Luca Salvetti da Telegranducato a sindaco di Livorno, Roberto Poletti da Telelombardia alla Rai, noi siamo quelli di Telepannocchia…

 

Sabato 21 giugno alle ore 22 su Radio Hemingway replica dell’intervista di Massimo Emanuelli a Roberto Poletti

per seguirci cliccate http://www.radiohemingway.net

“Noi siamo quelli di Tele Pannocchia” così Gianfranco Funari definiva noi delle piccole radio e tv locali. Le radio e le tv locali trampolino di lancio per tanti che hanno fatto la gavetta presso tali emittenti per poi approdare su reti nazionali o in politica, c’è anche chi se lo dimentica, oppure chi resta fedele alle tv locali. Questa settimana sono assurti alle cronache nazionali due giornalisti storici delle tv locali italiane, per ragioni diverse: Luca Salvetti e Roberto Poletti.

telegranducatoLuca Salvetti nasce a Livorno il 9 settembre 1966, si diploma al liceo scientifico Cecioni di Livorno, nel 1991 consegue la laurea in scienze politiche, indirizzo storico-politico presso l’Università degli studi di Pisa con votazione finale di 105/110 e una tesi sulla storia dell’industria navale e cantieristica. Ma Salvetti, a differenza di altri politici degli ultimi anni che non hanno mai lavorato in vita loro, inizia a lavorare quando è ancora studente universitario collaborando con il quotidiano livornese Il Telegrafo e con Telegranducato, storica emittente livornese nata nel 1979, “la tv della stella” alla quale Salvetti non volterà mai le spalle nonostante gli arrivino proposte anche dalla Rai: «Dopo una mia partecipazione a “Chi l’ha visto?”, la Rai mi propose un contratto a tempo determinato – racconta – Era un’occasione, ma qualcosa mi disse che la strada sicura e adatta a me era a Livorno e rifiutai». Con il senno del poi? «Ho fatto bene, non ho alcun rimpianto».Salvetti conduce GRANDU… CALCIO rubrica sportiva cult dell’emittente. Nell’agosto 1990 inizia a collaborare anche con il quotidiano La Nazione di Firenze seguendo da vicino cronaca, sport e spettacolo nella redazione livornese. Contemporaneamente assume il ruolo di coordinatore della redazione del settimanale Il Livornese in qualità di responsabile delle 42 pagine che affrontavano varie questioni della città di Livorno. Nel marzo 1991 è chiamato a ricoprire il ruolo Telereporter nella redazione giornalistica dell’emittente televisiva toscana Granducato Tv. Da quella data effettua lavoro di redazione con telegiornali settimanali in video e servizi giornalistici in esterno, curando in prima persona molti avvenimenti toscani. Nel 1995 ho lavorato per la Trasmissione Rai “Chi l’ha visto” realizzando i collegamenti esterni da Livorno per l’omicidio del Parà Mandolini e a luca salvettiNovellara in provincia di Reggio Emilia per la morte di padre e Figlia investiti da un treno. Nel periodo 1999-2001 ho collaborato Con Tele Più come telecronista delle partite del Livorno calcio. Nello stesso periodo realizza telecronache sportive per il canale Satellitare ESPN. Dal 2003 al 2013 è il corrispondente da Livorno del quotidiano nazionale La Repubblica. Negli ultimi 10 anni ha inoltre curato dal punto di vista giornalistico diverse produzioni video di carattere culturale e sportivo. Il percorso professionale ha riguardato questioni e argomenti di carattere politico, economico, culturale e sportivo. Salvetti ha seguito molti dei principali episodi della cronaca toscana e della città di Livorno in particolare, ha condotto reportage e serie televisive dedicate alla portualità alla scuola e ai viaggi. Nel 2013 ha pubblicato per Erasmo Edizioni il Libro Telereporter 25 anni di fatti, storie e personaggi in 25 anni di giornalismo televisivo. Il libro, con prefazione di Igor Protti, racconta piccoli e grandi storie di Livorno vissute in prima linea con un linguaggio semplice, in pratica una storia della città degli ultimi 40 anni. Salvetti è spinto dalla voglia di raccontare la sua passione per il giornalismo, ma anche il grande amore per la sua città attraverso “istantanee” che parlano dritte al cuore dei livornesi con un velo di nostalgia per le tradizioni perse e per le atmosfere di un tempo. Dal fenomeno di Vezio Benedetti, all’addio alla serie C del Livorno senza dimenticare la tragedia del Moby Prince e ciò che è stato del Cantiere Navale. I fatti di cronaca e internazionali (c’è anche un capitolo sulla missione Alba) si intrecciano così alle esperienze di vita e ai ricordi personali di Salvetti, innamorato del giornalismo fin da bambino. Nel 2017 ha ricevuto il “mare nostrum eward” per il video “le autostrade del mare”.
Nel 2019 Salvetti si candida sindaco di Livorno per il centro sinistra contro Andrea Romiti (centro destra), Stella Sorgente (Movimento 5 Stelle che aveva governato per cinque anni la città labronica), il docente Marco Bruciati (lista civica Buongiorno Livorno) ed altri candidati minori. I 5 Stelle che ovunque governano perdono poiché si caratterizzano per la propria incapacità non riescono nemmeno ad arrivare al ballottaggio, il bravissimo Marco Bruciati a sopresa, pur escluso dal ballottaggio, arriva al 18%. Al ballottaggio Luca Salvetti stravince contro il candidato della destra Romiti ed è il nuovo sindaco di Livorno.

LA STORIA DI TELEGRANDUCATO

 

Roberto Poletti esordisce a Radio Feltre, quindi passa a L’Indipendente, passa per Radio Padania, si afferma a Telelombardia, Antenna 3 Lombardia 7 Gold, quindi è inviato di Paolo Del Debbio a Mediaset, pur continuando a collaborare con Antenna 3 Lombardia.

Fra le novità del palinsesto estivo Rai vi è la coppia Roberto Poletti / Valentina Bisti, alla conduzione di Unomattina estate. La Bisti è già stata protagonista per due estati del programma. ma la novità è appunto Roberto Poletti, una vita nelle tv locali lombarde e diverse stagioni al fianco di Paolo Del Debbio a Rete4.

L’Angolo Della Scuola – Lunedì dalle 17.30

 

 

Roberto Poletti in Rai l’ennesimo ospite che intervistato a L’angolo della scuola poi diventa personaggio nazional popolare (come Matteo Salvini, Giovanni Caccamo, Marika Cassimatis e tanti altri…). Lunedì 10 giugno su Radio Free riascolteremo una vecchia intervista che Poletti mi concesse molti anni fa, riascolteremo anche un allora sconosciuto Matteo Salvini (sempre a L’angolo della scuola, 1995) e cercherò di raggiungere telefonicamente Poletti. Non prendeteci sul serio Emanuelli, Poletti e Salvini non vanno mai presi sul serio. Prendete sul serio gli altri politici e gli altri giornalisti. ahahah

CHI E’ ROBERTO POLETTI

LA STORIA DI TELELOMBARDIA

LA STORIA DI ANTENNA 3 LOMBARDIA

LA STORIA DI 7 GOLD

Sabato 21 giugno alle ore 22 su Radio Hemingway replica dell’intervista di Massimo Emanuelli a Roberto Poletti
per seguirci cliccate http://www.radiohemingway.net

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...