sono i bravi, gli untori, i Don Ferrante, la Donna Prassede, i Don Rodrigo (un sindaco che ha voluto impedire a tutti i costi un matrimonio), i Renzo (i poveri untorelli che pensano di fare la rivoluzione a Milano miracolati nel 2016), le Lucia, i Don Abbondio (oggi un governatore di Regione o un medico che gira armato). Non dimentichiamo le infelici uscite del sindaco Sala “Milano non si ferma” gli aperitivi (le scuse servono a ben poco se poi si plaudiva ad Azzolina), l’economia prima della salute (centrodestra) e la distruzione della sanità pubblica in Regione Lombardia.

Sia chiaro non si può generalizzare ci sono genitori che sanno educare i propri figli e anche bravi ragazzi, i genitori che a Milano manifestavano contro la dad altro non erano che attivisti del Pd, alcuni ragazzi che manifestavano contro la Dad erano giovani della Lega e di Fratelli d’Italia. Poi alcuni genitori (non polticizzati) che si sono fidati di Beppone (doveva dare il buon esempio e non incitare agli apertivi e “fare di tutto per tenere aperte le scuole (a scopo elettorale senza curare i trasporti) ci hanno dato ragione: “ho preso il covid da mia figlia che frequenta la scuola”, “è morta di covid mia suocera aveva contratto il covid da mia figlia” ecc. ecc

Nulla è stato fatto per rendere le scuole sicure e per i mezzi di trasporto, ci si attiene alla direttive dell’Associazione Nazionale Presidi, che prevede vaccino obbligatorio per personale scolastico e studenti. Si attende incontro fra il ministro, i sindacati e l’Associazione Nazionale Presidi. La questione scuola è competenza nazionale, è assurdo che il sindaco di Milano Beppe Sala si sia intrufolato in questioni non sue già questo inverno cercando il voto dei genitori che non sanno educare i propri figli. Un suo sedicente collaboratore, o reale, sostiene che “il personale scolastico è fatto da parassiti” un altro ci ha dato ragione ammettendo, in forma privata, che “è vero che esiste il covid, ma Sala deve vincere al primo turno, cosa importa se muore qualcuno?”. E cosa dire dei poveri educatori comunali mai ascoltati dal primo cittadino?

Dal canto loro Matteo Salvini e Giorgia Meloni (Luca Bernardo il candidato sindaco che gira con la pistola è solo un pupazzo nelle mani dei due leader della destra e del Dio Silvio, per quel poco di lucidità che gli rimane), strizzando l’occhio ai no vax, ai no green pass, vogliono le discoteche aperte e parlano di “gioventù uccisa dalla Dad”. Dai deliri di candidati di Fratelli d’Italia, a un solo candidato leghista che prende le distanze da Matteo Salvini, come ne prendono le distanze Luca Zaia e Giorgietti.

Cassandre inascoltate fin da settembre 2020 in radio sono state le prof.sse Marika Cassimatis ed Eleonora Melidoni, il Presidente della Regione Campania, prof. Vincenzo De Luca, il virologo prof. Massimo Galli (accusato di “essere di sinistra” ma cosa vuol dire?, lui ragiona da medico non da politico, poi Beppe Sala non è di sinistra…

Due soli candidati sindaci, nascosti dai grandi media, alternativi a Bernardo e a Sala, non si intrufolano in questioni non di pertinenza comunale ed usano estrema prudenza, parlando di questioni prettamente comunali non dimenticandosi comunque che un sindaco, pur non avendo poteri sulla sanità, delegati alla Regioni e al governo nazionale, è comunque il responsabile della salute dei propri cittadini.

L’angolo della scuola la prima (ed unica) trasmissione radiofonica interamente dedicata al mondo della scuola, siamo in onda dal 1990 dapprima su radio locali milanesi, quindi a livello regionale, dal 2009, grazie al web su scala internazionale, replicati da altre emittenti regionali e addirittura da Radio Blu Italia, la radio della comunità italiana in Australia. Si riparte come da tradizione a settembre (su scala nazionale ed internazionale) con le prof.sse Marika Cassimatis ed Eleonora Melidoni. Stiamo contattando prof. Massimo Galli, il Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca (l’unico politico italiano che ha capito il dramma della martoriata scuola pubblica italiana), Claudio Bisio, il Presidente del Psi Riccardo Nencini e il segretario nazionale Psi Enzo Maraio, il prof. Paolo Bosisio (i 100 anni della nascita di Giorgio Strehler e la nuova edizione de Il Collegio), Loretta Goggi (e Giorgio Goggi ahah), gli attori Pierfrancesco Favino e Marco Giallini e il regista Ettore Pasculli. In fascia locale andrà in onda Passeggiano per Milano dedicata alla campagna elettorale milanese, alcuni candidati sindaco (che non disdegnano) esporranno il loro programma sulla scuola, mentre altri disdegnano e sparano castronerie sulla scuola sconfinando in questioni non di competenza comunale ma nazionale. Spazio anche a tutti i candidati di Sosteniamo Milano che si presenteranno come indipendenti in alcune liste. Nè con Sala nè con Bernardo è il nostro motto.

In attesa di ripartire su scala nazionale (e locale) in estate prosegue la trasmissione Stile italiano la storia della canzone italiana raccontata dai suoi protagonisti (in versione estiva Le estati canore italiane) sabato 31 luglio alle 21,30 con Orietta Berti, la regina dell’estate con Fedez e Achille Lauro con MILLE con l’amichevole partecipazione di Gianfranco Guarnieri che imiterà i politici.

Vi aspettiamo questa sera alle 21,30 su Radio Hemingway

per ascoltarci cliccate

www.radiohemingway.net

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...