Attilio Carosso

Attilio Carosso nacque a Milano il 26 giugno 1915, entrò all’Eiar nel 1941 come funzionario artistico e fu anche redattore capo del giornale radio Eiar. Nel dopoguerra (era stato ufficiale di fanteria) nel 1945 diventò redattore del giornale radio della Rai. Nel 1950 aveva ideato con Attilio Spiller Il Gazzettino lombardo, successivamente diventato Il Gazzettino Padano, inventando una fortuna formula ripresa da tutti i notiziari regionali e ricalcata in gran parte da Radio Sera.
Memorabili anche le sue trasmission Gazzettino Padano. Memorabili anche le sue trasmissioni radiofoniche Ciciarem on cicinin, Sette giorni a Milano, Tira molla e meseda.
Redattore capo del giornale radio di Milano dal 1952, redattore capo del telegiornale dal 1957. nel 1963 ricette la civica benemerenza comunale per il contributo artistico affettivo dato a Milano. Dal1965 al 1969 fu direttore del Centro di produzione Rai di Torino, dal 1969 al 1972 diresse, in qualità di moderatore, le tribune televisive regionali, nel 1970 pubblicò per la casa editrice Ceschina la raccolta di poesie C’è poco da ridere. Nel 1973 venne nominato direttore del Centro di produzione Rai di Milano, membro del collegio nazionale dei probiviri della Federazione della stampa affiancò alla sua attività giornalistica quella di autore di copioni tetrrali, di libri di poesie e di novelle. Attilio Carosso abitò a Milano in via Mauro Macchi 42 con la sorella Ada. Attilio Carosso morì a Milano il 16 dicembre 1975.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...