Il prof. Massimo Galli sulla scuola: “non vi è alcuna sicurezza nelle riaperture”

Il primario del Sacco di Milano critico sulle misure per l’avvio delle lezioni. «Senza l’obbligo vaccinale e un sistema di test per isolare i focolai è facile prevedere difficoltà» Il Massimo Galli, professore ordinario di Malattie infettive all’Università Statale di Milano e primario all’Ospedale Sacco è preoccupato: «Nonostante l’anno scorso, non vedo una riapertura sicura della scuola. Senza l’obbligo di vaccinazione e un sistema di test per isolare i focolai è facile prevedere problemi alla ripresa». Per quanto riguarda Milano, pur non essendo la sanità pertinenza del Comune, i danni alla sanità li ha fatti la Regione Lombardia, abbiamo un medico candidato sindaco (che gira con la pistola…) che ha preso qualche giorno di ferie (è stressato). Dapprima dichiara che non distingue fascisti e antifascisti, poi smentisce, pare usare prudenza ma tantissimi esponenti della sua coalizione strizzano l’occhio ai no vax e parlano di giovani frustrati dalla Dad ai quali mancano le discoteche”. Irrisolto il problema dei mezzi di trasporto. Il sindaco uscente Beppe Sala aveva dichiarato: “farò di tutto per non chiudere le scuole” alcune persone del Pd (irrigimentate) manifestavano davanti alla Regione contro la dad e il Presidente Fontana argomentando che “la dad uccide” (veramente ha ucciso il covid…), verificheremo se queste persone sono candidate in una delle otto liste a sostegno di Sala. Un altro possibile candidato (verificheremo anche questo) con una delle liste Sala dichiarava: “lo sappiamo che il covid esiste nelle scuole, ma Sala ha bisogno dei voti dei genitori, Sala deve vincere le elezioni che importa se muore qualcuno?”. Ultimamente una sola delle liste a sostegno di Sala (quella di Milano in Salute) sta facendo ragionare il sindaco, che però dovrà bene guardarsi dall’avere quali candidati in altre sue liste certi irresponsabili. Insomma candidati sia di Sala Eccezion (fatta per i candidati di Milano in Salute) di Bernardo parlano a sproposito. Usano estrema prudenza e non si pronunciano su scuola e sanità (non di competenza del Comune) i candidati sindaco Giorgio Goggi (liberali e socialisti), Gabriele Mariani (Milano in Comune) e Mauro Festa (lista gay), due di loro, sentiremo anche il terzo, si sono affidati però ai consigli di esperti di sanità e di scuola. Faremo parlare tutti i candidati, alcuni milanesi (pochi o molti che siano) sono delusi da Sala (ha promesso cose che poi non ha mantenuto) che da Bernardo, nel caso di un eventuale ballottaggio (eventuale qualcuno potrebbe vincere al primo turno) ago della bilancia i candidati sindaci Giorgio Goggi, Gabriele Mariani, Mauro Festa, Gianluigi Paragone (il più dichiaratamente no vax e no covid), candidato 5 Stelle (se faranno la lista). Sala non ha voluto i 5 Stelle al primo turno e, dal suo punto di vista, ha fatto bene. In caso di un eventuale (eventuale lo ripeto) ballottaggio sarà un problema di Sala se apparentarsi con 5 Stelle, socialisti e liberali, Milano in Comune, Lista Gay. Idem Bernardo. Ma magari al ballottaggio vanno, ad esempio, Goggi e Mariani… E’ dal 2006 che nessun candidato vince al primo turno. Invito sia Sala che Bernardo (a dire il vero i loro ultras non i due candidati sindaco) a non mancare di rispetto a nessuno degli altri candidati sindaco.


L’angolo della scuola la prima (ed unica) trasmissione radiofonica interamente dedicata al mondo della scuola, siamo in onda dal 1990, ripartiamo a settembre. Interverranno Marco Fumagalli e/o Francesca Uiivi (capolista Milano in Salute), Pino Gallo (Ats Milano, candidato indipendente partito socialista Giorgio Goggi sindaco), prof. Giacomo Negri (docente candidato lista Milano in Comune Gabriele Mariani sindaco), Mauro Festa (candidato sindaco Partito dei Gay), Giorgio Goggi (candidato sindaco socialisti e liberali di Milano), Gabriele Mariani (candidato sindaco Milano in Comune), un rappresentante della Lega, uno di Forza Italia. Stiamo per contattare Beppe Sala e Luca Bernardo, il prof. Massimo Galli ed altri.

Si esige un chiarimento da parte di tutti, basta giocare sulla sanità e sulla scuola pubblica, da quasi 30 anni martoriate da tutti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...