5 Stelle: fuori i “traditori” Nugnes e De Falco? Lorenzo Tosa: lascio il Movimento perché ha fatto da apripista al fascismo

Inugnes de falcol Movimento 5 Stelle è pronto a sanzinonare Paola Nugnes e il  comandante De Falco, i senatori ribelli che hanno votato contro il condono edilizio ad Ischia. La battuta d’arresto nella commissione Ambiente e Lavori pubblici passata  con i voti dell’opposizione e  dell’ex capitano avrò pesanti conseguenze nei gruppi parlamentari. La reazione dei vertici non si è fatta infatti: aspettare: e Falco e la Nugnes verranno espulsi dal gruppo pentastellato di Palazzo Madama. Non c’è ancora nulla di ufficiale ma, a quanto riferiscono i vertici del Movimento all’agenzia Adnkrnos, sarà  il capogruppo Stefano Patuanellia commutare la sanzione ai due ribelli. Per la Nugnes che  non si  presentata a votare in Commissione, si profila la sospensione, mentre per De Falco l’espulsione al Movimento 5 Stelle. In ogni caso, entrambe le sanzioni comporterebbero l’immediata  uscita del gruppo al Senato con probabile passaggio al misto. Solo in un secondo momento arriveranno le sanzioni decise dal collegio dei probiviri, che riguarderanno non solo la Nugnes e De Falco ma anche Elena Fattori, Matteo Mantero e Virginia La Mura, che si sono messi contro le posizioni del Movimento sul decreto sicurezza. Luigi Di Maio stesso ha fatto sapere al termine del Consiglio dei ministri sulla manovra economica che non è disposto a soprassedere.

Il M5S è sempre più una dittatura, soltanto alcuni elettori inquadrati (o coloro che ormai mangiano con il Movimento) non se ne accorgono o fanno finta di non accorgerse: M5S è infatti in caduta libera rispetto alle elezioni politiche.  Sul libro nero del Movimento ora ci sono nuovi giornali, giornalisti e media, i grillini una volta rifiutavano la tv, avevano come avversari ad esempio Bruno Vespa e Fabio Fazio, oggi diventati amici, nei loro salotti ci vanno i grillini, addirittura Rocco Casalino, star da quel Fazio che i grillini volevano estromettere dalla Rai.  Di fronte a tanti opportunisti che tacciano per non perdere poltrone e consulenze, posti nei cda ecc. vi è però chi ha il coraggio di lasciar perdere tutto perdendo il posto di lavoro.

lorenzo tosaLorenzo Tosa, 35 anni, per tre anni è stato il responsabile della comunicazione del Movimento 5 Stelle in Liguria, si è recentemente dimesso da tale incarico.  Fra tanti consulenti attivisti 5 Stelle che non hanno mai combinato nulla nella loro vita, non avevano mai lavorato (parole di Silvio Berlusconi) e non hanno voglia di lavorare e si sono sistemati con cariche pubbliche e consulenze varie date loro dal Movimento, il giovane Tosa rinuncia al posto di lavoro per la propria ideologia. Tosa non si riconosce più nell’attuale Movimento dove dei principi originari non  resta più nulla.   “Dentro il Movimento c’è il silenzio di chi ha ceduto la propria libertà di pensiero al fideismo, al culto arcaico. Dietro gli slogan recitati come mantra, sotto ogni vaffanculo urlato nelle piazze, dentro il bunker di qualche riunione della comunicazione… Non lo confesseranno mai, ma chiunque abbia avuto a che fare con il Movimento quel silenzio lo porta tatuato sottopelle e non c’è verso di strapparlo via. Quello è il silenzio di chi ha ceduto la propria libertà di pensiero alla fiducia cieca… Ma quello stesso silenzio è il motore della propaganda: pompa la macchina del reclutamento, 24 ore al giorno, sette giorni su sette. Non importa chi tu sia, quale è la tua storia, il tuo grado di coscienza civile e democratica, ci sarà sempre uno spazio per chi sa urlare abbastanza per chi sa urlare abbastanza forte per raggiungere il silenzio.  E’ l’antitesi perfetta di quello che è diventata oggi la sinistra progressista in Italia: rassicurante, pacata, a bassa voce. eppure rumorosissima, persino sbracata, in quella vorticosa, ombelicale scissione dell’atomo…. Ci sono giovani under 40, come me, che hanno bussato a quella porta due, tre, dieci volte, trovandola chiusa. Vi prego aprite quella porta, prima che sia troppo tardi!. Io, in tre anni di 5 Stelle, ho visto da vicino cosa può accadere quando giochi a dadi con la pelle ella pancia delle persone. Sono state migliaia di persona dalla schiena dritta che non si arrendono a consegnare, un pezzo per volta, conquiste che credavamo assodate: divorzio, aborto, scienza in tutte le sue sfumature, Europa ed europeismo, informazione, cultura, competenza, un certo grado di libertà sessuale e di benessere. Il populismo, questa strana creatura che si ciba delle nostre paure, non lo sconfiggi con un congresso, ma  rimettendo al centro le persone… Se ci pensate, oltre ai trattati e ai parametri, l’Europa non è altro che la più grande manifestazione di empatia fra i popoli del millennio scorso… Per le elezioni europee del prossimo 26 maggio vi sarà un ballottaggio fra due idee di mondo: empatia e paura, ponti e muri, mondo e villaggio.  Possiamo perdere, certo.  E’ possibile, persino probabile. Ciò che davvero nessuno oggi può fare è perdere rinunciando a prescindere al confronto. O l’europeismo, l’apertura, la libera circolazione di persone, merci e di idee torneranno ad essere di moda, eppure l’Europa, così come la conosciamo oggi, sparirà per sempre. Quello che resterà, sotto al rumore di superficie, sarà nei segni, nel silenzio terrificante. Oggi lo possiamo dire: è successo il contrario di quello che diceva Grillo: invece di essere argine al fascismo, il Movimento ha finito per fargli da apripista. Un Movimento che, quanto meno a parole, si dichiarava ambientalista, rispettoso della Costituzione, antifascista, non violento, è diventato la leva che ha spalancato le porte a Salvini e al salvinismo, sulla scia della peggior destra del pianeta, quella di Trump, Bolsonaro, Le Pen. In qualche  modo Salvini, di cui non condivido neanche le virgole, una sua coerenza di fondo ce l’ha. Quello è e quello è sempre stato: un nemico vero. Invece il sielnzio dei 5Stelle… quel silenzio non è solo complice ma addirittura più grave. E spaventoso….”

Sabato 17 novembre alle ore 22 L’angolo della scuola sarà in onda su Radio Hemingway

per seguirci cliccate

http://www.radiohemingway.net

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...