Malafemmena la storia della canzone scritta da Totò

Malafemmena è una canzone scritta da Totò nel 1951 in occasione del concorso di Piedigrotta La Canzonetta e interpretata da Mario Abbate. In seguito fu interpretata da Giacomo Rondinella, Antonio Basurto, ed ebbe uno straordinario successo nell’interpretazione di Teddy Reno nel film TOTO’ PEPPINO E LA MALAFEMMENA di Camillo Mastrocinque. Successivamente vi furono altre cover: Renato Carosone, Connie Francis, Manhattan Express, Fausto Leali, James Senese, Enzo Jannacci, Lucariello, Sal da Vinci.

La canzone, scritta in napoletano parla di una donna affascinante che fa soffrire.

Chi fosse la vera musa ispiratrice della canzone Malafemmena si è saputo decenni dopo grazie alle dichiarazioni di Liliana de Curtis, figlia dell’autore. A lungo si era creduto che Malafemmena fosse stata scritta per l’attrice Silvana Pampanini che Totò aveva conosciuto sul set di 47 MORTO CHE PARLA e che aveva rifiutato la sua offerta di matrimonio. Liliana de Curtis ha affermato che la canzone fu scritta in realtà per la madre. Qualcuno sta leggendo fra le righe alcune allusioni (iniziando da 47 MORTO CHE PARLA) a recenti fatti…

MALAFEMMENA

Si avisse fatto a n’ato1

chéllo ch’hê fatto a me,

st’ommo t’avesse acciso…

e vuo’ sapé pecché?

Pecché ‘ncopp’a ‘sta terra,

fémmene comm’a te,

nun ce hann”a stà pe’ n’ommo

onesto comm’a me…

Fémmena,

tu si’ na malafémmena…

a st’uócchie hê fatto chiàgnere,

làcreme ‘e ‘nfamità…

Fémmena,

tu si’ pèggio ‘e na vìpera,

mm’hè ‘ntussecato ll’ànema,

nun pòzzo cchiù campà…

Fémmena,

si’ dóce comm”o zzùccaro…

però ‘sta faccia d’àngelo,

te sèrve pe’ ‘ngannà!

Fémmena,

tu si’ ‘a cchiù bella fémmena…

te vòglio bène e t’òdio:

nun te pòzzo scurdà…

Te vòglio ancora bène,

ma tu nun saje pecchè…

pecchè ll’ùnico ammóre

si’ stata tu pe’ me!…

E tu, pe’ nu capriccio,

tutto hê distrutto oje nè’…

Ma Dio nun t”o pperdòna

chéllo ch’hê fatto a me…

Femmena…

Traduzione

Se avessi fatto a un altro

quello che hai fatto a me

quest’uomo t’avrebbe ucciso,

tu vuoi sapere il perché?

Perché su questa terra

femmine come te

non dovrebbero esistere per uomini

incapaci come a me!…

Femmina

Tu sei una malafemmina

Questi occhi hai fatto piangere…

Lacrime per l’ infamia.

Femmina,

Sei peggio di una vipera,

mi hai avvelenato l’anima,

non posso più vivere.

Femmina

Sei dolce come lo zucchero

però questa faccia d’angelo

ti serve per ingannare….

Femmina,

tu sei la più bella femmina,

ti voglio bene e t’odio

non ti posso scordare…

Ti voglio ancora bene

Ma tu non sai il perché

perché l’unico amore

sei stata tu per me…

E tu per un capriccio

tutto hai distrutto, piccolina,

Ma Dio non ti perdona

quello che hai fatto a me!…

Femmina

Tu sei una malafemmina…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...