E’ morto il filosofo Salvatore Veca, il ricordo di Filippo Barberis e il mio

E’ morto all’età di 77 anni il filosofo Salvatore Veca. Salvatore Benedetto Costanzo Veca, così si chiamava all’anagrafe, era nato a Roma il 31 ottobre 1943, aveva studiato all’Università degli Studi di Milano. Dopo aver insegnato nelle Università della Calabria, di Bologna, di Milano, di Firenze e di Pavia, insegna Filosofia politica all’Istituto Universitario di Studi Superiori di Pavia, di cui è stato prorettore vicario dal 2005 al 2013. Dal 1999 al 2005 è stato Preside della Facoltà di Scienze politiche dell’Università di Pavia.
Presidente del Comitato generale Premi della Fondazione internazionale Eugenio Balzan e della Fondazione Campus di Lucca, fa parte del Comitato direttivo della “Rivista di filosofia”, di “Iride” e dello “European Journal of Philosophy”. Dal 1984 al 2001 è stato presidente della Fondazione Giangiacomo Feltrinelli di Milano, di cui è presidente onorario. Nel 1993 si candidò alle elezioni amministrative di Milano nelle liste del Pds e venne eletto ma si dimise pochi mesi dopo dalla carica di consigliere. Nel 1998 gli sono stati conferiti, con decreto del Presidente della Repubblica, la medaglia d’oro e il diploma di prima classe, riservati ai Benemeriti della Scienza e della Cultura. Dal 2010 socio corrispondente e dal 2015 membro effettivo dell’Istituto Lombardo Accademia di Scienze e lettere. Dal 2014 socio corrispondente dell’Accademia delle Scienze di Torino e presidente della Casa della Cultura di Milano.
E’ stato il direttore scientifico di Laboratorio Expo e responsabile della redazione della Carta di Milano. Ha curato Laboratorio Expo. The Many Faces of Sustainability, “Annali della Fondazione Giangiacomo Feltrinelli” (Feltrinelli 2015).

A dare l’annuncio della morte di Salvatore Veca è stata proprio la Casa della Cultura, associazione storica milanese della quale era Presidente: “Addio a Salvatore Veca, la Casa della Cultura piange il suo Presidente, il Filosofo, l’amico generoso e instancabile: la perdita è enorme, non ci sono parole” aggiunge la casa della Cultura sui social, dando l’annuncio della morte del suo presidente.

Ebbi occasione di incontrare Veca nell’ormai lontano 1993, l’allora sindaco di Milano Giampiero Borghini Sempre Milano, nel quale il primo cittadino uscente raccontava la sua esperienza da sindaco (durata poco più di un anno), Borghini si ricandidava con una lista civica (Fiducia in Milano) alleata con i socialisti, contro Nando Dalla Chiesa e Marco Formentini, Veca si candidava invece come indipendente nelle liste del Pd a sostegno di Nando Dalla Chiesa. Fu Borghini a presentarmi Veca, che conoscevo solo di fama, dicendomi: “guarda che brava persona, è stato carino a venire alla presentazione libro pur essendo avversari politici”. Ritrovai Veca durante il ballottaggio nel comitato elettorale di Nando Dalla Chiesa ed ebbi occasione di farci quattro chiacchiere, gli domandai del suo maestro, Ludovico Geymonat, sui libri del quale avevo studiato, che era stato anch’egli consigliere comunale (stavo iniziando la stesura del mio volume Accadde a Milano: notizie, personaggi e sindaci dal dopoguerra ad oggi”. Veca mi diede un ricordo del Geymonat filosofo ed uomo, uomo di lettere co n una precisa ideologia politica ma non avvezzo alle alchimie politiche, che restò poco in carica. Anche lo stesso Veca una volta eletto, preferì tornare ai suoi amati studi e dopo quattro mesi si dimise, come Geymonat. Ritengo, a distanza d’anni che la candidature di Veca sia stata per l’entusiasmo di quella stagione, ma che poi preferì tornare ai suoi amati studi. Non una parola giustizialista nè di rancore nei confronti di avversari politici e non solo verso Borghini, ma anche verso altri avversari politici. Salvatore Veca, un grande filosofo, un grande signore, un galantuomo d’altri tempi.

“Salvatore Veca – scrive su Twitter Bobo Craxi – é stato un uomo illuminato, ha avuto un pensiero filosofico e politico originale. Lo piango con gratitudine per il suo insegnamento, con sentimenti di amicizia”.

Di Salvatore Veca avevo parlato nel corso di una puntata di Passeggiando per Milano andata in onda il 16 settembre scorsa con ospite Filippo Barberis, capogruppo uscente del Pd a Milano, parlando di Milano (Barberis conosce alla perfezione la storia della città) Barberis fece un cenno ad un suo incontro recente con Veca che faceva alcune riflessioni sulla nostra città. Così lo ricorda oggi Filippo Barberis:

“Nella notte è mancato il filosofo Salvatore Veca. Un maestro del pensiero che ha dedicato la vita all’idea di giustizia e di equità, a come questi valori potessero tradursi nell’azione delle istituzioni. Un profondo democratico, una persona generosa e gentile. In questi ultimi anni aveva sviluppato riflessioni preziose sul tema della sostenibilità e del rapporto tra cultura e ambiente. Riflessioni decisive per lo sviluppo della città in questi anni. Ho avuto il privilegio di conoscerlo fin dai tempi dell’università e proprio poche settimane fa gli avevo chiesto una riflessione sulla nostra città in questa fase carica di difficoltà e possibilità. Ero stato a casa sua e avevamo registrato questo video. Un grande e riconoscente abbraccio maestro.”

Ascolta spezzoni dell’intervista a Filippo Barberis

Filippo Barberis dove già tornare in trasmissione lunedì 11 ottobre alle 20 su Radio Hemingway per commentare (con altri eletti o non eletti) i risultati elettorali, coglierò l’occasione per ricordare ulteriormente con lui Salvatore Veca. Vi aspettiamo lunedì 11 ottobre su Radio Hemignway

per ascoltarci cliccate

http://www.radiohemingway-net

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...