Luca Bernardo il candidato sindaco che gira con la pistola, Beppe Sala il candidato sindaco circondato da “pistola”

Michele Usuelli medico e consigliere della Regione Lombardia denuncia il fatto che il candidato sindaco del centrodestra Luca Bernardo gira con una pistola, quindi armato, in reparto. Bernardo minaccia querela ma qualcosa di vero pare (pare) ci sia. Non conosco personalmente Luca Bernardo, non voto e non faccio votare persone che vedo in tv, non tifo proprio per nessuno, chi rovina le competizioni elettorali sono le varie tifoserie, assai peggio di tutti i candidati sindaco. Conosco però personalmente il fratello di Bernardo, Maurizio Bernardo, democristiano, poi in Forza Italia, da una vita in politica, consigliere regionale, poi deputato dal 2001, fino a passare con Italia Viva. Trombato alle elezioni del 2018 il partito lo ha riciclato in Assofintec, per un lauto stipendio. Maurizio Bernardo, testimone un ex sindaco di Milano ed altre persone, nel 2000 in occasione delle elezioni regionali, fece danni ad un gruppo di cittadini. Sia chiaro le colpe di un fratello non ricadano sull’altro, al fine di interloquire in sede di eventuale ballottaggio il fratello sistemi i danni fatti. In merito alle dichiarazioni di Usuelli, Luca Bernardo ha dichiarato: “non sono mai entrato in corsia con un’arma e non ho portato neanche armi giocattolo nel mio reparto. Anche se ci sono i clown che fanno ridere i bambini in terapia, mai nessuno si è vestito da sceriffo” Bernardo, che non nega di avere il porto d’armi per difesa da circa dieci anni, potrebbe spiegarci quali candidati di alcuni partiti del centrodestra ha portato in ospedale (i clown) per far ridere i bambini in terapia. Se abbiamo un candidato sindaco con la pistola abbiamo un sindaco uscente che ha candidato professionisti della politica, alcuni pistola, e anche alcuni civici. Beppe Sala non credo sia un pistola, forse si è distratto, ha dimenticato alcuni civici che hanno fatto altre scelte, del resto nel 2016 prese alcuni impegni che non rispettò… Dal covid in poi certe sue assurde dichiarazioni (Milano non si ferma) o di suoi collaboratori in piena pandemia (le scuole devono restare aperte abbiamo bisogno dei voti dei genitori sappiamo che è pericoloso ma gli insegnati sono dei parassiti e che ci frega se muore qualcuno di loro, Sala deve vincere le elezioni) sono state a dir poco deliranti. E poi le piste ciclabili, i mezzi pubblici affollati, area B, area C ed altre cose hanno fatto si che Sala da ottimo gestore dell’ordinaria amministrazione (senza realizzare alcunchè del programma elettorale del 2016) dal covid in poi ne abbia indovinate ben poche.

Non esistono soltanto Luca Bernardo e Beppe Sala come candidati sindaci di Milano, ma esistono altre persone candidate fuori dai poli, sostenute da associazioni fortemente deluse dalla demagogia del centrodestra ma anche dal sindaco uscente che non ha rispettato alcuni punti del programma elettorale. Come Presidente di Sosteniamo Milano invito a votare per consiglieri puramente civici e per persone che si sono dimostrate affidabili in questi anni presenziando alle nostre iniziative in presenza, in remoto, in radio e in tv. Inviterò altresi a votare per i membri di Sosteniamo Milano che si sono candidati come indipendenti (non di certo con Sala o con Bernardo). L’arroganza degli ultras di destra e di sinistra è inaccettabile (ultras elettori non candidati) fino a due mesi fa gli ultras sinistrorsi annunciavano già la vittoria al primo turno di Beppe Sala con arroganza, ora manifestano perplessità su vittoria anche al ballottaggio (alcuni prudenti). Chi annuncia trionfalmente la vittoria di Bernardo al primo turno ora sono invece alcuni tifosi ed esponenti di due dei tre partiti della coalizione a sostegno di Bernardo (litigano in casa fra alleati…). Secondo me sarà ballottaggio, ma magari non fra Sala e Bernardo, chissà che non arrivi al ballottaggio qualche altro candidato sindaco.

