Le Edizioni Curci e Tony Martucci

edizioni curciLe Edizioni Curci vennero fondate nel 1860 dall’avellinese Francesco Curci, che si era trasferito a Napoli qualche anno prima ed aveva aperto un negozio di musica, iniziarono l’attività pubblicando sia spartiti di musica classica sia canzoni napoletane. Con la morte di Francesco nel 1912 l’azienda passò al figlio Pasquale Curci, coadiuvato dal fratello Achille, incisore, che si occupò dell’aspetto grafico e dalla sorella Concetta, amministratrice.

Pasquale fu l’artefice dell’espansione delle Edizioni Curci: a partire dagli anni trenta infatti iniziò ad espandere la sua attività oltre i confini, diffondendo inoltre in Italia alcuni successi americani, spesso legati a pellicole cinematografiche; nel 1932 aprì due sedi distaccate, a Roma e a Milano, in Galleria del Corso 4 (quest’ultima diventerà poi la sede principale). Scomparso Pasquale nel 1938, l’azienda passò ai figli Giuseppe, Alberto e Alfredo; il quarto fratello, Arturo Curci, preferì, dopo la laurea in medicina, dedicarsi alla professione di medico.
rabagliati edizioni curciAlberto ed Alfredo, entrambi diplomati al conservatorio di San Pietro a Majella, seguirono più la parte musicale (Alberto fu anche un noto paroliere, con lo pseudonimo Devilli), mentre Giuseppe, che aveva studiato per quattro anni a Londra, si occupò dell’aspetto organizzativo. Nel 1941 esce per le Edizioni Curci Se io fossi milionario, brano portato al successo da Ernesto Bonino e da Pippo Stranazza, nel 1943 esce Ma l’amore no brano di Giovanni D’Anzi e Michele Galdieri portato al successo da Lina Termini, Alberto Rabagliati e dallo stesso Giovanni D’Anzi.

modugno edizioni curciNel 1950 entrò nello staff aziendale Giuseppe Gramitto Ricci, marito di Clotilde (figlia di Alfredo Curci), che sviluppò la ricerca di nuovi autori, scoprendo e lanciando Domenico Modugno, con cui le edizioni musicali Curci vinsero due edizioni consecutive del Festival di Sanremo nel 1958 e nel 1959. Altri brani della Curci sempre del 1958 sono: Ai romani piaceva la biga di Mario Panzeri, Gian Carlo Testoni e Max Springher portata al successo da Ruggero Oppi e Timida serenata di Nisa e Gino Redi portata al successo da Carla Boni, Gino Latilla, Aurelio Fierro e Gloria Chrisian. Nel 1959 vengono pubblicati Non restare tra gli angeli di Enrico Polito, Domenico ModugnoGianni Meccia interpretato da Nicola Arigliano, Adorami di Gian Carlo Testoni e Umberto Fusco portata al successo da Tonina Torrielli e Nilla PizziIl ribelle di Gian Carlo Testoni interpretata da Adriano Celentano

Gramitto Ricci inoltre diede vita ad altre edizioni musicali distribuite dalla Curci, come le edizioni musicali Accordo, le edizioni musicali Asso e le edizioni musicali Cervino, ed a partire dal 1960 fu l’artefice dell’espansione aziendale nel settore discografico con la fondazione della Carosello e la riorganizzazione del gruppo con la denominazione Cemed (acronimo di Carosello Edizioni Musicali e Discografiche), di cui le edizioni musicali Curci diventarono un ramo.

Nel 1968 la Curci fu l’editrice di tutte le canzoni della commedia musicale del Quartetto Cetra Non cantare, spara. Collabora per molti anni con le Edizioni Curci Tony Martucci.
Nel 1998 Giuseppe Gramitto Ricci (diventato, dopo la morte di Alberto Curci nel 1973 l’unico responsabile dell’azienda) si ritirò per motivi di salute, lasciando la Curci al figlio Alfredo Gramitto Ricci, che la guida tuttora. Giuseppe Gramitto Ricci muore nel gennaio del 2009.  Nel 2009 la Curci ha pubblicato con la propria etichetta l’album-compilation A La Costa Sud (La Musique De La Côte D’Azur), un triplo CD prodotto da Pino Presti realizzato in Francia.  Nel 2016 Edizioni Curci ha firmato un contratto di amministrazione e di pubblicazione pluriennale con Downtown Music Publishing per il Nord America. Downtown è divenuto dalla firma dell’accordo, il catalogo delle Edizioni Curci, che comprende più di 50,000 opere dal mondo del pop italiano, dell’opera, della musica classica e della musica da film, con successi internazionali come Nel blu dipinto di blu e Io che non vivo (senza te) (You Do not Have To Say You Love Me).

