Felice Andreasi

Felice Andreasi nacque a Torino l’8 gennaio 1928, esordì negli anni ’60 come cabarettista in alcuni locali piemontesi, nel 1964 si trasferì a Milano e fu fra i mattatori del Derby Club con Cochi Ponzoni, Renato Pozzetto, Lino Toffolo ed altri. Nel 1969 interpretò il varietà televisivo AIUTO: E’ VACANZA!, nel 1970 recitò in PAPA’ GORIOT per la regia di Tino Buazzelli e nel telefilm SPAZIO PER DUE.  La consacrazione avvenne con IL POETA E IL CONTADINO nel 1972, in questa trasmissione passata alla storia della televisione come programma di rottura che impose un nuovo tipo di comicità, Andreasi interpretò il poeta che irrompeva in scena urlando “Salve Piemonte” con una “o” aperta alla piemontese, interrompendo le gag di Ponzoni e Pozzetto.  IL POETA E IL CONTADINO fu ideato da Guido Clericetti, la regia era di Beppe Recchia.  Andreasi è rimasto nell’immaginario collettivo (ricordato ancora oggi in molti blog) per la sua imitazione di Gustavo Thoemi, sciatore allora molto in voga.    Andreasi fu autore di simpatici aforismi e battute umoristiche, in teatro si cimentò anche in testi classici, come, ad esempio, MERCADET L’AFFARISTA di Honorè de Balzac.  All’inizio degli anni ’70 iniziò a lavorare anche nel cinema:  JUS PRIMAE NOCITS di Pasquale Festa Campanile (1972), FIORINA LA VACCA di Vittorio De Sisti (1972), PERMETTE SIGNORA CHE AMI VOSTRA FIGLIA? di Gianluigi Polidoro (1974).

Fra il 1975 e il 1976 Felice Andreasi partecipò ad alcune puntate di PLAYBOY DI MEZZANOTTE, programma cult di TeleAltoMilanese.  Di nuovo sul grande schermo interpreta: IL SOSPETTO di Francesco Maselli (1975), SIGNORI E SIGNORE BUONANOTTE di Luigi Magni (1976), STRURMTRUPPEN di Salvatore Samperi (1976), COME TI RAPISCO IL PUPO di Luciano De Caro (1976), ULTIMO GIORNO D’AMORE di Eduard Molinaro (1977), ECCO NOI PER ESEMPIO di Sergio Corbucci (1977).

Nel 1978 il ritorno in Rai con SALTIMBANCHI SI MUORE, varietà di Enzo Jannacci Beppe Viola con Cochi PonzoniRenato PozzettoMassimo Boldi,Teo Teocoli, Maurizio Nicheli e i Repellenti (Diego Abatantuono, Giorgio PorcaroGiorgio Faletti Mauro Di Francesco.

Ancora sul grande schermo: COME PERDERE UNA MOGLIE E TROVARE UN’AMANTE di Pasquale Festa Campanile (1978), GEPPO IL FOLLE di Adriano Celentano (1978), LE BRAGHE DEL PADRONE di Flavio Mogherini (1978), IO TIGRO TU TIGRI EGLI TIGRA di Renato Pozzetto (1978), SAXOPHONE di Renato Pozzetto (1978), UN AMORE IN PRIMA CLASSE di Salvatore Samperi (1979), L’ESERCITO PIU’ PAZZO DEL MONDO di Marino Girolami (1981), IL VENDITORE DI AQUILONI di Renato Pozzetto (1981), NESSUNO E’ PERFETTO di Pasquale Festa Campanile (1982), BINGO BONGO di Adriano Celentano (1982), STURMTRUPPEN 2 TUTTI AL FRONTE di Salvatore Samperi (1982), IL SOMMERGIBILE PIU’ PAZZO DEL MONDO di Mariano Laurenti (1982), IL PETOMANE di Pasquale Festa Campanile (1983), RAZZA VIOLENTA di Fernando Di Leo (1983).

Nella stagione televisiva 1984/85 Andreasi, chiamato da Maurizio Nichetti, è fra i mattatori di QUO VADIZ su Italia1, programma che fu un grande successo della tv degli anni ’80 e che proseguirà nella stagione successiva, nella seconda metà del decennio Andreasi interpretò, sempre per la elevisione, FOLLIE D’AMORE e STORIE INQUIETANTI, nonchè il film-tv SCACCO MATTO per la regia di Carlo Di Carlo.  Andreasi tornò anche in teatro con L’ANTIQUARIO di Carlo Goldoni per la regia di Gianrico Tedeschi, e in ASPETTANDO GODOT con Giorgio Gaber,Enzo Jannacci  e Paolo Rossi.  Di nuovo al cinema: STRANA LA VITA di Giuseppe Bertolucci (1987), STORIA DI RAGAZZI E RAGAZZE di Pupi Avati (1989), MUSICA PER VECCHI ANIMALI di Stefano Benni ed Enzo Angelucci (1989), FACCIA DI LUPO di Luciano Gianneschi (1991), IL CASO MARTELLO di Guido Chiesa (1991), LETTERA DA PARIGI di E.F.Giordani (1992), BONUS MALUS di Vito Zagarrio (1993), UN’ANIMA DIVISA IN DUE di Silvio Soldini (1993), IL TEMPO DEI SOGNI di Guido Chiesa (1993), QUANDO LE MONTAGNE FINISCONO di Bruno Carnacina (1994), PAPA’ DICE MESSA di Renato Pozzetto (1996).

Nel 1998 Andreasi interpretò per la tv un episodio de IL MASTINO, poi fu la volta di un episodio di CRONACA e, nel 1999, MUZUNGU. 

Un giusto riconoscimento, seppur tardivo, gli arrivò per l’interpretazione del film PANI E TULIPANI per la regia di Silvio Soldini, all’inizio del nuovo millennio interpretò IL PARTIGIANO JONNY di Guido Chiesa (2000), OGNI LASCIATO E’ PERSO di Piero Chiambretti (2000), LA REGINA DEGLI SCACCHI di Claudia Florio (2002).  Di nuovo in tv interpreta un episodio della serie DON MATTEO, alcune puntate de IL BELLO DELLE DONNE, ULTIMO RIGORE e UN POSTO TRANQUILLO, nel 2003. Fra gli ultimi film interpretati da Andreasi ricordiamo: FORTEZZA BASTIANI (2003), LA COLLEZIONE INVISIBILE (2003), ORA E PER SEMPRE (2004). Andreasi lavorò anche per la radio, fu autore di alcuni libri il più noto è D’AMORE (DI VERSO SI MUORE) e fu pittore: si fabbricava da solo i colori usando le foglie e la terra della campagna astigiana. Il suo ultimo lavoro è stato il cortometraggio NANA’ del 2005. Felice Andreasi è morto a Cortazzone d’Asti il 25 dicembre 2005.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...