Un libro e un docu-film per rievocare il Mundial 1982 prossimamente su Stazione Universo

A quarant’anni di distanza dalla vittoria della Nazionale italiana di calcio un docu film (Il viaggio degli eroi per la regia di Manlio Castagna) e un libro (Nando Martellini al limite del ricordare a cura di Pino Frisoli e Cesare Borrometi) per rievocare l’evento.

Presenteremo il tutto rievocando anche il Mundial 1982 su Stazione Universo nell’ambito di una puntata di Stile italiano tutti insieme alla radio, probabilmente quella di venerdì 8 luglio alle 19 (sempre su Stazione Universo)

per ascoltarci cliccate

https://www.mixcloud.com/live/stazioneuniverso/?fbclid=IwAR3lGqm6O7opKZ_OJXH0rjUEJ-OdUgkUZZGjw81cINdMh2F6tNZxCpTRW58

L’Italia alla vigilia del Mondiale era alle prese con una crisi economica, sociale e politica (nulla a che vedere con quella attuale, molto più grave), gli italiani (come oggi) erano divisi in due fazioni, anche la Nazionale all’inizio del Mundial sembrava in crisi… I giornalisti (che fanno sempre il loro mestiere) erano critici, si arrivò al silenzio stampa, ma dopo avere passato a malapena il turno eliminatorio inizia il riscatto con la vittoria contro l’Argentina grazie alle reti di Paolo Rossi. Da qui la vittorie sul Brasile, sulla Polonia e nella finalissima con la Germania. Il Presidente della Repubblica Sandro Pertini vola a Madrid, tutti hanno ancora sotto gli occhi l’esultanza del vecchio partigiano socialista, l’esultanza di Marco Tardelli e il triplice grido di Nando Martellini “campioni del mondo, campioni del mondo, campioni del mondo!”, la partita a carte fra i due “veci” Pertini e Bearzot sulla via del ritorno.

Quella vittoria calcistica fu il primo segnale del riscatto nazionale, per la prima volta si riscopriva il senso di Patria, esattamente un anno dopo l’Italia voltava pagina: nell’estate 1983 veniva costituito da Bettino Craxi il primo (ed unico) governo socialista della storia d’Italia. Arrivarono gli anni del secondo boom economico (poi demonizzati come “rampanti”, della “Milano da bere” da chi si è bevuto totalmente il Paese con la seconda Repubblica, tutti nessuno escluso) l’Italia arrivò ad essere la quinta potenza mondiale.

Viaggio degli eroi, docufilm di Manlio Castagna è la narrazione dell’incredibile cavalcata che portò l’Italia alla vittoria dei Mondiali in Spagna nel 1982. Una grande pezzo di storia della nostra Nazionale azzurra, un’ascesa fino al tetto del mondo non senza ostacoli ma con un unico grande obiettivo: la vittoria. E’ il racconto non solo di un trionfo calcistico, ma anche di un momento in cui l’Italia poté rappresentare la condivisione di valori e di riscatto in un periodo difficile per la propria nazione, Voce narrante è l’attore Marco Giallini.

Nando Martellini. Al limite del ricordare libro a cura di Cesare Borrometi e Pino Frisoli (prefazione di Massimo De Luca) Oligo editore, è un’antologia degli scritti più significativi del grande e mai dimenticato giornalista sportivo, curata dagli storici della TV Cesare Borrometi e Pino Frìsoli, arricchita da nuovi saggi sulla vita e l’opera di Martellini: il risultato è a metà tra un viaggio a bordo di un’ideale “macchina del tempo” e una sorta di “intervista impossibile”. Un omaggio al grande e indimenticabile commentatore della RAI. La vita e gli scritti del grande commentatore RAI a quarant’anni dall’indimenticabile finale Italia-Germania. “ll nostro libro antologico dedicato a Nando Martellini è un viaggio romantico nello sport del Secondo Novecento attraverso le parole scritte da chi aveva notoriamente il compito di raccontare al microfono, sorretto o no dalle immagini, lo svolgimento di questa o quella partita di calcio, questa o quella gara ciclistica, eccetera.
Nando Martellini era colui il quale, con discrezione, serietà e brillantezza, entrava attraverso la radio e la televisione nelle case degli italiani e li conquistava con il suo stile molto “anglosassone” nel descrivere le prodezze degli eroi del calcio (soprattutto) o del ciclismo.

Il film e il volume saranno presentati con gli autori nell’ambito della trasmissione Tutti insieme alla radio, storia della radio e della tv italiana in onda su Stazione Universo e sulle altre emittenti del circuito Stile italiano la storia della canzone italiana raccontata dai suoi protagonisti.

Nando Martellini ha lavorato in radio realizzando radiocronache non soltanto sportive (Nando Martellini e la radio), in televisione (telecronista di tantissimi incontri), Nando Martellini (antologia di articoli da lui scritti per il Radiocorriere ed altre testate).

Presenteremo il tutto rievocando anche il Mundial 1982 su Stazione Universo nell’ambito di una puntata di Stile italiano tutti insieme alla radio, probabilmente quella di venerdì 8 luglio alle 19 (sempre su Stazione Universo)

per ascoltarci cliccate

https://www.mixcloud.com/live/stazioneuniverso/?fbclid=IwAR3lGqm6O7opKZ_OJXH0rjUEJ-OdUgkUZZGjw81cINdMh2F6tNZxCpTRW58

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...