Festival di Castrocaro

La prima edizione del Festival si svolge nel 1957, la manifestazione nasce, come tante altre, per impulso locale: è l’avvocato forlivese Natale Graziani, allora direttore delle Terme Statali di Castrocaro, a pensare a un concorso che colmi il vuoto lasciato dalla Rai, confidando nel connubbio vincente fra manifestazione musicale e vocazione turistica. Gli editori e i discografici ne seguono con attenzione le prime battute. Fortemente voluto dall’onorevole Arnaldo Forlani che in un momento di relax disse a Luciano Pedrocchi (l’inventore del fotoromanzo in Italia) e Gianni Ravera: “perché non inventiamo qualcosa qui?”, nacque quindi il Festival i cui cantanti vincitori avrebbero poi partecipato di diritto al Festival di Sanremo l’anno successivo.  Ha quindi il via questa manifestazione che nasce per aiutare i nuovi talenti ad emergere nel mondo musicale, fin dagli esordi l’evento ha parecchia attenzione da parte dei giornali e della tv, la serata finale viene trasmessa dalla Rai. La prima edizione viene vinta da Tina Caselli con il brano I believe di Frankie Laine, questa scoperta è stata fatta da Mirko Mirri, nipote di Bruna Lelli, alla quale per anni era stata erroneamente attribuita la vittoria della prima edizione, ma la stessa cantante ha successivamente precisato che non solo non vinse ma non vi partecipò nemmeno. L’edizione 1958 di Castrocaro viene vinta da Edda Montanari, nel 1959 Carmen Villani (futura attrice). A partire dagli anni ’60 il vincitore ottiene per regolamento un contratto discografico ed una partecipazione al Festival di Sanremo, ma anche i vincitori sono però spesso messi sotto contratto avendo così’ la possibilità di iniziare una carriera nel mondo musicale. Vincitrice dell’edizione 1960 è Angela Venturoli, nel 1961, a fronte degli 80 partecipanti della prima edizione, si presentano 410 aspiranti, fra di loro anche Umberto Bossi (futuro fondatore della Lega Nord) con il nome d’arte di Donato, vincono Anna Maria Ramenghi e Cristina Amadei.  Nel 1961 è chiamato a presiedere l’Ente autonomo che gestisce le Terme l’ex direttore generale della Rai Rofolfo Arata, che si propone di valorizzare il concorso per voci nuove portandolo alla testa delle manifestazioni del genere.  Il concorso è articolato in selezioni provinciali e regionali, seguono una serie di semifinali e una prefinale riservata ai discografici. La finale a cui sono ammessi i primi dieci migliori concorrenti, ognuno accompagnato da un padrino e o da una madrina, scelti fra i volti più noti della canzone, è trasmessa dalla Rai. La graduatoria è determinata dal giudizio congiunto di cinque giurie: una popolare sorteggiata fra 50 spettatori in sale, una di giornalisti scelta fra gli inviati accreditati alla manifestazione, una tecnica (composta di maestri, editori, discografici ed esperti di musica leggera); infine due giurie esterne, a Napoli e a Sanremo.  L’attenzione delle case discografiche per i cantanti in erba assume un carattere sistematico. 

Nel 1962 la svolta: l’organizzazione è affidata a Gianni Ravera. la manifestazione ha il patrocinio del gruppo editoriale Periodici Mondadori, in particolare di Bolero Film, a partire da quest’anno, in virtù di un accordo con l’Ata di Sanremo i primi due classificati partecipano di diritto come voci nuove al Festival di Sanremo.  Nell’edizione 1962 si presentano oltre 3000 candidati, l’anno successivo la cifra sale a 4000.  Nel 1962 vincono Eugenia Foligatti e Gianni Lacommare, fra i cantanti in gara Iva Zanicchi che si fa notare dalla Ri-Fi.  Nel 1963 si afferma Caterina Caselli che è scoperta e lanciata da Alberto Carisch, vincono però Gigliola Cinquetti e Bruno Filippini, nel 1964 vincono Franco Tozzi e Vittorio Inzaina, fra i partecipanti Mariolino Barberis. Nel 1965 si afferma Luciana Turina con Pino Maggi, nel 1966 è la volta di Annarita Spinaci e di Roberta Amadei, l’edizione 1967 laurea Giusy Romeo (poi Giuni Russo) ed Elio Gandolfi. Nel 1968 finalista è Fiorella Mannoia, vincono Paolo Mengoli e Rosalba Archiletti, nel 1969 si affermano Lucia Rizzi e Dino Drusiani.

I vincitori degli anni successivi saranno: Marisa Sacchetto e Mara Nanni (1970), Carla Bissi (poi Alice) e Mauro Brighetti (1971), Franco Simone e Roberto Callegaro (1972), Emanuela Cortesi e Malia Mazzeranghi (1973), Liliana Savoca con Gloria e Denise Calore (1974), Aldo Poli e Grazia Sanvitale (1975), Collage, Walter Foini, Giulia Del Buono e Marcello Scichilone (1976), Michele Pecora, I Pub, Fiora e La Fabbrica delle Stelle (1977), Ezio Picciotta, Roberta Voltolini, Antonella Chelli, I Crem Caramelle (1978), Goran Kuzminac, Michele Zarrillo, Daniel Danieli e I Limousine (1979), Luca Barbarossa (1980), Zucchero Fornaciari e Fiordaliso (1981), Donatella Milani e Brunella Borigani (1982), Rodolfo Banchelli e Silvia Conti (1983), Lorena Biolcati, Laura Landi e Milvio Cardellini, Raul Rizzardi (1984), Aida Satta Flores e Francesco Hertz (1985), Charley Leanesi e Roberta Mogliotti (1986), Rosario Di Bella e Ice (1987), Antonietta Buccigrossi   e Valerio Spazzoli (1988), Lorenzo Zecchino (1989), Margherita Cazzuffi (1990), Bracco Di Graci (1991), Tony Blescia (1992), Lighea (1993), Marco D’Angelo (1994), Silvia Salemi (1995), Mignon (1996), Daniele e Liliana Caron (1997), Max Petronelli (1998), Filippo Merola (1999 e 2000), Teresa De Filippis (2001), Riccardo Maffoni (2002), Maria Pierantoni Giua (2003), Ilaria Porceddu (2004), Giacarlo Magalli, Lorena Belcastro (2005), Iacopo Troiani (2006), Angela Semeraro (2007), Simona Galeandro (2008), Edoardo Lo Conte (2009), Nicola Traversa (2010), Kiero (2011), Martina Cambi (2012), Davide Papasidero (2013), Alma Nicosia (2014), Dalise (2015), Rhan Lara (2016), Luigi Salvaggio (2017). Hanno presentato il Festival di Castrocaro: Enzo Tortora, Pippo Baudo, Mike Bongiorno, Anna Maria Gambineri, Daniele Piombi, Giancarlo Zanetti, Gigliola Cinquetti, Mia Martini, Elisabetta Gardini, Valerio Merola, Barbara D’Urso, Maria Teresa Ruta, Amanda Lear, Tiziana Ferrario, Claudio Lippi, Fabrizio Frizzi, Giancarlo Magalli, Gigi Sabani, Claudio Cecchetto, Heather Parisi, Paolo Bonolis, Simona Venutra, Jo Squillo, Paola Perego, Paolo Limiti, Ramona Dell’Abate, Eleonoire Casalegno, Massimo Giletti, Elisa Isoardi, Luisa Corna, Alessandro Greco, Pupo, Rossella Brescia, Marco Liorni. 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...