Rettore

rettore carmelaDonatella Rettore è nata a Castelfranco Veneto, in provincia di Treviso, l’8 luglio 1955, figlia di una nobildonna e attrice goldonianaTeresita Pisani, che ha recitato anche con Cesco Baseggio, e del commerciante Sergio Rettoreinizia a cantare all’età di tre anni al mitico Caffè Florian in piazza San Marco a Venezia. A dieci anni ha già il suo primo complessino, con il quale si esibisce nella parrocchie cantando le canzoni di Caterina Caselli.Diplomatasi al liceo linguistico come interprete parlamentare, Donatella decide di trasferirsi a Roma per concretizzare il suo sogno: quello di cantare. Dopo avere accompagnato la Nuova Compagnia di Canto Popolare, nel 1973 è spalla di Lucio Dalla, nello stesso anno incide il suo primo singolo, Anche se non lo sai. Nel 1974, a soli diciotto anni, esordisce al Festival di Sanremo con la canzone I capelli sciolti, esce anche il suo primo long playing …Ogni giorno si cantano canzoni d’amore, con brani ispirati al cantautorato sullo stile di Luigi Tenco e Gino Paoli, tematiche molto intimistiche e di denuncia sociale, fra cui, Maria Sole, che tratta il tema, allora scottante, dell’aborto. Nel 1976 esce il 45 giri Laiolà che ha un grandissimo successo in Germania e che vende 5.000.000 di copie, come testimonia la rivista Bilboard, il suo primo produttore è proprio Gino Paoli,  Fra il 1975 e il 1976 incide Amore e…, Quando tu, Ti ho preso con me, Anche se non lo sai. Nel 1977 torna a Sanremo con Carmela, la canzone non ottiene il successo sperato, ma d’altronde a Sanremo una canzone colta, dai chiari riferimenti politici e ispirata alla rivoluzione spagnola non poteva certo avere la meglio contro le solite smielate canzoni d’amore presenti al Festival. Tuttavia il pubblico si ricorda tuttora di Donatella Rettore, che fu la prima ad indossare una calzamaglia a Sanremo, e che lanciava caramelle al pubblico, come dal testo: “Carmela regalava caramelle colorate, ma erano caramelle avvelenate…” Il brano è contenuto in un lp sulla cui copertina appare lei che, con un colpo di fioretto, separa il suo nome dal cognome, sotto lo sguardo rigoroso di personaggi perbenisti per i quali ha sempre dimostrato una certa insofferenza.

