Alla ministra Azzolina e a Beppe Sala si unisce la ministra dei trasporti De Micheli: scuole aperte anche la domenica, ecco le tre persone che stanno preparando la terza ondata del covid

L’incompetente ministra De Micheli che di concerto con la collega Azzolina ha causato con la riapertura delle scuole (fra banchi a rotelle e trasporti inadeguati) causando la seconda ondata del covid lancia una proposta, quella di riaprire le scuola anche il sabato e la domenica poichè i mezzi pubblici non bastano, serve spalmare gli orari”. Come sosteneva la prof.ssa Eleonora Melidoni, il Pd non ha voluto nell’estate 2019 il dicastero della Pubblica Istruzione per non bruciarsi (chiunque abbia governato l’Istruzione si è bruciato ed ha perso poi le elezioni), ora però De Micheli rischia di far perdere elezioni al cento sinistra oltre a fare altri pasticci sui trasporti e sula scuola e dare il via alla terza ondata del covid.

Certe dichiarazioni (ci auguriamo siano solo dichiarazioni da parte di chi come l’Orlando dell’Ariosto ha perso il senno…) non fanno altro che aumentare i consensi (a livello locale e nazionale) al centrodestra anche se l’elettorato di sinistra resta solido anche se gli uccidono un congiunto: sempre a sinistra. A Milano però ci sono strani elettori che il voto lo cambiano…

L’angolo della scuola la prima (ed unica) trasmissione radiofonica interamente dedicata al mondo della scuola, siamo in onda dal 1990. Sabato 28 novembre alle ore 22 su Radio Hemingway in onda una nuova puntata il promo

Vi aspettiamo sabato 28 novembre alle ore 22 su Radio Hemingway per ascoltarci cliccate

http://www.radiohemingway.net

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...