E’ morto il fotografo Alfredo Giammarini fra i fondatori di Telecavo Tvp

E’ morto a San Benedetto del Tronto il fotografo Alfredo Giammarini, a darne la notizia su facebook è stato il giornalista Remo Croci.  All’inizio degli anni ’70 fu fra i pionieri di una delle prime tv locali nate in Italia Telecavo Tvp di San Benedetto del Tronto. GIammarini lavorava come ferramenta ma aveva la passione per la fotografia e l’elettronica nonchè per il calcio. Iniziò con una telecamera a filmare gli incontri di calcio della Sambenedettese, in casa e in trasferta. Dopo avere proposto agli amici nel suo negozio la visione degli incontri di calcio convinse gli imprenditori Giuseppe Valeri (un venditore di tessuti poi produttore cinematografico) e Alberto Ciabattoni (ex giocatore di basket poi commerciante di elettronica, titolare di un enorme magazzino di componenti elettronici in zona San Filippo) .e Alfredo Ciabattoni a fondare la tv via cavo Telecavo Tvp che già nel 1973 iniziò ad effettuare prove tecniche di trasmissione, effettuando gli allacciamenti via cavo. Gli abitanti di San Benedetto del Tronto iniziano a vedere al bar (come ai tempi di LASCIA O RADDOPPIA) le partite di calcio della Sambenedettese, i più fortunati possono anche vedersele a casa propria poichè iniziano gli allacciamenti anche nella case private. Le riprese vengono effettuate proprio da Alfredo Giammarini, telecronisti Marcello Camiscioni e Giacinto Ramini, un giovanissimo Remo Croci (oggi giornalista del Tg5) collabora in questi primi anni, si occuperà in seguito dei programmi sportivi e di un notiziario interregionale. Con il 1976 Telecavo Tvp si convertirà all’etere e avrà un vero e proprio palinsesto annoverando fra i suoi collaboratori anche Maurizio Costanzo.

Alfredo Gianmarini della prima Telecavo Tvp fu regista, operatore, primo cineoperatore, factotum. Lasciata l’emittente continuò a lavorare nel suo negozio di fotografia, nel l 2004, a trent’anni dall’inizio delle trasmissioni ufficiali di questa storica emittente, Giammarini organizzò una serata conviviale per ricordare la storia dell’emittente. Io allora lavoravo per Millecanali e lo contattai per ricostruire la storia di questa tv pionieristica fu molto disponibile e l’estate successiva quando ero in vacanza a San Benedetto del Tronto andai a trovarlo, fu lui a presentarmi Remo Croci. Ogni estate lo ritrovavo alle presentazioni dei libri dello stesso Croci, parlava con nostalgia e senza astio del magico e stupendo periodo di Telecavo, aveva un’imponente documentazione e mi disse: “quando morirò tutto questo materiale lo lascerò a Remo Croci“. Scrive Riviera Oggi: “testimone degli eventi più importanti della storia della città, le sue immagini sono state utilizzate dal Comune di San Benedetto per ricordare la tragedia del Rodi e tutto quello che era accaduto in città dopo quel terribile naufragio. Giammarini aveva documentato le veementi proteste che si erano scatenate in Riviera e le fasi dei soccorsi e del recupero dei corpi dei marittimi deceduti. Il suo laboratorio di via Crispi, operativo fino a qualche anno fa, era uno dei più caratteristici luoghi della città. Giammarini aveva collezionato telecamere di ogni epoca e accumulato, negli anni, filmati e fotografie che ora aveva trasferito all’interno della sua abitazione di via Piemonte. Proprio in casa lo hanno trovato i vigili del fuoco questa sera dopo che un amico, che non lo vedeva uscire di casa da ieri, ha dato l’allarme. Sul posto, con i soccorsi, si sono precipitate anche la sorella e la nipote dell’ottantenne. Il decesso dovrebbe risalire a poche ore fa. I funerali saranno celebrati lunedì alle 15.30 nella chiesa di Sant’Antonio di Padova.”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...