Ermanno Pasolini

SAVIGNANO SUL RUBICONE- Ermanno Pasolini.
SAVIGNANO SUL RUBICONE- Ermanno Pasolini.

Ermanno Pasolini nasce a Savignano sul Rubicone, in provincia di Forlì-Cesena, l’11 settembre 1950, diplomato all’Istituto Magistrale di Forlimpopoli (FC), dal 17 giugno 1981 è iscritto all’Ordine Nazionale Giornalisti-Pubblicisti.  la sua carriera artistica inizia nel 1971, a 21 allorquando presso il teatro parrocchiale di Castelvecchio di Savignano, fonda una compagnia dialettale detta “Della Speranza”.   Nel 1974 inizia a presentare spettacoli per puro caso. Si trova in una giuria per un festival di bambini e all’improvviso il presentatore ufficiale telefona che non può arrivare: l’unico ad avere già calcato le scene è lui. Se la cava benino tanto è vero poi che nello stesso anno l’Amministrazione Comunale di Savignano gli affida l’organizzazione e la presentazione degli spettacoli dell’intera Estate Savignanese.  L’8 novembre 1974 Ermanno Pasolini inizia la sua lunga collaborazione con Tele Rubicone, che lo vede impegnato quasi tutte le sere fino alla fine dell’aprile 1978: un’arma che gli apre le porte a spettacoli a livello nazionale. Sul video appare tutte le settimane: presenta quiz, giochi, orchestre, intervista personaggi di primo piano, cantanti e attori di grido. Contemporaneamente anima spettacoli di varie città d’Italia dal Nord al Sud entusiasmando e ricevendo elogi di pubblico e di critica. Ermanno Pasolini presenta feste di piazza, sagre paesane, feste in locali da ballo. Si specializza nei giochi di abilità: durante le sue serate chiama il pubblico a giocare sul palco, rendendolo così partecipe e primo attore dello spettacolo stesso. Oggi molti organizzatori di feste chiamano Ermanno Pasolini per spettacoli e lui coinvolge tutti con una straordinaria carica di dinamismo. Ha lavorato con diverse televisioni private, le più seguite a livello nazionale. Ma Pasolini non fa soltanto spettacolo, presentatore ufficiale dei programmi di TeleRubicone ma anche giornalista, nel maggio 1976 c’è il terremoto in Friuli, TeleRubicone organizza una raccolta di fondi per i terremotati: “aspettavo di iniziare un programma seduto su un tavolo quando uno scossone mi buttò a terra; mi arrabbiai pensando che mi avessero fatto uno scherzo, ma non c’era nessuno”. Le cronache raccontano che in quei minuti chi stava seguendo i programmi di Telecapodistria li vide interrompersi di colpo;  Pasolini, che stava lavorando a TeleRubicone, non restò con le mani in mano:  “nei giorni seguenti noi di TeleRubicone organizzammo una raccolta in piazza di denaro e generi alimentari e li portammo grazia agli scout di Savignano a Villa di Buia (Udine) con cui abbiamo rapporti”.
Dal 1976 Ermanno Pasolini collabora con il quotidiano “Il Resto del Carlino” e con altri diversi periodici, prosegue intanto l’esperienza di TeleRubicone e con lo spettacolo. Alcuni tra gli spettacoli più significativi presentati da Ermanno Pasolini. Riccione settembre 1977 il 1° raduno dei club del settimanale Annabella, un incontro che gli ha permesso di stringere molte amicizie con vari giornalisti. Lo spettacolo presentato per 3 anni a Bologna nel teatro dell’Antoniano per la premiazione della mostra mondiale di pittura, manifestazione organizzata nell’ambito dello “Zecchino d’Oro”. Vari spettacoli nell’anno 1979 in occasione dell’anno internazionale del fanciullo, fra i quali quello effettuato al Palasport di Rimini davanti ad oltre 5.000 persone e presentato con Giulietta Masina, registrato da Rai Due e trasmesso il 6 febbraio 1980. Di notevole importanza anche il programma televisivo “Dietro la maschera” nel 1982 con le interviste effettuate ai più grandi nomi dello spettacolo italiano, per contro di Tele Rubicone. Sempre con Tele