Chi sono gli altri candidati sindaco:

Giorgio Goggi (Socialisti e Liberali di Milano)

Gabriele Mariani (Milano in Comune)

Candidato 5 Stelle (ancora da decidere)

Simone Sollazzo (Milano concreta)

Gianluigi Paragone (Italexit Grande Nord)

Mauro Festa (Partito dei gay)

Alessandro Pascale (Partito Comunista)

Bianca Tedone (Potere al Popolo)

Govanni Cafaro (Movimentiamoci Insieme)

Bernardo e Sala due facce della stessa medaglia, Bernardo destra, Sala centro (il Pd è un partito di centro, assomiglia a Forza Italia o alla peggior Dc), Goggi e Mariani tanto rispetto, ma oggi siamo con Goggi con il quale abbiamo diversi candidati, anche con Mariani vi è un nostro candidato.

Il programma dell’associazione Sosteniamo Milano (che nel 2016) si trasformò in lista civica candidando sindaco me (quale onore) su scuola, docenti, studenti, educatori, disabili, cultura e spettacolo qualcuno non lo ha rispettato dando ascolto solo ai lacchè di partito, non lo dimentichiamo. Il programma nostro è stato fatto proprio da un candidato sindaco serio con il quale sono presenti, come indipendenti, nostri associati, educatori, docenti, studenti, genitori.

Un altro candidato sindaco è Simone Sollazzo già nostro ospite in radio e a Sosteniamo Milano, Simone lo slogan è sempre quello di 5 anni fa: “candidato sindaco Sollazzo non vincerà manco per il c..zzo” ahaha

Ad ogni modo se il ballottaggio fosse fra Sala e Bernardo, ci rivedremo al ballottaggio se i due saranno interessati, Bernardo prima parli con il fratello che dovrà risarcire i cittadini dei danni fatti 20 anni fa, Beppe Sala? Chiamami al ballottaggio sarà un piacere rivederti, penso anche da parte tua, ci sarà da ridere, in ogni senso. ahahah sempre ammesso che ci sarà ballottaggio (magari fra Sollazzo e Goggi) se non vince qualche altro candidato che non sia Sala o Bernardo al primo turno ahahah Beppe stai sereno ahahaahaha

Sala l’uomo di Expo, ex manager della Moratti e della destra, si ricicla poi come civico poi si proclama Verde, è tutto e il contrario di tutto, chiaramente inaffidabile, al momento opportuno tirerò fuori certe sue dichiarazioni a mezzo stampa del 2016, promesse mai mantenute. Nulla è stato fatto del nostro programma su cultura, scuola ecc. tutto in mano a zelanti e incompetenti servi di partito.

Fisicamente non riesco a stare a destra, ma quanto mi fanno incazzare quelli di sinistra (Giorgio Gaber), ma tranquilli Beppone non è di sinistra… Beppe stai sereno… ahahha

Non so ancora se voterò e chi voterò ma mi è chiarissimo chi non votare mai…. (Gianfranco Funari).

Ciao Giorgio, ciao Gianfrà non vi ho dimenticati

Come Beppe Sala fallì Ema (l’agenzia europea del farmaco) e con Ema ahahah

Paolo Pillitteri un grandissimo sindaco di Milano, lo conosco da oltre 40 anni

Stefano Pillitteri mi ha giustamente definito anarchico socialista, esatto anche se io dico sempre anarchico-liberal-socialista padano ahahah

Matteo Salvini partì con Roberto Rasia Dal Polo ed è arrivato con Luca Bernardo non è la stessa cosa ahaha

Gabriele Albertini il sindaco più amato della seconda Repubblica anch’egli ha rifiutato (e ha fatto bene) avrebbe deciso di testa sua e non sottostando ai diktat di partito. Albertini (parole sue) ha sempre premiato la competenza e non la cortigianeria politica, non a caso Giorgio Goggi era suo assessore. In merito alla scelta di Emanuelli da parte di Albertini (2000-2006) è l’unica cosa strana che ha fatto nominare un comico… Poi in questa intervista Albertini lo spiega i comici, i buffoni sono altri, non io ahahha

Il grandissimo prof. Paolo Bosisio avevo pensato a lui come candidato sindaco di Milano per Sosteniamo Milano ha cordialmente declinato l’invito ma so che mi segue con attenzione.

Giorgio Goggi attuale candidato sindaco dei socialisti di Milano e di Milano Liberale nonchè sostenuto da diversi associati di Sosteniamo Milano.

Giorgio Goggi sarà nostro ospite magari con Loretta Goggi, se Loretta e Giorgio daranno il consenso Pardo Fornaciari farà una cover del brano HELLO GOGGI che potrebbe diventare l’inno della campagna elettorale.

Su prenditi i nostri civici, quando parte la campagna elettorale, fatti amici per oggi, Hello Goggi, ma tocca il tasto giusto per accenderci Hello Goggi. Ecco il programma di Goggi, Hello Goggi, dai venite con noi la nostra è una marcia in più. Hello Goggi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...