Elezioni Milano 2021 l’anomala campagna elettorale in agosto, ecco come si stanno organizzando i candidati, si vota a settembre?

Le elezioni amministrative milanesi, previste a maggio 2021 e saggiamente rinviate a causa dell’emergenza covid, si terranno fra il 15 settembre il 15 ottobre. Stano ad indiscrezioni giornalistiche dovrebbero tenersi il 26 settembre perchè il decreto del Viminale deve arrivare almeno 55 giorni prima della data. Gli eventuali ballottaggi avranno luogo il 10 ottobre. Andranno al voto oltre 1000 Comuni fra i quali Roma, Milano, Napoli, Bologna e Torino.

A Milano sarà una campagna elettorale anomala, fatta al telefono, sui social, in radio e in televisione, e infatti molti candidati hanno già prenotato spazi radiotelevisivi e si stanno organizzando via social, in modo di potere essere viste anche da coloro che saranno in vacanza e per per preregistrare interviste e spot anche in agosto per poi andare in onda settembre, gli spazi infatti a disposizione delle piccole emittenti, solitamente ignorate dai politici nel corso dell’anno sono già in buona parte occupati, oltre al fatto che filmaker, fonici e giornalisti saranno in ferie (seppur in alternanza), occorre preregistrare con conguro anticipo. Ma, nonostante gli inviti alla prudenza, vi saranno gazebo, incontri con i cittadini nei mercati, anche in pieno agosto. E qui assistiamo al paradosso della destra, che annunciava con un suo medico fin dal maggio 2020 “il covid è clinicamente è clinicamente morto…”, che vuole aperte le discoteche, che tuona contro i decreti del premier Mario Draghi (curioso che i post fascisti parlino di dittatura…), ma molti esponenti del centrodestra andranno in vacanza e quindi non saranno in città, anche per questo vorrebbero rimandare ulteriormente le elezioni, in piena quarta ondata… Logico a parer loro a Milano votere presto avvantaggerebbe il sindaco uscente Beppe Sala in campagna elettorale dall’8 dicembre (pertanto distratto dai problemi della città) mentre il centrodestra ha scelto il proprio candidato, dopo averne cambiati ben trenta, solo due settimane fa. Il medico con la pistola, figlio di un notabile democristiano, fratello di un notabile della politica che vive di politica, senza avere realizzato alcunchè, da quasi trent’anni…. Che in passato si rese protagonista, quando era consigliere regionale e assessore per Forza Italia, di danni ad alcuni cittadini. Camaleonoscimante passato da Forza Italia al Pd, per poi trasmigare verso Italia Viva, non essendo rieletto Maurizio Bernardo è stato sistemato, con altissimi emolumenti, in una società. Il fratello Luca, candidato sindaco, il candidato con la pistola, dicono gli avversari sedicenti sinistri (il Pd non è di sinistra ma è oggi una brutta copia di Forza Italia) ha fatto carriera grazie alla politica e non è nuovo alla politica stessa: nel 2006 si candidò con la Lista Moratti prendendo solo 200 voti… E che dire dei fratelli La Russa e di Riccardo De Corato, in piazza con la fiamma tricolore dalla fine degli anni ’60, protagonisti di episodi violenti, secondo l’allora poliziotto Antonio Di Pietro… Riccardo De Corato è stato consigliere provinciale, comunale, regionale, assessore, vicesindaco, deputato, senatore, senza realizzare alcunchè, è in politica da oltre 50 anni, De Corato il nuovo che avanza… Ma i signori del centrodestra pensano però alle vacanze, sperando in un ulteriore rinvio delle elezioni, durante la quarta ondata…

Il paradosso è che Beppe Sala, sostenuto da ben 7 liste, dopo lo slogan “Milano non si ferma”, gli aperitivi con Zingaretti, mezzi di trasporto sovraffollati, sua contrarietà totale nel corso della seconda e terza ondata alla dad, le discutissime piste ciclabili, area B, area C, ecc., dopo avere invitato alla prudenza, tardivamente, ora annuncia gazebi fissi in ogni municipio, giri dei mercati con i suoi candidati, presidio totale del territorio milanese disegnando una mappa dettagliata di quelle periferie abbandonate durante il suo mandato (ma anche dalla destra che demagogicamente accusa Sala senza avere fatto alcunchè sia quando governava con Letizia Moratti, sia in Regione dove governa ininterrottamente dal 1995, l’attuale assessore all’insicurezza è proprio Riccardo De Corato, il nuovo che avanza…).