Rubicone è al Festival di Sanremo del 1982 e in tre giorni effettua venti interviste a caldo ai personaggi oggi più popolari. Il 3 ottobre 1982 Ermanno Pasolini entra a Vga TeleRimini dove conduce trenta fortunate puntate del gioco-spettacolo LA CHIAVE. Il 23 ottobre 1982 per la prima volta presenta uno spettacolo all’estero: a Mohlin, in Svizzera, conduce la finalissima di “Canzonissima 1982”, festival della Canzone Italiana organizzato dalla Colonia Libera Italiana. Vi ritorna il 22 ottobre 1983, il 27 ottobre 1984 e il 25 ottobre 1986. Nell’estate 1983 ha fatto alcune apparizioni in Rai. Il 17 agosto 1983 su Rai Uno da Mercatino Conca (Pesaro-Urbino) per “Mercoledì Sport” consegna di premi a Bruno Arcari, Carlo Duran, Nino La Rocca e Loris Stecca. Nell’estate 1985 porta in 30 piazze d’Italia uno spettacolo di giochi denominato “Vinci milioni”. A metà degli anni ’80 le tv locali scompaiono, Pasolini si concentra sull’attività giornalistica e sull’organizzazione di spettacoli, ma ancora oggi ricorda con molta nostalgia i tempi pionieristici: “fu un’esperienza bellissima, le tv private erano più seguite della Rai, lo dimostra il fatto che i quiz ricevevo dalle 300 alle 1000 lettere alla settimana, quando dai quiz postali si passò a quelli telefonici ci furono dei problemi per l’intasamento delle linee. Ognuno di noi scriveva i testi, io mi preparavo il gioco, le domande, presentavo.
Dal 1 luglio 1986 Ermanno Pasolini è iscritto alla S.I.A.E. (Società Italiana degli Autori ed Editori) come mandante e dall’8 gennaio 1991 come autore.     L’estate 1986 lo vede protagonista di primo piano. Ermanno Pasolini inventa il “Bingo mat”, il gioco matto, con il quale riceve elogi di pubblico e di critica. Complessivamente durante l’estate hanno assistito a questo spettacolo oltre 100.000 persone. La novità dell’estate 1987 è anche rappresentata dal fatto che Ermanno Pasolini pubblica il suo primo romanzo “Tutti insieme sulla stessa barca” edito da Cappelli di Bologna, una storia vera, vissuta in prima persona dall’autore, insieme alla banda dei suoi amici. Una banda alla ricerca esclusiva di donne.    Nuovo esaltante tour in Italia nel 1987. Il 9 maggio Ermanno Pasolini debutta in Sardegna con lo spettacolo “Italian’s style”. Per 20 sere diventa protagonista delle più belle piazze d’Italia. Nel 1988 lo spettacolo si chiama “Giochi d’estate”, per 30 serate. Un successo pieno e indiscutibile, replicato nel 1989. Il 14 dicembre 1988 Canale 5, nel programma “L’Italia delle beffe” che segue il film “Amici miei atto III°”, trasmette uno special girato a Savignano sul Rubicone e a Rimini. Protagonista è Ermanno Pasolini, alcune scene tratte dal suo romanzo e la banda del libro. Lo hanno visto oltre 4 milioni di telespettatori. Dal 1990 lo spettacolo cambia nome: si chiama “Giochi d’Italia”. Il 9 ottobre 1990 il TG-3 RAI trasmette un servizio dal Paradiso di Rimini: Ermanno Pasolini presenta la festa dello Ior. Il 29 novembre 1990 Il TG-3 RAI trasmette un servizio dalla Baia Imperiale di Gabicce in cui Ermanno Pasolini presenta un’altra festa dello Ior. Il 19 marzo 1991 Ermanno Pasolini è ospite a “Romagna Mia” trasmissione condotta da Nilla Pizzi per Erreuno Tv, replicata su scala nazionale, in Canada, negli Stati Uniti e in Australia. Vi torna il 17 marzo 1992, il 6 aprile e l’11 novembre 1993.   L’estate 1991 porta alla ribalta Ermanno Pasolini per uno spettacolo in coppia con Piero Chiambretti, il personaggio più popolare di RAI TRE. Della sfida Chiambretti-Pasolini parla tutta la stampa. Fra il pubblico ad osservare il duo ci sono DARIO FO e FRANCA RAME.   Il 4 e 5 dicembre 1992 Ermanno Pasolini è a Basilea allo Stadt Casino per la festa della “Associazione Emiliano-Romagnola”. Torna il 3 dicembre 1994 e il 9 novembre 1996.    