Regione Lombardia: ecco la giunta Fontana, Stefano Bruno Galli assessore all’autonomia e alla cultura

 

giunta fontana

Oggi, giovedì 29 marzo, Attilio Fontana ha annunciato alla stampa i nomi degli uomini e delle donne che faranno parte della sua giunta:

ATTILIO FONTANA, presidente.

FABRIZIO SALA, vice presidente e assessore per la Ricerca, innovazione, Università, export e internazionalizzazione.

STEFANO BRUNO GALLI, assessore all’Autonomia e Cultura.

FABIO ROLFI, assessore all’Agricoltura, alimentazione e sistemi verdi.

RAFFAELE CATTANEO, assessore all’Ambiente e Clima.

DAVIDE CARLO CAPARINI, assessore al Bilancio, finanza e semplificazione.

MASSIMO SERTORI, assessore agli Enti locali, montagna e piccoli comuni.

CLAUDIA MARIA TERZI, assessore alle Infrastrutture trasporti e mobilità sostenibile.

MELANIA RIZZOLI, assessore alla Istruzione, formazione e lavoro.

SILVIA PIANI, assessore alle Politiche per la famiglia, genitorialità e pari opportunità.

STEFANO BOLOGNINI, assessore alle Politiche sociali, abitative e disabilità.

RICCARDO DE CORATO, assessore alla Sicurezza.

MARTINA CAMBIAGHI, assessore allo Sport e giovani.

ALESSANDRO MATTINZOLI, assessore allo Sviluppo economico.

PIETRO FORONI, assessore ai Territorio e Protezione Civile.

LARA MAGONI, assessore al Turismo, marketing territoriale e moda.

GIULIO GALLERA, assessore al Welfare.

 

SOTTOSEGRETARI ALLA PRESIDENZA:

FABIO ALTITONANTE, con delega a Rigenerazione e sviluppo area Expo.

FABRIZIO TURBA, con delega ai Rapporti con il Consiglio regionale.

ALAN CHRISTIAN RIZZI, con delega a Rapporti con le delegazioni internazionali.

ANTONIO ROSSI, con delega ai Grandi eventi sportivi

A differenza di tante persone che commentano a vanvera (tifano ed esprimono giudizi su persone che non conoscono e che vedono in tv) mi astengo da giudizi sulle persone che non conosco, mi limito a qualche cenno su alcune che ho incrociato nel mio percorso professionale e mi soffermo sull’assessore che conosco meglio.

Attilio Fontana, conosciuto ed intervistato fra il 2000 e il 2004 quando fu Presidente del Consiglio Regionale, dicono che sia uomo concreto, pacato, moderato, ma anche non ride mai, eppure io riuscii a farlo ridere. L’hanno sottovalutato, a parer mio, nel corso della campagna elettorale, giudizio personale, opinabile, caratterialmente, e non solo, lo preferisco a  Roberto Maroni.  Quando qualcuno annunciava già una vittoria senza averla ottenuta ritiratosi Maroni io dissi: non sottovalutate Fontana avrà un risultato al di sopra delle aspettative degli stessi suoi supporter (alcuni dei quali erano diffidenti).

Raffaele Cattaneo, incontrato, intervistato e conosciuto in occasione della mostra dei 40 anni di Antenna 3 Lombardia, affabile, disponibile, sensibile al mondo delle tv locali.

Davide Caparini, incrociato molti anni fa nel corso di un talk show di Telelombardia ove eravamo entrambi ospiti, anche lui sensibile al mondo delle radio e delle tv locali.

Riccardo De Corato, qualcuno ha commentato (collega giornalista): “a volte tornano” io ho detto: “a volte restano” De Corato è in politica dagli anni ’70, pur perdendo lo scranno a Palazzo Marino (dove era presente dal 1983 e per dieci anni vice sindaco) era rimasto in consiglio regionale (e forse anche in Parlamento). Non a volte tornano, a volte restano.

Giulio Gallera, l’ho incrociato recentemente, lui mi conosceva come autore di un libro sulla storia di Milano dal 1945 al 2001,  Accadde a Milano notizie, personaggi e sindaci dal dopoguerra ad oggi,  ci ho avuto poco a che fare avendo egli delega non dei miei settori (a differenza degli italioti e dei grillini “so tutti io” non sconfino in settori non di mia pertinenza), gentile, disponibile, educato, affabile.

Fabio Altitonante, anche con Altitonante un solo contatto presentatomi dall’amico Pompilio Marinaro, Altitonante mi conosceva come ex candidato sindaco di Milano, gentile, educato, disponibile. Lo conosco poco però.

Alan Rizzi, lo conosco da quando era un ragazzino, conoscevo benissimo suo padre Enrico, e conosco molto bene il fratello Richard, spesso mio ospite in radio, memorabile una puntata con Richard e Vittorio Sgarbi il quale non ci ha dato delle capre ahah

Concludo con la persona che conosco meglio: Stefano Bruno Galli docente di storia delle istituzioni politiche e di dottrine politiche, nel corso dell’anno scolastico 1991/1992 insegnavamo nella stessa scuola (un cfp reginoale), con lui ho lavorato fino al 1994, poi, a seguito della smembramento del Cfp Regionali le nostre strade si sono separate. Ho ritrovato Stefano sei anni fa con molto piacere, non era cambiato. Sempre serio (semmai sono diventato io un comico…) rigoroso, studioso, appassionato di storia, grande politologo, analista, agitatore culturale, uno dei massimi esperti di federalismo che abbiamo in Italia. Sono stato fiero di fargli una delle prime interviste radiofoniche, e, successivamente, televisive, gli ho strappato un sorriso quando (non era ancora assessore in pectore) gli ho detto: magari finisce come Matteo Salvini, fui uno dei primi (se non il primo in assoluto) ad intervistarlo quando era ancora uno sconosciuto consigliere comunale e poi è diventato il Matteo Salvini che tutti oggi conoscono, anche in Australia da quanto mi hanno scritto alcuni radioascoltatori italo-australiani.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...