Salgono i contagi nelle scuole e con il concorso aumenteranno. Il concorso come Atalanta-Valencia: una bomba epidemiologica. Morto un docente (e vice preside) ma la ministra Azzolina ribadisce che le scuole sono al sicuro, denuncia il governatore campano De Luca ma il Tar da ragione a De Luca. Aumentano i contagi: Azzolina le scuole (e i mezzi di trasporto) sono al sicuro. La Camera dei Deputati no, infatti si pensa di chiuderla e lavorare in remoto perchè 14 deputati sono infetti…

Martedì 20 ottobre due repliche della puntata della trasmissione L’angolo della scuola

alle ore 13 su Radio Musica Mozzello

per ascoltarci cliccate

http://radiomusica.mozello.it/chat/

alle 19,30 su Radio Regione 100

per ascoltarci cliccate

www.radioregione100.it

La ministra Azzolina (sostenuta da governo ed opposizione in tale scelta) insiste sul diniego della didattica in remoto e sull’apertura delle scuole di ogni ordine e grado (eccezion fatta per la Regione Campania dove il governatore De Luca, minacciato da Azzolina ha preso la decisione di attuare la didattica in remoto e della Regione Lombardia dove il Presidente Fontana ha deciso la dad limitatamente agli studenti degli ultimi anni delle superiori e solo parzialmente). Spalleggiano Azzolina tutti i parlamentari di maggioranza e di opposizione: “la scuola non si ferma, no alla dad”. Come sottolineato più volte il problema non è quanto accade all’interno della scuola, ma i mezzi di trasporto affollati e quel che combinano alcuni studenti al di fuori dalle scuole. Era chiaro fin da giugno che con la riapertura delle scuole avrebbe fruito dei mezzi pubblici 8.300.000 studenti e  835.489,  docenti (fonti Miur) oltre ad altri lavoratori e pendolari. Il problema coinvolge i trasporti e la scuola oltre alle movide, e a comportamenti non idonei da parte di alcuni studenti.

In Parlamento intanto i contagiati sono saliti a 14 e si chiedono le riunioni della Camera in remoto, poiché molti parlamentari (che non viaggiano certo sui mezzi pubblici) hanno paura.

Domenica nuovo vertice del Cdm per decidere (o non decidere) su ristoranti, bar e palestre e sulla scuola, maggioranza e opposizioni tutti d’accordo: non si ricorre alla didattica a distanza, si parla soltanto di ingressi scaglionati noncuranti del problema dei mezzi di trasporto, ciò che è importante è salvaguardare la vita dei rappresentanti del popolo e optare per il remoto alla Camera.

Il Presidente della Conferenza delle Regioni Stefano Bonaccini ha chiesto un incontro con la ministra Azzolina al fine di “Frenare l’incremento continuo di contagi da Covid agendo sulle scuole, in particolare introducendo didattica a distanza per gli studenti degli ultimi anni delle scuole superiori e lo scaglionamento degli orari di ingresso e uscita”.

Il Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca viene definito irresponsabile da Azzolina che minaccia di impugnare la decisione di De Luca, la ministra ignora però che è stato il governo a dare alle Regioni il potere di intervenire ad hoc con musure più restrittive. Ignoranza del ministro oppure il governo che ora mette in dubbio le misure restrittive dei Presidenti di Regione? De Luca ha optato per tale scelta basandosi su determinati dati sui trasporti e sulle scuole che conosce molto meglio di Azzolina avendo insegnato per molti più anni e sulla situazione della propria realtà locale, Regione maggiormente contagiata dopo la Lombardia dove sono stati presi provvedimenti blandi. E mentre si discute nelle ultime 24 ore si è registrato un innalzamento di positività al virus (quasi 11.000 contagiati nelle ultime 24 ore, in testa sempre la Lombardia….)

Anche il Presidente della Regione Emilia Romagna Stefano Bonaccini pare optare per la linea blanda del suo collega Fontana, mentre pare che la Regione Umbria abbia chiesto un periodo sperimentale di lezioni in remoto per 15 giorni (eccezion fatta per i nidi e le scuole dell’infanzia).

Il Dcpm scarica su Presidenti di Regione e Sindaci varie responsabilità, protesta De Caro sindaco di Bari e Presidente dell’Anci (Associazione Nazionale Comuni Italiani). La ministra Azzolina in causa contro il governatore campano De Luca (che ha deciso a tutela dei suoi cittadini, non solo docenti ma anche genitori, nonni, infettati da giovani asintomatici e dei cittadini tutti) di optare per didattica in remoto. Il Tar ha dato ragione al governatore De Luca.

Milano e Lombardia? Blandi provvedimenti tutto va bene Madama la Marchesa. Nonostante la Lombardia abbia il record di morti, infetti, contagiati da fine febbraio ad oggi, e Milano sia diventata la capitale italiana del covid. Inascoltato anche il prof.Massimo Galli (da sempre Cassandra inascoltata) che concorda con il governatore De Luca che “ha preso decisioni molto logiche anche sulla scuola”

Lunedì 19 ottobre alle ore 17,30 su Radio Free Live (emittente di Salerno ascoltabile anche in streaming) sarà replicata la puntata di settimana scorsa de L’angolo della scuola con le prof.sse Eleonora Melidoni e Marika Cassimatis e Maurizio Crozza che imita Vincenzo De Luca. In attesa del vero De Luca, uomo saggio, conosce la sua Regione, la situazione mezzi pubblici e sanitaria, le scuole, i genitori, gli studenti, i docenti (ha insegnato molti anni rispetto all’imboscata e incompetente Azzolina), se ha preso provvedimenti sofferti lo ha fatto per garantire il diritto alla sua salute dei suoi cittadini. Poi fa anche ridere è vero, ma i veri buffoni sono altri Presidenti di Regione e Sindaci di grandi città (lo ha spiegato chiaramente ieri sera da Fabio Fazio) e comunque lieto di interloquire con Vincenzo De Luca e parlare di scuola, anche se, come ha fatto ieri Fazio, alla fine, per sdrammatizzare, lo provocherò su Halloween e su cose pensa de “le cinque Stelle”.

Vi aspettiamo lunedì 19 ottobre alle ore 17,30 con le prof.sse Melidoni e Cassimatis, Crozza/De Luca per ascoltarci in streaming cliccate

Martedì 20 ottobre due repliche della puntata della trasmissione L’angolo della scuola

alle ore 13 su Radio Musica Mozzello

per ascoltarci cliccate

http://radiomusica.mozello.it/chat/

alle 19,30 su Radio Regione 100

per ascoltarci cliccate

www.radioregione100.it

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...