E’ morto Dino Siani

 

CI HA LASCIATO IL MAESTRO DINO SIANI 

dino sianI CON GIANFRANCO FUNARI

DINO SIANI CON GIANFRANCO FUNARI

di Massimo Emanuelli

dino sianiDino Siani nasce a Genova il 5 ottobre 1936, esordisce come pianista solista a soli sette anni, nel 1956 consegue il diploma in pianoforte presso il Conservatorio Arrigo Boito di Parma, quindi frequenta un corso di perfezionamento con Arturo Benedetti Michelangeli a Siena, e un corso di musica per film tenuto dal maestro Lavagnino.

dino siani albumNel decennio 1960-1970 Siani fa il giro del mondo soggiornando per tre anni a Beirut, dove dirige un programma televisivo e collabora con artisti come Gilbert Becaud, Sacha Distel, Jacques Brel, Charles Aznavour, Leo Ferrè, Nino Ferrer ed altri. Nel 1971 Siani rientra in Italia stabilendosi a Milano, comincia a collaborare con la Rai, dove esordisce nel 1971 con la trasmissione Incontro con Dino Siani, nel 1973 presentata a Un Disco per l’Estate il brano Non è finito mai, testo di Maria Luisa Nobile e Rino Ballista, cantato da Annagloria.

Nel 1974 Siani dirige l’orchestra del programma televisivo Alle sette della sera di di Maurizio Costanzo e Francesco Dama con Christian De Sica. Per due anni Siani è direttore artistico del casinò di Campione d’Italia.

dino siani piano.jpgNella seconda metà degli anni ’70 inizia a collaborare con Telereporter, nell’ambito di GIOCO FEDELTA’ un gioco condotto da Emilio Bianchi, Siani è il pianista air in diretta su demand, nella stagione 1977/78 Siani esordisce come conduttore di A QUALE PIANO? PIANO BAR. Successivamente lavora a Telecity e a Rete Piemonte come conduttore di PIANOSANISSIMO un varietà musicale ambientato in un piano bar, condotto dallo stesso Dino Siani che introduce vari personaggi del mondo dello spettacolo, presenza fissa la cantante Alessandra molto nota negli anni ’80 per essere l’interprete de I RAGAZZI DI PIONGI (sigla di M’AMA NON M’AMA in onda su Rete4). Fra il 1977 e il 1979 scrive musiche per alcuni programmi televisivi della Rai: Un’ora per VoiCordialmente dall’Italia, Domenica In,  Il Dedalo. Sempre per l’emittente televisiva di Stato compone la colonna sonora del film tv Traffico d’armi nel GolfoNel 1979 Dino è il pianista di GRAND’ITALIA di Maurizio Costanzo, è autore delle musiche del programma UN VENERDI’ ALL’ITALIANA condotto da Renzo Villa, Patrizia Bonetti e Luciano Tajoli su Antenna 3 Lombardia. Ormai è conosciuto anche come intrattenitore radiofonico e televisivo: fra il 1978 e il 1982 è musicista fisso del programma La luna nel pozzo (Rai Radio 2). Nel 1985 conduce su Raisterouno il programma radiofonico Piano bar, scrive anche la sigla del programma Finivest Forum. Dal 1986 al 1993 dirige l’orchestra dei programmi ABOCCAPERTA e MEZZOGIORNO E’, MEZZOGIORNO ITALIANO  condotti da Gianfranco Funari. 

 

Una lunghissima e importante carriera musicale, ma anche televisiva quella del maestro, che lo ha visto collaborare, per citarne alcuni, al fianco di personaggi come: Michele Mirabella, Little Tony, Giorgio Albertazzi, Giuliano Gemma, Don Lurio, Delia Scala, Walter Chiari, Ronnie Jones e  Gianfranco Funari. 

Nel 1994 Siani ha rimasterizzato l’inno del Lecco Calcio negli studi di RadioLeccoCittà Continental, inno del Lecco Calcio scritto da Marco Michetti e dal cantante Herman.   Dino Siani ha vinto parecchie volte il Premio David per la Musica. Compositore,arrangiatore e direttore d’orchestra, Siani nella sua lunga carriera ha inciso trenta album e quindici compact disc, ha studiato con musicisti del calibro come Arturo Benedetti Michelangeli e Nino Rota. 

L’ultima volta che l’avevo sentito. via facebook, era lo scorso luglio, lo volevo intervistare per Stile italiano, la mia trasmissione rievocativa, ricordi sui grandi con i quali aveva lavorato e su Gianfranco Funari. Dino con discrezione mi aveva risposto: “ora sono ricoverato in ospedale. Quando sarò dimesso le farò sapere”. Poco fa ho appreso che Dino ci ha lasciato.

Sposato con Carla Milla, deceduta nel 2015, alla quale ha dedicato nello stesso anno il cd Ridateci i sogni, il maestro Siani lascia i figli Carlo, Laura e Giorgio, quest’ultimo sindaco di Mandello del Lario per due mandati dal 1993 al 2005 e poi consigliere comunale a Lecco (2010 – 2015). I funerali si terranno mercoledì, alle 14.30, presso la chiesa parrocchiale di Acquate.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...