rettore il monelloNel 1978 la svolta: capelli biondissimi, l’immagine decisamente di tendenza, esce il 45 giri Eroe, che segna la seconda fase del cammino artistico di Rettore, che da questo momento decide di eliminare il proprio nome di battesimo dal suo “nome d’arte”. Gli arrangiamenti diventano rock, la radio e la televisione fanno da trampolino per il personaggio Rettore, che si afferma con l’album Brivido divino e con il singolo Splendido splendente (1979), vince il premio Vota la Voce. Rettore, come ha ammesso, deve il suo primo grande successo ad Antenna 3 Lombardia, ospite fissa dell’emittente in una popolarissima trasmissione condotta da Ric e Gian che la chiamano Rettoire.  Nel 1980 esce l’album Magnifico delirio con brani rock che guardano all’allegra spensieratezza degli anni ’60 visti però con l’ironia del presente. Il 45 giri Kobra è la canzone-scandalo del 1980, la canzone ottiene un incredibile successo arrivando ai primissimi posti nelle classifiche di vendita, ed è seconda al rettore playmanFestivalbar, il suo tour riempie gli stadi di tutta l’Italiarettore il monello 1980. Dall’album Magnifico delirio viene estratto anche il singolo Benvenuto, di cui viene realizzato un videoclip per la sigla finale di Domenica In, ma la Rai censura il brano per il testo: “benvenuto in gola e nel palato… e mi apre e ti aspetto fra poco più di prima, benvenuto nel sangue con le occhiaie la mattina…” Nel video – ha dichiarato la stessa Rettore – ero completamente nuda dentro ad una vasca coperta di polistirolo che volava in alto. La Rai censurò il pezzo nel quale la Rettore compariva come una Chaterine Deneuve giovanissima, sigla di Domenica In sarà allora l’innocua Mister Mandarino dei Matia Bazar, per “risarcire” la Rettore, il suo brano Estasi diventerà la sigla di Disco Ring. Nel 1981 è la sovrana assoluta dell’estate con Donatella, uno ska divertente, ritmato e ballatissimo in discoteca, vince il Festivalbar rettore copertna sorrisi 1981con Remember, scritta per lei da Elton John, Estasi Divina sono gli altri suoi successi del 1981. Nel 1982 esce l’album Estasi clamorosa che diventa disco d’oro per le vendite, dappertutto si parla di “caso Rettore”. Escono quindi il 45 giri Lamette e l’album Kamikaze rock and roll, che sconvolgono l’Italia perbenista del 1982, l’argomento chiave è il suicidio ma trattato con ironia: a “dammi una lametta che mi taglio le vene”, alle storie dei violenti kamikaze: “ho seminato vedove e tormenti, lamenti sopra i letti delle amanti”. Nel settembre 1982 un repentino cambio di immagine e un altro pezzo scritto per lei da Elton John (che si firma con uno pseudononimo) This time, colonna sonora del film Cicciabomba che vede la Rettore protagonista assieme a Paola Borboni e ad Anita Ekberg. Il tormentone dell’estate 1983 è Io ho te, sempre nel 1983 duetta rettore boy musiccon Caterina Caselli in Little drummer boy/Peace on heart nella compilation Natale con i tuoi. Alla fine del 1983 esce il long playing Far west, che contiene Sweet heart on parade, terzo brano firmato per lei da Elton John. Nel 1984 compare in un episodio della fiction Aereoporto internazionale, si ferma discograficamente per protesta: “io sono una cantautrice e non riesco a trovare l’ispirazione solo per dovere adempire a regole contrattuali… non avevo niente da dire e per onestà ho preferito fermarmi un anno”. Nel 1985 ritorna a scalare le classifiche con Femme fatale (dove reinterpreta il mito delle dive anni ’30 e ’40), e con il 33 giri Danceteria da cui è anche tratto Clubes and spades, sigla de Il processo del lunedì di Biscardi. Nel 1986 la Rettore partecipa per la terza volta a Sanremo con il brano Amore stella che arriva in finale, altro successo dell’anno è Dea, uno swing che riassume tutta la sua storia artistica con semplicità e grande classe. Nel 1987 Giuni Russo le propone di duettare in Andrenalina, le due artiste presentano il brano con grande successo a Sain Vincent; nel 1988 esce l’album Rettoressa. Nel 1988 altra interpetazione cinematografica nell’horror Il collezionista. Nel 1989 esce l’album Ossigenata con cui celebra il decennale dei suoi successi, si tratta di una compilation con due inediti: Zan Zan Zan Sogno americano. Ancora cinema (è interprete dei film Paganini di Klaus Kinsi, e Strepitosamente flop di Pierfrancesco Campanella), poi un nuovo periodo di riflessione. Nel 1990 gira nuovamente l’Italia con un tour, Rettore aderisce con altri grandi della musica mondiale al progetto Love is the answer, cd venduto per raccogliere i fondi per la lotta contro l’Aids promosso dall’associazione Anlaids. Nel 1991 viene chiamata da Silvano Spada, organizzatore del Todi Festival, Rettore interpreta al Teatro di Spoleto Omicidio a mezzanotte di Ron e Joni Pace, veste i panni di una cantante assassinata misteriosamente e interpreta due brani di Col Porter superando brillantemente la prova di attrice e cogliendo positivi consensi da parte della critica. Nel 1992 esce il cd Son Rettore e canto, con suoni nuovissimi, quasi sperimentali, contiene le hits Gianni Le nuove favole non fanno così bene al cuore. Nel 1994 partecipa per la quarta volta al Festival di Sanremo con Di notte specialmente che registra un felice ritorno al grande successo (decimo posto in finale, e all’ottavo posto nella classifica dei dischi più venduti), parte una fortunata tournèe estiva, segue l’album Incantesimi notturni. Nel 1995, dopo lo spettacolo televisivo Ma l’amore si con Mike Bongiorno, dove interpreta Parlami d’amore Mariù, esce Locura. Fra il 1995 e il 1996 reinterpreta due canzoni di Mina (Amor mio Grande grande grande), nel 1996 esce Concert, il suo primo disco live che contiene tutti i suoi grandi successi in nuovissime versioni, e due inediti (Fax scritto in coppia con Elio e Le Storie Tese, e Lasciamo vivere gli abeti, coloriamo le suore). Nel 1997, dopo un lungo tour fra Italia e Messico, incide La mia radio, con il gruppo degli Statuto, nel 1999 incide un remix di Splendido splendente. Nel 2003, dopo sette anni di assenza, esce un nuovo cd Bastardo, che conferma l’autoironia della cantante, già conosciuta nelle hits storiche come Splendido splendente, Kobra, Lamette, Donatella. Nell’album oltre a Bastardo troviamo Cambio e una rilettura di Vento nel vento di Mogol-Battisti, in una veste decisamente inconsueta. Nel 2004 partecipa al reality show La fattoria, nel 2005 esce un nuovo album, Figurine, contenente sette inediti, Donatella si sposa con Claudio Rigo, suo compagno da tantissimi anni e co autore storico. Nel 2007 collabora con il gruppo romano Syrgey rettore cadura massiche regista una cover di Lamette, nel 2008 viene premiata al Gran Galà dello Sport e della Tv di Alghero, esce un confanetto, Stralunata, con 36 brani che ripercorre la sua prestigiosa carriera, con allegato un piccolo album fotografico. Nel 2009 si esibisce allo Stadio Meazza di Milano in occasione del concerto live benefico Amiche per l’Abruzzo, nel 2011 esce l’album Caduta massi. Il 2012 è l’anno del singolo Natale sottovoce e del doppio cd The Best of the Beast, nell’estate 2013 propone la Ciao Ciao (Dowtown) cover della famosissima canzone di Petula Clarck. Nell’estate 2015 interviene come ospite del programma radiofonico Stile italiano la storia della canzone italiana raccontata dai suoi protagonisti, ripercorrendo la sua carriera e raccontando episodi inediti. Nel 2015 Le Donatella pubblicano il singolo Donatella, prodotto dal dj Tommy Vee e da Mauro Ferrucci, nel 2016 si cimenta come attrice nel cortometraggio “#Romeo”, per la regia di Marcello Di Noto. Nel 2017 prende parte come concorrente alla settima edizione di Tale e quale show a si ritira dopo tre puntate.

Ascolta l’intervista radiofonica a Rettore nell’ambito di Stile italiano la storia della canzone italiana raccontata dai suoi protagonisti.

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...