Lottizzazione grillina (e leghista) in Rai aumentano i vicedirettori. Coloro che dovevano “togliere i partiti dalla Rai” hanno lottizzato peggio degli altri

Un vecchio marpione democristiano (da anni fuori dalla politica) nel corso di un’intervista mi confidò che quando all’interno della Dc non sapevano come accontentare militanti ed attivisti si inventavano delle cariche. La lezione democristiana è ben presente a Luigi Di Maio anche se sarebbe un torto per la Dc definire democristiani i grillini. La Dc, pur con i mille difetti che aveva, non lottizzava cani e porci, disoccupati senza curriculum come fanno i grillini, inoltre la Dc in Rai (e non solo) mediava, lasciava spazio anche ad altre voci partitiche e riuscì a lottizzare o a scoprire persone come Umberto Eco, Gianni Vattimo, i socialisti Enzo Biagi, Sergio Zavoli, Giovanni Minoli, Enrico Mentana ecc. Oggi i 5 Stelle lottizzano blogger o persone senza né arte né parte capaci solo di minacciare e insultare in rete (i leoni da tastiera) o di inserire in rete frasi fatte dal “sacro blog”, dalla Casaleggio Associati o dal deus ex machina Rocco Casalino. Così come nei ministeri e in altri posti di potere i pentastellati hanno inserito altri disoccupati senza né arte né parte attivisti, parenti di deputati, amici, amici degli amici, trombati alle politiche. Nepotismo, clientelismo, tutto quanto demagogicamente i 5 Stelle condannavano, tutti consulenti per cospicue cifre. Il “governo del cambiamento” al di là di slogan che continuano non ha fatto nulla se non spartirsi le poltrone, le consulenze e fare aumentare lo spread e la disoccupazione (dati Istat). Certo le opposizioni non sono credibili e poi l’elettorato che vota il “governo del cambiamento” è lo stesso che si è fatto prendere in giro per anni da Berlusconi, Prodi, D’Alema, Di Pietro, Renzi ed ora si fa prendere in giro da Di Maio e Salvini.  Ora quegli elettori si sono spostati verso Lega e 5 Stelle perché hanno sempre bisogno di profeti da adulare (e neanche conoscono personalmente i politici di cui sono tifosi) come prima adulavano gli altri.  Persone berlusconiane con disinvoltura vedono il nuovo Messia in Salvini (ma anche ex sinistrorsi), persone ex sinistrorse dipietriste renziane vedono il Messia in Di Maio. Ai leghisti va dato atto però di non avere mai parlato di onestà e di “ripulire la Rai dai partiti”, inoltre i leghisti non hanno mai fatto liste di proscrizione di giornalisti né minacciato in rete avversari politici, giornalisti e cani sciolti. Si perché esistono anche i cani sciolti e le persone di buon senso che rappresentano la maggioranza degli italiani i quali, non sentendosi rappresentati da nessuno non si recano alle urne. Il non voto (tutti lo dimenticano) è il primo partito italiano destinato a crescere, però per i grillini “leoni da tastiera” chi non è con loro e li critica (criticando tutti) è per forza di qualche altro partito, soprattutto del Pd. Elettori penstallati ottusi che prima davano del razzista a Salvini e che ora è diventato amico… E che dire di elettori del Pci/Pds/Ds/Pd con i Messia D’Alema, Prodi, Di Pietro, Renzi che ora hanno come nuovo Messia Di Maio (o Salvini?). Il “governo del cambiamento” non ha fatto nulla ed è nato (dopo che in campagna elettorale leghisti e grillini se ne erano dette di tutti i colori) solo per una questione di potere. Impossibile conciliare interessi opposti. I nodi stanno venendo al pettine scopertamente in questi giorni anche se Salvini e Di Maio negano (sempre per giochi di potere e per spartirsi poltrone). Ad ogni modo il doppio gioco e l’opportunismo pentastalleto è sconosciuto ai più, chi è addentro alle questioni politiche sa che i 5 stelle pur di governare e di avere potere (non certo per fare il bene del Paese) sono disposti a tutto. Per questo nella Rai tutta leghista e pentastellata qualche posto (iniziando dalla terza rete una tradizione di sinistra) viene lasciata al Pd (fuori dai giochi Forza Italia e le altre minoranze). Il 24 dicembre tornerà dall’estero (chissà come vive anche questo personaggino una poltrona bisogna trovarglela…) Alessandro Di Battista. I 5 Stelle si preparano ad un accordo col Pd se cambierà il segretario, se i contrasti con la Lega e aumenteranno dopo le elezioni europee si arriverà al “regolamento di conti” e i 5 Stelle faranno un governo con il Pd. Parole di un pazzo? Si già dette nel gennaio 2018 quando preannunciai unitamente al direttore de La Repubblica Mario Calabresi e al giornalista Jacopo Iacoboni de La Stampa (anch’essi sul libro nero pentastellato) un governo Lega/5 Stelle. La Rai allora sarà lottizzata sempre da 5 Stelle, Pd, ma anche Lega, si perchè il contentino andrà, come da tradizione anche all’opposizione, quella Lega la quale per bocca di Salvini da anni pretende una rete Rai a Milano e vuole rilanciare la radio (da cui proviene Salvini) io un nome storico di Radio Rai ce l’avrei da suggerire, fra l’altro penso che voti proprio Salvini lo desumo da quanto scrive in rete, ma siccome conta solo un voto, probabilmente Salvini, opterà per altre persone con più voti, naturalmente romane perchè a Milano non arriverà proprio niente.

I direttori di Tg1, Tg2, Tg3, Tgr e Gr hanno presentato al Cda della Rai i loro piani editoriali e le nuove vicedirezioni il cui numero, rispetto alla precedente tornata, è cresciuto. Per il Tg1 invece di 6 vicedirezioni, si è passati a 7. Più in dettaglio, alla vicedirezione del Tg1 sono stati nominati Angelo Polimeno Bottai, Grazia Graziadei, Bruno Luverà e Simona Sala; mentre sono stati confermati Maria Luisa Busi, Costanza Crescimbeni e Filippo Gaudenzi. Quanto ai vicedirettori del Tg2 guidato da Gennaro Sangiuliano, sono stati nominati vicedirettori Francesca Nocerino, Francesco Primozich ed Enzo Calise; mentre sono stati confermati Carlo Pilieci e Andrea Covotta. Al Tg3, diretto da Giuseppina Paternini, si passa da 4 a 5 vicedirettori con la nomina di Riccardo Chartroux, già in forza al Tg3.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...