giorgio gaber edizioni curci il signor gPur svolgendo una proficua attività nell’ambito dei generi classico, operistico e didattico, le Edizioni Curci sono universalmente conosciute per aver dato voce alla tradizione di musica leggera e popolare in Italia con brani divenuti successi internazionali e senza tempo. Da Domenico Modugno a Giovanni D’Anzi, da Pino Donaggio a Astor Piazzolla, da Toto Cutugno a Giorgio Gaber passando per Vasco Rossi, Tiziano Ferro e Daniele Silvestri e con un catalogo in continua espansione comprendente i repertori di Claudio Baglioni e Antonello Venditti, le Edizioni Curci sono la casa dei più importanti nomi della musica di ieri, oggi e domani.

La direzione è affidata al Dott. Alfredo Gramitto Ricci che, nel pieno rispetto della tradizione passata, ha saputo rinnovare l’azienda reinterpretandola con taglio moderno, anche grazie alla preziosa collaborazione dei suoi direttori generali: Claudia Mescoli per la sezione dedicata alla Musica Leggera e Laura Moro per la divisione di Musica Classica.
Arricchito di anno in anno, il roster delle Edizioni Curci oggi vanta autori e interpreti appartenenti ai più svariati generi musicali.

Da più di 150 anni le Edizioni Curci si distinguono per la sensibile capacità di supportare e accompagnare i propri autori sia nella fase del processo creativo che in quella successiva di tutela e posizionamento delle loro opere all’interno del mercato musicale: al fianco dei numerosi brani entrati nelle classifiche radiofoniche e delle prestigiose certificazioni di vendita raggiunte, sono da annoverare le molteplici vittorie al Festival di Sanremo, incluse quelle conquistate nell’edizione del 2017 con “Occidentali’s Karma” di Francesco Gabbani e nel 2016 con “Un Giorno Mi Dirai” degli Stadio.

Un ulteriore punto di forza della società è inoltre svolto dalla gestione dei diritti delle opere del catalogo musicale di proprietà e di quelli rappresentati: grazie ad una vasta rete di partner e sub-editori esteri, le Edizioni Curci sono al tempo stesso presenti in tutto il mondo e rappresentanti in Italia di innumerevoli cataloghi internazionali.

Con un repertorio senza confine di genere e stile, le musiche delle Edizioni Curci sono protagoniste delle più importanti campagne pubblicitarie in Italia e nel Mondo: Armani, Vodafone, Enel, Ferrero, Fiat e Alitalia sono solo alcuni dei prestigiosi brand che hanno scelto brani del catalogo Curci per accompagnare i propri spot.

Grazie alla propria musica, le Edizioni Curci svolgono un ruolo di primo piano all’interno delle principali colonne sonore cinematografiche e televisive. Tra le sincronizzazioni più prestigiose sono da menzionare quelle presenti nel film cult “Django Unchained” di Quentin Tarantino, nel film Premio Oscar “La Grande Bellezza” di Paolo Sorrentino, nel film vincitore del Nastro D’Argento “Perfetti Sconosciuti” di Paolo Genovese e nell’acclamata serie televisiva “The Young Pope” diretta da Paolo Sorrentino.

Parallelamente alla sincronizzazione di brani già editi, le Edizioni Curci sono attive anche sul fronte delle colonne sonore originali, frutto della collaborazione con i più stimati autori e compositori italiani. In questo ambito sono gli editori delle musiche di acclamate serie tv come “Braccialetti Rossi” e “C’era Una Volta Studio Uno” e di numerosi film, tra i quali “Pazze Di Me”, “Latin Lover” e “I Nostri Ragazzi”.

Hanno inciso e incidono per le edizioni Curci: Domenico Modugno, Pino Donaggio, Claudio Baglioni, Edoardo Bennato, Toto Cutugno, Antonello Venditti, Giorgio Gaber, Editors. Tiziano Ferro, Vasco Rossi, Alvaro Soler, Daniele Silvestri, Apparat, Levante, Emis Killa, Ivan Graziani, Raiche, Bill Withers, Niccolò Bonghi, Niccolò Agliardi, Diodato, Andrea Pula, Chantal Saroldi, Edwyn Roberts, Andrea Bonomo, Paolo Antonacci, Alphaville, Davide Simonetta, Astor Piazzolla, Bungaro, Stefano Marletta, Saverio Principini, Luca Chiaravalli, Saverio Grandi, Bugo, Fabio De Martino, Cesare Chiodo, Maurizio Fabrizio, The Tallest man on heart, Aurora, Pacifico, Gianluigi Fazio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...