Manlio Cecovini un liberale “eretico”

Questa sera su Antenna 3 Lombardia nella trasmissione Senza sconti condotta dall’amico Roberto Bernardelli, leader di Grande Nord, è intervenuto telefonicamente Giuseppe Zecchillo, segretario regionale del Partito Liberale Italiano. Mi sono a quel punto ricordato di un grande liberale storico, eretico, ma pur sempre un grande liberale, Manlio Cecovini.

Il mio sogno? Forse irrealizzabile? Mai dire mai. Alleanza a Milano fra la lista civica Sosteniamo Milano, il Partito Liberale e Grande Nord? Cosa può unire queste tre realtà, così apparentemente diverse? Una lista civica, uno storico e glorioso partito come il Pli e un partito federalista? L’essere onesti, non essere mai stati compromessi con la disastrosa seconda Repubblica, lo stare dalla parte dei cittadini e candidare cittadini e non professionisti della politica, la lotta contro lo sperpero di denaro pubblico, contro consulenze inutili ad amici di partito, il buon senso, e una visione fuori dagli schemi della nostra Milano.

Comunque vada fra persone di buon senso e non faziose ci parliamo e i rapporti umani resteranno sempre.

CHI ERA MANLIO CECOVINI

Intellettuale, magistrato, saggista, narratore e politico, Manlio Cecovini nacque a Trieste il 29 gennaio 1914, dintegrato nell’ambente multiculturale e multietnico della Trieste austroungarica, rivendicò sempre con chiarezza la propria italianità. Dopo essersi laureato in giurisprudenza entrò in magistratura e ricoprì l’ufficio di pubblico ministero e di giudice civile a Milano. Richiamato alle armi e assegnato alla  Divisione Julia, prestò servizio sul fronte greco-albanese. Nel dopoguerra operò come Avvocato dello Stato ed aderì al Partito Liberale Italiano. Nel 1975 diede vita alla lista per Trieste la prima lista civica d’Italia, che, nel 1978, vinse a sorpresa le elezioni amministrative triestine, sconfiggendo la Democrazia cristiana, fino a quel momento partito egemone di tutto il dopoguerra e Cecovini fu eletto sindaco, rimase in carica fino al 1983. Cecovini si richiamava al liberalismo chiedendo autonomia per Trieste, contro la partitocrazia romana, la Lista per Trieste, poi trasformatasi ne Il Melone spezzò liturgie consolidate e diede il via a un nuovo modo di fare politica che sarebbe esploso anni dopo con la Lega Nord di Umberto Bossi. Ceocvini parallelamente all’incarico di sindaco di Trieste fu anche Parlamentare, dal 1979 al 1983.

Intanto liste civiche affiliate a Il Melone di Trieste nacquero in altre città, a Milano nel 1980 in occasione delle elezioni amministrative per iniziativa dell’ex sindaco socialdemocratico poi repubblicano e infine liberale Pietro Bucalossi nacque la Lista civica per Milano, fu la prima lista civica della storia di Milano, l’ultima la feci io, Sosteniamo Milano. Fra i candidati della Lista per Milano Roberto Bernardelli, Umberto Bossi (prese solo 5 voti di preferenza…) e Roberto Speroni. Cecovini fu quindi europarlamentare e consigliere della Regione Friuli Venezia Giulia. Intanto il Pli di Malagodi, contrario alle Regioni, considerate dai liberali “ente inutile che avrebbero aumentato a dismisura le spese dello Stato, creando solo poltrone e clientelismo oltre ad una confusione istituzionale. Cecovini rientrò nei liberali proponendo a Malagodi, visto che la battaglia contro il regionalismo era stata persa dai liberali (i disastri causati dalle Regioni sono oggi sotto gli occhi di tutti) la creazione di tre macroregioni. Ritiratosi dall’attività politica, Cecovini si dedico agli studi e alla scrittura dei libri. Aveva già pubblicato venti libri (sulla triestinità, su Italo Svevo, studi giuridici ecc.) ne scrisse altri venti, l’ultimo edito dalla casa editrice Bastogi di Foggia: Il romanzo di Trieste. Storia di un autonomismo, nel 2004 gli fu conferito il premio San Giusto d’Oro dai cronisti del Friuli Venezia Giulia. Manlio Cecovini morì a Trieste il 6 novembre 2010.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...