Supersix, i ricordi di Cinzia Sgherri, collaboratrice della syndication

Cinzia Sgherri, per 15 anni responsabile del palinsesto della syndication Supersix, ricorda con affetto la sua esperienza professionale.

Come arriva al mondo della televisione?  

Ho iniziato a lavorare in una casa di produzione nel 1981, poi sono passata in una concessionaria pubblicitaria ed infine sono approdata a Supersix, quindi sono sempre stata nell’ambito televisivo/pubblicitario. Tutto cominciò nel 1993 quando ebbi un colloquio con il dottor Gianfausto Ferrauto e il dottor Giuliano Coacci, entrambe persone eccezionali. Fatto il colloquio ho iniziato la mia collaborazione con Supersix il giorno successivo.


In cosa consisteva il suo lavoro di responsabile dei programmi del palinsesto? 

Mi occupavo della  Pianificazione e stesura del palinsesto del Circuito, acquisto e controllo programmi, gestione della produzione ns. programmi, gestione contratti produttori, gestione contratti emittenti, rapporti diretti con le singole emittenti, rapporti con testate giornalistiche per la pubblicazione del palinsesto. Pianificazione Advertising. Gestione acquisto apparecchiature e supporti per la duplicazione dei programmi. Ovviamente coadiuvata dal Sig. Gianpaolo Ferrauto e da un eccellente gruppo di colleghi.

Da quando a quando ha lavorato a Supersix? 

Dal 1993 al 2009, passaggio al gruppo Sitcom.

Quali programmi e quali conduttori, registi e collaboratori ricorda? 

Praticamente tutti quelli del periodo in cui ho lavorato li. Ovviamente non quelli del periodo di Music Box


SIgnora Sgherri lei teneva per caso i rapporti con le emittenti affiliate?

Certo ricordo Primantenna (Piemonte), Tele Unica, TRS TV, Milano Tv, Mantova TV (Lombardia), TCA Trento, Rete Azzurra, Tele Estense,  Tele Modena,    Antenna 5 (Empoli), Rete Oro (Roma), Tele Regione Molise, Napoli Tv, Tele Sveva, Tele Rama, Tele Reggio, Antenna Uno Palermo, RTP, Tele video Agrigento e tante altre.

In 16 anni di lavoro a Supersix avrà senz’altro mille aneddoti da raccontare, quale è il più curioso? 

Più che aneddoti tantissimi momenti indimenticabili. Colleghi eccezionali e dei “capi” che ci hanno sempre dato l’opportunità di crescere, di migliore e di gestire al meglio al meglio le nostre responsabilità. Mi mancano moltissimo quegli anni.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...