Il 12-13 marzo 1993 all’Altro Mondo Studios di Rimini presenta il 7° Rimini Live Festival organizzato dal Mubi Studio di Stefano Bianchi e Riccardo Mussoni. Con Ermanno Pasolini c’è Brigitte Nielsen. Il 12 marzo 1994 con Ermanno Pasolini c’è Simona Tagli; il 18 marzo 1995 Francesca Gollini; il 26 marzo 1996 Antonella Elia; il 14 marzo 1998 Sabrina Sole.    Il 19-20 marzo 1993 all’Università di Losanna in Svizzera Ermanno Pasolini fa promozione turistica romagnola. Con lui un troupe di Rai Tre guidata da Gianfrancesco Carasso. In onda il 23 marzo alle 19.45. Il 13 gennaio 1995 è ospite di Rita Dalla Chiesa e Pasquale Africano nella trasmissione Forum in onda su Canale 5 dalle 11.45 alle 13. Vi torna il 5 giugno 1995.    Il 30 novembre 1995 all’Embassy di Rimini, Ermanno Pasolini festeggia le nozze d’argento con lo spettacolo alla presenza di personaggi della canzone, dello spettacolo, del cinema e di tanta gente del popolo. Quei fans che non lo hanno mai abbandonato e hanno contribuito a creare Ermanno Pasolini, il piccolo personaggio del grande mondo dello spettacolo di cui ha scalato un solo gradino, da solo, senza compromessi. Mai.    Mercoledì 13 marzo 1996 Rai Tre gira uno special sulla 10a edizione del “Rimini Live Festival” presentato da Ermanno Pasolini all’Altro Mondo Studios di Rimini. In onda nel TG3 delle 19.30 di giovedì 14 marzo con il commento di Gianfrancesco Carasso. Ancora Rai Tre per la finale di sabato 23 marzo 1996, in onda nel TG3 delle 14 di martedì 26 marzo.    Da martedì 27 agosto a lunedì 2 settembre e lunedì 9 Ermanno Pasolini presenta per la Leadership di Roma le 7 semifinali e la pre-finale della 38a edizione di “Primo Festival. Concorso Voci e Volti Nuovi di Castrocaro Terme”: 8 serate con 569 concorrenti. Ermanno Pasolini viene definito la rivelazione d Castrocaro 1996. Riconferma nel 1997: dal 20 al 25 settembre presenta la 39a edizione con 435 cantanti in 6 semifinali e il 29 la pre-finale. E’ un successo. Terzo ritorno a Castrocaro in ottobre-novembre 1998. Ermanno Pasolini presenta 700 concorrenti e viene definito il “Mito vivente”. Venerdì 6 marzo 1998 in diretta dal Rio Grande di Igea Marina è ospite di “Cronaca in diretta” trasmissione di Rai Due con Gianfranco Agus che fa esibire Pasolini in uno scatenato “Tic tic tac”. Nuova apparizione, ballando, venerdì 19 febbraio 2000.    Ermanno Pasolini nell’estate 2001 diventa cantante-ballerino, lancia il suo primo CD “Bingo Dance” di cui è autore delle parole con musica di Paolo Domeniconi e prodotto dalle edizioni musicali Galletti-Boston. Ermanno Pasolini assume lo pseudonimo di  “Her Paso”  ed è accompagnato dalle ballerine di Cesena Danze.  Il 5 gennaio 2005 Ermanno Pasolini raggiunge e supera quota 20.000 articoli. La festa si svolge al Palarubicone alla presenza di Elena Battistini sindaco di Savignano sul Rubicone. Il primo articolo lo dedicò nel 1976 al maestro Secondo Casadei.  Dal 1995 scrive articoli per riviste svizzere e tedesche sulla Romagna e la Riviera Adriatica relativi a divertimentificio notturno, fiere sagre e tradizioni.   Il 2 giugno 2006 il Prefetto della Provincia di Forlì-Cesena Salvatore Montanaro, in occasione della Festa della Repubblica in piazza Saffi a Forlì, ha consegnato a Ermanno Pasolini l’onorificenza di Commendatore al merito della Repubblica Italiana conferito il 2 giugno 2005 dal Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi e controfirmato da Silvio Berlusconi.   Le sue foto e il suo nome sono apparsi su molti quotidiani, settimanali e periodici italiani. Attualmente Ermanno Pasolini è corrispondente de Il Resto del Carlino, collabora con il settimanale Il Ponte e con altre testate.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...