Poi vi sono i candidati alternativi a Beppe Sala e Luca Bernardo, alle prese con la raccolta firme, essi sono nascosti dai grandi media, i cittadini ne ignorano l’esistenza soffermandosi solo su due degli 11 candidati sindaco. Giorgio Goggi (candidato della lista civica Socialisti di Milano e della lista Milano Liberale), Gabriele Mariani (candidato per Milano in Comune), Simone Sollazzo (Milano concreta), il candidato dei 5 Stelle (ancora da scegliere, sempre ammesso che facciano la lista, Beppe Grillo, amico di Sala potrebbe non concedere il simbolo per avvantaggiare il primo cittadino uscente, e comunque i pentastellati non hanno mai avuto successo a Milano e arrancano nel trovare candidati avendo perso quel minimo di credibilità che avevano), Mauro Festa (Partito Gay), Bianca Tedone e Alessandro Pascale (dei comunisti) cercheranno di presentare le proprie liste ma molti dei loro candidati sono già in vacanza o sono in procinto di andarsene dalla città, ciò avvantaggerà ulteriormente il centrodestra e Beppe Sala…. Curiosa sarà la posizione di Gianluigi Paragone che ha dichiarato di non volersi vaccinare e di essere un free vax, coerentemente resterà a Milano per la campagna elettorale o se ne andrà in vacanza? Curiosa anche la posizione di un elettore di Sala, si lamenta degli assembramenti della destra e poi organizza viaggi all’estero a Dubai, a Malta, in Grecia e in altri Paesi stranieri messi peggio dell’Italia in fatto di varianti…. E ad ogni modo, eccezion fatta per Beppe Sala e per molti candidati di liste a suo sostegno, per qualche candidato di altre liste, i politici saranno in vacanza, come la maggior parte dei milanesi, in barba alla crisi economica causata dal covid… In città resteranno le persone non abbienti, totalmente dimenticate dalla destra e dai molti candidati del sindaco uscente, che si ricordano di loro soltanto nel periodo elettorale. Quel che importa a tanti politici non è che le persone si infettino, ma non riempire nuovamente le terapie intensive, poi le persone possono ammalarsi o morire a casa… Nulla è stato fatto per riaprire le scuole in sicurezza, i mezzi di trasporto saranno affollati, vi è il caos totale in merito alla vaccinazione o meno del personale scolastico, Giorgia Meloni ha dichiarato che non farà vaccinare sua figlia e che critica il vaccino a bambini e ragazzi, dichiarandosi favorevole alla riapertura delle discoteche e agli assembramenti dei giovani. Ma “la fata Turchina” espressione di Vincenzo De Luca, non è sola, spalleggiata da molti leghisti, e da genitori del Pd che mandano i propri pargoli all’estero in vacanza in posti forieri di contagi, per parcheggiarli a settembre a scuola… Anni di tagli sulla scuola pubblica italiana e sulla sanità ci hanno portato ad un disastro, non vi è alcun rispetto per i sanitari (durante il primo lockdown definiti eroi) tranne che per quelli politicizzati come il dottor Luca Bernardo e per il personale scolastico, dei parassiti secondo la definizione di un candidato (o sedicente tale) di Beppe Sala).

I candidati sindaco di Milano

Beppe Sala (centrosinistra)

Luca Bernardo (centrodestra)

Giorgio Goggi (Socialisti e Liberali di Milano)

Gabriele Mariani (Milano in Comune)

Candidato 5 Stelle (ancora da decidere)

Simone Sollazzo (Milano concreta)

Gianluigi Paragone (Italexit Grande Nord)

Mauro Festa (Partito dei gay)

Alessandro Pascale (Partito Comunista)

Bianca Tedone (Potere al Popolo)

Govanni Cafaro (Movimentiamoci Insieme)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...