Coronavirus morto il Maestro Detto Mariano

Mercoledì 25 marzo 2020

Purtroppo dopo nove giorni di terapia intensiva a causa di coronavirus è morto il Maestro Detto Mariano. Ne ha dato poco fa l’annuncio via Facebook l’amico Gianni Dall’Aglio: “la notte scorsa Detto Mariano ci ha lasciato… Resterà nella storia della musica italiana e nel cuore di tutti i suoi amici”.

 

Lunedì 16 marzo 2020

Il Maestro Detto Mariano è stato ricoverato a Milano a causa del coronavirus, a darne la notizia via faceboook è stato l’amico Gianni Dall’Aglio: “Purtroppo l’amico musicista Detto Mariano è ricoverato a Milano con il coronavirus, spero con tutto il cuore che riesca a guarire. Forza Mariano, forza”.

Detto Mariano è nato a Monte Urano il 27 luglio 1937, apprende i primi rudimenti musicali dal padre che è un organista diletante, si esibisce ancora bambino in una Chiesa, quindi durante una gita scolastica.  Al termine della seconda guerra mondiale la famiglia si trasferisce a Torino, Mariano lavora con il padre che fa il calzolaio intanto studia. Dopo essersi diplomato in ragioneria studia pianforte. Nel 1958 collabora con Rudy Anselmo per il quale, unitamente al paroliere Riccardo Bellato, inizia a scrivere canzoni. Durante il servizio militare conosce Adriano Celentano che lo fa entrare nel gruppo dei I Ribelli. Trasferitosi a Milano oltre ad essere pianista ed arrangiatore del gruppo diventa arrangiatore ufficiale di Celentano ed entra nel Clan unitamente a Ricky Gianco, Don Backy, Gino Santercole, Pilade, Ico Cerruti ed altri. Ciao amore è la prima canzone firmata da Detto Mariano che arrangia anche brani di Guidone e Albano, di fatto è l’arrangiatore di tutti i dischi del Clan fino al suo scioglimento, accompagna gli artisti dal vivo e durante le loro esibizioni al Festival di Sanremo, Un Disco per l’Estate, Festivalbar, Mostra Internazionale di Musica Leggera di Venezia. Realizza anche la colonna sonora del film Uno strano tipo per la regia di Lucio Fulci con Adriano Celentano, Lasciato il Clan collabora con Lucio Battisti, e, dal 1961 al 1974 , con Don Backy con il quale avrà poi una causa. Lavora anche con Milva, l’Equipe 84, Bobby Solo, I Camaleonti ed Edoardo Bennato. Detto Mariano ha scritto le musiche de L’immensità, Canzone e Casa bianca (su parole di Don Backy), ha arrangiato hits quali Sei rimasta sola (Adriano Celentano), Mi ritorni in mente, Acqua azzurra acqua chiara (Lucio Battisti), Zingara (Bobby Solo edIva Zanicchi), Tutta mia la città (Equipe 84), Nel sole (Albano).

All’inizio degli anni ’70 torna a collaborare con Celentano in Prisencòlinensinàinciùsol e Yuppi du, quindi collabora con Mario Del Monaco e Claudio Villa. Dopo avere lavorato con Renato Rascel a partire dal 1979 inizia a scrivere sigle di cartoni animati (Mazinga, Temple e Tam Tam, Judo Boy, Gundam, Astroganga, Piccola Lulu, I bon bon di Lilly, Il grande sogno di Maya/Rascal, Il mio amico orsetto e Le avventure della dolce Katy/Lo strano mondo di Minù). Negli anni ’80 fonda l’etichetta discografica Cls con la quale realizza colonne sonore per programmi televisivi (Drive In e Due assi per turbo) e per film (Rataplan di Maurizio Nichetti, Delitto al ristorante cinese, Cornetti alla crema, nonché quasi tutti i film di Adriano Celentano e Renato Pozzetto). Nel nuovo millennio viene insignito del Leone d’oro alla carriera.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...