Chi è Nicola Morra, probabile nuovo ministro dell’Istruzione

micola morraNicola Morra nasce a Genova il 5 luglio 1963, si laurea in filosofia presso l’Università degli Studi La Sapienza di Roma, quindi si specializza in bioetica all’Università degli Studi di Bari. Si trasferisce a Cosenza ed inizia a fare il supplente di storia e filosofia, passa dal liceo scientifico G.B. Scorza, quindi al liceo classico Lombardi Satirani di Cassano allo Ionio, infine al liceo classico Bernardino Telesio di Cosenza. Dopo alcuni anni di precariato ottiene il ruolo, Nicola Morra è uno dei pochissimi 5 Stelle ad avere lavorato, a conoscere il problema del precariato e ad avere una vastissima cultura. Nel 2011 si avvicina al Movimento 5 Stelle e partecipa attivamente ai meetup, a fare scattare in lui questa decisione, oltre agli sciagurati provvedimenti del governo tecnico presieduto da Mario Monti (ministro dell’Istruzione era Profumo), come lo stesso Morra ha dichiarato in un’intervista concessa a Massimo Emanuelli, fu “il fatto che non potevo restare nella torre d’avorio della filosofia, decisi allora di impegnarmi attivamente per cercare di cambiare le cose”. Nel 2013 Morra si candida per il Movimento 5 ed è eletto Senatore, il 17 giugno 2013 viene nominato Presidente del gruppo parlamentare 5 Stelle al Senato. E’ il momento del silenzio stampa pentastellato, passaggi in radio e in televisione sono proibiti, i grillini allora vedevano gli antichi media come il peccato (oggi sono sempre nei salotti televisivi, persino dagli allora odiati Fabio Fazio e Bruno Vespa…). A rompere il silenzio stampa, per volere di Beppe Grillo e Gianroberto Casaleggio, è proprio Nicola Morra che concede un’intervista al Tg7 de La 7 di Enrico Mentana e la seconda (grazie ancora Senatore) a Massimo Emanuelli nella trasmissione radiofonica L’angolo della scuola. Di Nicola Morra non posso che dire bene, persona educata, istruita, affabile, competentissimo in fatto scuola, lui sa i problemi della scuola pubblica italiana. Morra ride ed è divertito dall’imitazione che Gianfranco Guarnieri fa di Beppe Grillo, l’imitatore toscana dice: “Ehi Senatore Morra lo sa che i miei grulli hanno fatto confusione? Invece di ascoltare lei intervistato da Massimo Emanuelli hanno ascoltato Emanuelli che nell’altra sua trasmissione,Stile italiano la storia della canzone italiana raccontata dai suoi protagonisti, intervistava Nicola Di Bari. Ora i miei grulli chiederanno a Morra di cantare Il cuore è uno zingaro, e chiederanno a Nicola Di Bari di fare interrogazioni parlamentari…”

Dal 7 maggio 2013 Nicola Morra è vicepresidente della Commissione Affari Costituzionali e membro della Commissione speciale per l’esame di disegni di legge di conversione di decreti-legge e di altri provvedimenti urgenti presentati dal Governo. Nel 2018 si ricandida al Senato e viene rieletto, all’atto dell’insediamento del governo giallo verde con la Lega di Matteo Salvini, il suo nome viene indicato dai giornalisti come possibile sottosegretario alla Pubblica Istruzione, ministro avrebbe dovuto essere il Preside (ex renziano convertitosi al grillismo) Salvatore Giuliano, i pentastellati (“Parigi val più che una Messa) svenderanno la scuola pubblica alla Lega e ministro sarà Marco Bussetti… Nicola Morra il 14 novembre sarà eletto Presidente della Commissione parlamentare antimafia, in più di un’occasione, in privato, manifesterà forti mal di pancia nei confronti dell’alleanza e dell’esperienza di governo con la Lega di Matteo Salvini, salvo tacere in pubblico vista la struttura verticistica e dittatoriale del Movimento. Nell’estate 2019 allorquando Matteo Salvini stacca la spina, Morra esce timidamente allo scoperto dichiarandosi disponibile ad un accordo con il Pd, ancora una volta il suo nome viene fatto come possibile ministro della Pubblica Istruzione, gli sarà poi preferito Lorenzo Fioramonti (con un curriculum di gran lunga inferiore al suo). Nel mese di settembre 2019 in qualità di Presidente della Commissione antimafia, Morra accusa Matteo Salvini di avere indirizzato in Calabria, baciando un rosario, ‘un messaggio alla ‘ndrangheta. Salvini lo definisci “un cretino”, Morra però non ci sta e ribatte: “Caro ex ministro, usi la solita vecchia ed ipocrita tecnica di cambiare le parole da me pronunciate in Aula attribuendomene altre”.
Dopo le dimissioni di Lorenzo Fioramonti, Nicola Morra stano ad indiscrezioni giornalistiche, è il più accreditato a sostituirlo. Sarà finalmente ministro? Oppure non c’è due senza tre e Morra non sarà nominato.
La trasmissione radiofonica L’Angolo della scuola riprenderà lunedì 13 gennaio alle ore 17,30 su Radio Free Live, primo ospite Luciano Fontana, direttore del Corriere della sera, ma ad inizio gennaio, comunicheremo presto la data esatta, replicheremo la puntata dell’Angolo della scuola del 17 settembre 2013 con ospite Nicola Morra intervistato da Massimo Emanuelli.

Le radio che mandano in onda L’angolo della scuola
Radio Free Live lunedì ore 17,30
http://www.radiofreelive.com

Radio Regione 100 martedì alle 19
http://www.radioregione100.it

Radio Blu Italia mercoledì alle 13
http://www.radiobluitalia.net

Radio Hemingway sabato alle 22
http://www.radiohemingway.net

E, inoltre, Radio Italia Stoccarda Musica Italiana, Radio Casalpalcco (Roma)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...