Massimo Emanuelli ospite della trasmissione radiofonica Caffè corretto condotta da Pino Beccaria

Avrei dovuto iniziare il 2020 radiofonico venerdì 3 gennaio alle ore 21 con ospite Cristiano Minellono, intervistato da me e da Fabio Rosati per Stile italiano la storia della canzone italiana raccontata dai suoi protagonisti.

pino beccaria la bottega del caffèUna graditissima telefonata di auguri di Pino Beccaria, che non è soltanto un amico ma uno dei miei maestri di radio, ha fatto si che accetto cordialmente l’invito di Pino ad intervenire (stavolta come intervistato) nella sua trasmissione Caffè corretto in onda su Radio Canale 7 di Prato. Raramente intervengo come ospite, sia per i molteplici impegni didattici, radiofonici e televisivi, sia perchè le domande sono abituato a farle, sia perchè (miracolo) mi sono concesso tre giorni di riposo. Ma per Pino questo ed altro. Pino Beccaria è stato il primo giornalista italiano ad andare in onda su una radio libera italiana (a me piace ancora chiamarle così le emittenti private libere) Radio Milano International fondata da Angelo Borra, la prima radio privata libera italiana con un palinsesto vero e proprio, una radio che fece scuola sia a livello di dj (iniziarono li Claudio Cecchetto, Beppe Farah, Fausto Terenzi, Fabio Santini, Giovanni Branchini, Massimo Cerri, Carmelo e Michelangelo La Bionda, Gigio D’Ambrosio) ma anche a livello giornalistico ed informativo proprio con Pino Beccaria. Pino Beccaria lavorò poi in altre emittenti storiche milanesi (Radio Stramilano, Radio Montestella) inventando format poi copiati da tutti. Allora io ero troppo giovane e mi limitavo a fare la mascotte di Radio Stramilano, poi iniziai dalla gavetta facendo lavori dietro le quinte, ma imparavo tutto ascoltando Pino Beccaria. Successivamente, andai casualmente in onda su Radio Ambrosiana (emittente nata da una scissione di Radio Stramilano) quindi approdai a Radio Montestella, con Pino, che ascoltavo sempre, non riuscivo però mai ad incontrarmi perchè quando io approdavo in una radio lui l’aveva da poco cambiata. Mi ritrovai a Radio Montestella con un altro grande maestro, Franco Moccagatta, che proprio Pino Beccaria aveva voluto aRadio Montestella.

Per molti anni persi i contatti con il grande Pino che nel 2000 lasciò Milano per trasferirsi in quel di Reggio Emilia tornando alla carta stampata, ritrovai Pino grazie a Franco Lazzari (altro vecchio pirata dell’etere) in una trasmissione radiofonica, quando si dice il destino… Da allora ci sentiamo spesso, Pino, pur continuando a scrivere per la carta stampata è tornato alla radio e conduce ogni giovedì alle 18 Caffè corretto su Radio Canale 7 di Prato, storica emittente toscana nata nel 1978. La rubrica Caffè corretto si concentra su un argomento (prevalentemente) di attualità e talvolta in collegamento con un ospite. La trasmissione è molto seguita anche perchè tratta temi d’un certo spessore, Beccaria ci mette sempre un pizzico d’ironia, ironia tipica del grande giornalista. Non so di cosa parleremo, non mi importa, io e Pino improvvisiamo, sarà un sintetico intervento, il caffè per essere gustato deve essere concentrato. Anche nella parola caffè vi è un ritorno alle origini: Pino ha condotto per anni La bottega del caffè ed io ho presieduto per anni il Circolo culturale Il Caffè di Milano.

LA STORIA DI CANALE7

CHI E’ PINO BECCARIA

 

Vi invito all’ascolto oggi, giovedì 2 gennaio 2020, alle ore 18 su Radio Canale 7.

Per ascoltarci in streaming cliccate

http://www.radiocanale7.it

Home

Home

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...