Marco Bestetti dopo l’addio a Forza Italia va con Meloni, va con Calenda, va con Moratti? Per i grillini (e per qualcun altro) può andare a…

Il simpaticissimo Marco Bestetti mio ospite sia a L’angolo della scuola che a Passeggiando per Milano ha ieri comunicato il suo addio a Forza Italia dopo vent’anni. Parafrasando il titolo di una bellissima trasmissione di Radio2 (Non è un Paese per giovani) per Bestetti Forza Italia non è un partito per giovani. Nei prossimi giorni replicheremo le interviste di Marco Bestetti la prima durante il periodo covid quando il Presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana si intestardiva nel non procedere con la dad e con l’assessore Gallera, imitati da Crozza, facevano un errore dietro l’altro. Emanuelli allora candidava (per stima personale, e per scherzo) Marco Bestetti sindaco di Milano per il centrodestra, poi, venne fuori il nome di Roberto Rasia dal Polo (ma qui fu Emanuelli a pensare di essere vittima di uno scherzo: “Rasia è un ottimo giornalista, speaker e comunicator, ma cosa c’entra Rasia con la politica? Si ok il centrodestra candida Fiorello ahah fu la mia risposta”. Quando seppi dallo stesso Rasia che tale candidatura corrispondeva al vero proposi allora (sempre per scherzo) di candidare Bestetti capolista di Forza Italia. Successe il finimondo: troll grillini e anche forzisti (in una corrente evidentemente non bestettiana) mi bannaro. Bestetti fu anche vittima della mia satira e di quella di Silvio Berlusconi con la barzelletta del commendator Bestetti….

La seconda intervista fu durante la campagna elettorale per le comunali 2021 trasmissione Passeggiando per Milano, anche qui, scherzando, preannunciavo la fuoriuscita di Bestetti da Forza Italia prima della fine della consigliatura comunale, ma perché quando scherzo poi le cose spesso si avverano? In questa intervista evocavo gli ex sindaci Gabriele Albertini e Letizia Moratti, il sindaco in carica Beppe Sala e Pierfrancesco Majorino. Riascoltate la replica (già lunedì 19 dicembre alle 17,30 su Radio Free Live alcuni spezzoni) allora sembrava satira, oggi è tutto tragicamente (e comicamente) attuale.

L’angolo della scuola, la prima (ed unica, siamo in onda dal 1990) trasmissione radiofonica interamente dedicata al mondo della scuola. Mercoledì 14 dicembre alle 13 su Radio Blu Italia ospite Luciana Bianciardi, editore, traduttrice, figlia dello scrittore Luciano Bianciardi, autore de LA VITA AGRA e di tanti altri saggi e romanzi.

Il protagonista del romanzo di Luciano Bianciardi LA VITA AGRA voleva distruggere il Pirellone…

Bianciardi visse in perpetua solitudine, emarginato negli anni bigotti dell’Italietta di Scelba, isolato in quella rivoluzione dei costumi, fine anni Sessanta. Fu contemporaneamente in anticipo sui tempi e in imperdonabile ritardo. Non credeva in nulla che avesse a che fare con le ideologie. Odiava le congreghe degli intellettuali, sbeffeggiava i funzionari di partito e gli iguana delle case editrici, amava solo Garibaldi, ma perché non c’era più… Cercò di essere un uomo libero, restò per sempre un uomo incapace di affrontare il proprio tempo, se non in una condizione solitaria, fu un inguaribile perdente. La vita di Bianciardi oltre che agra fu breve, la sua fu la storia di una guerra privata contro Milano, una “solenne incazzatura”, fu il suo modo di tirare le somme di una vita passata a Milano con la Maremma nel cuore e la voglia lasciarsi andare…. Nel 1971 venne ricoverato d’urgenza all’ospedale San Carlo di Milano dove morì il 26 ottobre, diagnosi: cirrosi epatica. Luciano Bianciardi non compare nelle antologie scolastiche, anche dopo la morte (e nel centenario della nascita, era nato nel 1922) è poco ricordato, non mi stupisce, era una persona non allineata, scomoda sia alla destra che alla sinistra.”

Vi aspetto con Luciana Bianciardi mercoledì 14 dicembre alle 13 su Radio Blu Italia per ascoltarci cliccate

http://www.radiobluitalia.net

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...